Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 20 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Temporali VIOLENTI nelle prossime ore, possibili GRANDINATE e NUBIFRAGI su tutte queste regioni

PREVISIONI METEO – Giornata all'insegna di forte instabilità atmosferica sul nostro Paese, atteso lo sviluppo improvviso di temporali molto intensi. Vediamo tutto al dettaglio in questo editoriale con l'analisi delle zone maggiormente colpite

METEO - NUBIFRAGI attesi su diverse regioni, anche del sud Italia; tutti i dettagli
Rischio nubifragi domani al sud
1 di 3
  • METEO : analisi sinottica sull’Europa, evoluzione prossimi giorni e dinamiche attese in queste ore

    Buongiorno e bentrovati dal Centro Meteo Italiano. Come vi abbiamo ampiamente anticipato nei precedenti editoriali, l’Italia si trova a dover fare i conti con intenso maltempo e temporali diffusi su molte regioni. Dal punto di vista sinottico sull’Europa l’attuale configurazione inizia a subire delle leggeri modifiche rispetto al precedente assetto. Nei giorni scorsi avevamo infatti assistito all’isolamento di un vasto vortice di bassa pressione in quota centrato tra Francia, Germania, Svizzera e Spagna. Ma l’avvicinamento di correnti umide e instabili provenienti dal Nord Atlantico ha fatto in modo che il campo altopressorio che circondava il nocciolo instabile gli cedesse il passo, favorendo così un ulteriore peggioramento del tempo. I valori pressori risultano pertanto in queste ore in progressivo abbassamento, con la perturbazione che ha iniziato la sua avanzata verso il Mediterraneo. Ma prima della violenta fase di maltempo attesa da venerdì, avremo appunto anche oggi generali condizioni di instabilità dettate dallo scorrere di correnti umide e instabili sul nostro Paese. Si tratterà di fenomeni non solo attesi nella parte centrale della giornata, ma anche nel corso delle ore notturne e nella prima mattinata di domani. Vediamo tutto nel dettaglio.

    TEMPORALI OGGI, le aree maggiormente colpite dai possibili nubifragi sul nostro Paese

    Come detto nel precedente paragrafo dunque, la giornata di oggi si presenterà ad ampi tratti instabile con possibilità di fenomeni molto intensi su diverse regioni dell’Italia. In queste ore l’animazione satellitare mostra lo sviluppo di fenomeni temporaleschi sparsi anche a ridosso di alcuni settori costieri, tra cui Romagna, Toscana, basso Lazio e Delta del Po. Altrove risulta in transito nuvolosità medio alta salvo fenomeni a tratti intensi su Alpi centrali e alto Piemonte. Nelle prossime ore gli ultimi aggiornamenti dei modelli ad alta risoluzione tracciano quali saranno le aree a maggior rischio temporali o locali nubifragi e le vedremo in questo paragrafo. Dal primissimo pomeriggio è atteso lo sviluppo di attività convettiva a tratti violenta con possibili nubifragi su Lombardia, Friuli, basso Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Lazio e Liguria centro-occidentale. Altrove sono previste invece precipitazioni a carattere sparso, localmente anche temporalesche, ma senza fenomeni significativi o comunque comparabili rispetto alle aree precedentemente citate.

    Possibile MALTEMPO anche tra questa SERA e le ore NOTTURNE

    Come detto il picco dei temporali è atteso nel corso delle ore pomeridiane, a anche tra questa sera e le primissime ore della notte non sono esclusi fenomeni a tratti intensi sulla nostra Penisola. Esauritisi i temporali del pomeriggio lungo le aree rilevate, infatti, dovremo attenderci un nuovo e intenso peggioramento lungo le coste tirreniche oltre che al Nord Est. Torneranno quindi ad avere origine fenomeni sparsi a partire dall’alta Toscana e in Campania, in movimento da Ovest verso Est con le precipitazioni che potrebbero spostarsi anche fin verso le zone interne. Nelle ore a seguire locale attività temporalesca potrà avere origine anche lungo le coste del Lazio e della Liguria di Levante, dove non è esclusa la presenza di frequente attività elettrica o improvvise raffiche di vento. Il tutto, accompagnato da un generale rinforzo dei venti dai quadranti sud occidentali. Come detto anche su Friuli e basso Veneto, oltre che sulla Lombardia, le precipitazioni potrebbero persistere anche tra la serata e la nottata con i fenomeni che si presenteranno generalmente più intensi in prossimità dei rilievi. Non sono esclusi locali nubifragi tra la costiera livornese e quella pisana, con possibilità di elevati accumuli pluviometrici nel giro di pochissime ore.

  • METEO PROSSIMI GIORNI, arriva il SUPER MALTEMPO sull’Italia con una profonda saccatura dal Nord Atlantico

    Ma che clima c’è da attendersi nei prossimi giorni? Vediamolo nel paragrafo successivo. Oltre al maltempo atteso tra oggi e domani, l’Italia si sta preparando ad una fase fortemente instabile che investirà tutte le regioni a partire dalla seconda parte della giornata di giovedì, momento in cui la saccatura impatterà definitivamente sulla nostra Penisola. Attese piogge molto intense, possibili nubifragi, grandinate e soprattutto un generale rinforzo dei venti al suolo dai quadranti sud occidentali. Non possiamo quindi escludere mareggiate e moto ondoso in ulteriore aumento tra sabato e domenica. Le aree che attualmente i principali centri di calcolo indicano come quelle maggiormente a rischio piogge violente sono principalmente le regioni tirreniche ed il Settentrione, mentre sui settori adriatici i fenomeni più intensi (almeno su quelli centri-meridionali) arriveranno nella seconda parte del peggioramento, quando le correnti ruoteranno gradualmente dai quadranti occidentali a quelli nord orientali.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: