Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – torna l’anticiclone nel weekend? Prima però FREDDO e NEVE a bassa quota!

METEO ITALIA: freddo verso il Mediterraneo con neve anche a bassa quota, colpo di scena nel weekend

Torna l'anticiclone sull'Italia?
Torna l'anticiclone sull'Italia?
1 di 4
  • Aria fredda sul Mediterraneo

    Come anticipato nei giorni scorsi ecco che in questa prima parte della settimana aria più fredda sta raggiungendo il Mediterraneo centrale portando anche un peggioramento delle condizioni meteo in Italia. In particolare con questo tipo di correnti sono le regioni adriatiche e quelle del Sud a dover fare i conti con precipitazioni localmente anche intense. Più stabile e soleggiato invece al Nord e lungo il versante tirrenico centrale dove non mancheranno però forti venti dai quadranti settentrionali. Come approfondito dalla nostra meteorologa Martina Rampoldi, ecco anche la neve a quote medio-basse specie sulla dorsale appenninica. Temperature in calo durante la giornata specie al Centro-Sud mentre avremo un aumento al Nord a causa dei venti di caduta dall’arco alpino.

    Secondo impulso freddo, ecco quando

    Ipotizzato la scorsa settimana dal modello europeo ECMWF e confermato negli ultimi giorni anche dall’americano GFS, un secondo impulso freddo dovrebbe raggiungere l’Italia tra Giovedì e Venerdì portando ancora temperature di qualche grado al di sotto delle medie e nevicate a bassa quota. Condizioni meteo sempre più invernali dunque nel corso della settimana se questi scenari venissero confermati. Tra Giovedì 12 e Venerdì 13 dicembre ecco un nuovo fronte freddo con traiettoria sempre nord-ovest/sud-est. Temperature in calo con valori al di sotto della media ancora una volta soprattutto sui versanti orientali della Penisola. Neve che, stando le temperature, potrebbe cadere a tratti anche a quote medio-basse specie al Centro-Nord.

    Previsioni meteo Roma, immagine di repertorio fonte ANSA.

    Previsioni meteo Roma, immagine di repertorio fonte ANSA.

    Meteo weekend, cambia tutto

    Se la settimana in corso vedrà i primi sussulti invernali, di diverso avviso al momento il weekend che potrebbe vedere il ritorno dell’anticiclone. Modelli piuttosto allineanti già da ieri con l’espansione di un promontorio di alta pressione sul Mediterraneo centrale nella giornata di Sabato 14 dicembre. Il modello europeo ECMWF mostra senza se e senza ma condizioni meteo stabili su tutta la Penisola con la possibilità però di nebbie e nubi basse in formazione specie al Centro-Nord. Condizioni meteo stabili in Italia anche per il modello GFS specie al Centro-Sud, correnti più umide occidentali porterebbero invece nuvole e isolate piogge sulle regioni settentrionali.

  • Natale 2019: quale tendenza meteo

    Mancano più di 15 giorni al Natale 2019 e sicuramente in molti si staranno domandano quali saranno le condizioni meteo per l’ultima decade di dicembre. Ricordiamo e precisiamo che ad una distanza temporale così elevata non è ancora possibile fare una previsione meteo in senso stretto, vediamo però se qualche indizio ci permette già di fare una prima tendenza. La seconda decade del mese di dicembre dovrebbe vedere un rafforzamento del vortice polare troposferico con l’anticiclone delle Azzorre che in più occasioni cercherà di espandersi verso l’Europa. Potremmo dunque avere rapidi passaggi instabili provenienti dal Nord Atlantico alternati a momenti più asciutto grazie all’alta pressione. Clima dunque non particolarmente freddo ma a tratti piovoso e con neve in montagna. Questa evoluzione meteo potrebbe proseguire anche nell’ultima decade del mese dove occorrerà però capire l’andamento del vortice polare. Il modello GFS sul finire della corsa ci mostra un vasto anticiclone che dominerebbe sull’Europa proprio durante le festività natalizie.

  • Vortice polare più compatto

    Come anticipato nelle tendenze stagionali e mensili, il mese di dicembre sta vedendo un ricompattamento del vortice polare troposferico. Questo porta profonde depressioni a transitare alle latitudini più alte mentre gli anticicloni non faticano molto ad estendersi verso il Mediterraneo. A livello stratosferico invece è in corso un debole stratwarming che però non sembra poter turbare più di tanto il vortice polare. Fino in prossimità del Natale non si vedono scambi meridiani degni di nota sull’Europa che potrebbe dunque vedere una prima parte d’inverno piuttosto anonima. Da monitorare poi l’andamento della NAM che in caso superasse la soglia critica di condizionamento potrebbe avere ripercussioni anche sulla seconda parte della stagione.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: