Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 21 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Terza decade di Agosto tendenzialmente perturbata, lento e progressivo calo termico. Declino estivo avviato, tutti i dettagli

METEO TERZA DECADE DI AGOSTO - Estate verso un lento, ma inesorabile declino stagionale, ecco i dettagli

Possibile terza decade di agosto perturbata, immagine di repertorio fonte Flickr.com
1 di 4
  • Primi segnali di debolezza da parte dell’Anticiclone

    Nella giornata odierna, l’Anticiclone di origine afro-azzorriana che nel fine settimana appena trascorso e in parte di questa settimana ha caratterizzato il clima del nostro Paese, ha mostrato i primi segnali di cedimento, disturbato da un’ondulazione molto forte del getto atlantico che in questo momento sta interessando i Paesi dell’Europa centrale. Da ciò è scaturita la nascita e lo sviluppo dei temporali che prima, come riportato in un altro nostro articolo, hanno colpito l’astigiano e non solo, con temperature registrate in picchiata.

    Oggi l’apice di quest’ondata di calore

    Sebbene qualche temporale abbia colpito le regioni nord-occidentali italiane nella giornata odierna, è proprio nella giornata di oggi che si è raggiunto l’apice di quest’ondata di calore che ha caratterizzato il week-end e parte della settimana corrente. Si sono infatti raggiunti picchi di temperatura fino a +36/+37°C nelle pianure interne delle regioni centro-meridionali, con punte di +36°C anche a Foggia.  Nei prossimi giorni questi valori sono destinati a diminuire gradualmente.

    Evoluzione meteo per la terza decade

    Tutti gli ultimi aggiornamenti modellistici.

    Per quanto riguarda la terza decade, è ancora tutto molto incerto. Al momento sembra abbastanza sicuro un break per il fine settimana che va dal 23 al 25 agosto, ma non è ancora definita l’evoluzione meteo che si prospetta successivamente, già a partire dall’inizio della prossima settimana. Andiamo a vedere l’evoluzione presentata da ogni modello matematico.

  • Ipotesi maltempo secondo GFS e UKMO

    Per quanto riguarda gli inizi della prossima settimana, stando alle emissioni dei modelli americano GFS ed europeo UKMO, dovrebbe proseguire la fase di maltempo sebbene in modalità diverse: mentre il primo vede infatti il persistere di correnti più fresche e umide provenienti dall’area balcanica, che interessano specialmente i settori meridionali, UKMO vede l’arrivo di una saccatura di origine atlantica proveniente da nord-ovest, che darebbe una sonora mazzata all’estate che ancora dovrà accusare del colpo subito nel week-end. Ma un altro principale modello, non è d’accordo con un’evoluzione simile. Andiamo a vedere quale.

  • Ipotesi nuova rimonta anticiclonica per ECMWF

    Contrariamente quindi a quanto propongono i modelli americano GFS ed europeo UKMO, il modello inglese ECMWF pone sui banchi l’ipotesi di una nuova rimonta anticiclonica di matrice africana. Questo a causa dell’isolamento di una goccia fredda di origine atlantica sul Portogallo, che richiama aria calda su di noi. E’ la tipica configurazione che in Italia ha sempre portato gran caldo, anche se questa volta, seppur venisse confermata un’evoluzione simile, non sembra siano previsti particolari eccessi di temperatura. Sebbene quindi manchi già meno di una settimana, non è ancora possibile stabilire con certezza l’evoluzione meteo prevista per il prossimo week-end, con la terza decade di agosto che comunque potrebbe risentire di una nuova fase instabile verso la sua fine.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.