Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 27 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Torna il MALTEMPO ANTICICLONICO, grazie all’aumento di SMOG e INQUINAMENTO

METEO - Smog e inquinamento previsti in impennata su Lombardia, Veneto, Emilia Romagna ed in generale sulla Pianura Padana per l'ultima settimana di Febbraio

METEO – Torna il MALTEMPO ANTICICLONICO, grazie all’aumento di SMOG e INQUINAMENTO
Smog e inquinamento previsto per i prossimi giorni - Centro Meteo Italiano
1 di 3
  • Anticiclone ben saldo sull’Europa, ecco la situazione attuale

    Ancora buongiorno cari amici del Centro Meteo Italiano! Viviamo ormai dalla scorsa settimana condizioni di tempo stabile e mite sulla nostra penisola. Dopo l’ultimo episodio freddo del weekend di San Valentino, ci troviamo ad affrontare una nuova settimana in compagnia dell’alta pressione di stampo sub-tropicale: la situazione sinottica vede infatti una vasta struttura anticiclonica posizionata tra la nostra Penisola e l’Europa orientale con massimi di pressione al suolo fino a 1035 hPa. Giornata odierna che vedrà molto sole in Italia ma attenzione anche alle foschie, alle nebbie e alle nubi basse soprattutto al Nord e sulle zone interne del Centro. Il trend termico si pone ben al di sopra delle medie stagionali, con anomalie di temperatura piuttosto importanti per l’ultima decade di Febbraio.

    Anomalie di temperature piuttosto elevate per l’ultima settimana di Febbraio

    L’Italia sta attraversando un periodo pienamente mite, ma anche in Europa la situazione non è dissimile: infatti le anomalie di temperatura su alcune zone del vecchio continente superano abbondantemente i 10°C. Nei prossimi giorni si raggiungeranno sullo stivale, anomalie di temperatura comprese tra i 5°C ed i 6°C, con massime che localmente potranno toccare e oltrepassare i 20°C. Un anticipo di Primavera in pieno stile, con le prime fioriture di stagione che si paleseranno tra questa settimana e l’inizio di Marzo. Nella seconda parte della settimana i valori di temperatura potranno addirittura oltrepassare le medie di 8-10°C inasprendo questa condizione climatica anomala. Torna dunque lo spettro del “maltempo anticiclonico” che ci aveva fatto compagnia nel corso della passata stagione Autunnale e che in questa occasione sarà portatore di smog e inquinamento. Scopriamo insieme dove nel prossimo paragrafo!

    Indice di qualità dell'aria in picchiata per Mercoledì 24 Febbraio sulla Lombardia - credits www.arpalombardia.it

    Indice di qualità dell’aria in picchiata per Mercoledì 24 Febbraio sulla Lombardia – credits www.arpalombardia.it

    In aumento i valori di inquinanti al nord Italia, vediamo come

    Come di consueto accade, i lunghi periodi anticiclonici, portano inesorabilmente ad un peggioramento della salubrità dell’aria. La stasi dell’aria nei bassi strati dell’atmosfera per troppo tempo, permette ai livelli di inquinanti di aumentare in maniera vertiginosa. Questo sembra il trend per la settimana corrente, in cui le regioni della Pianura Padana vivranno un aumento del particolato atmosferico, con conseguenze negative per l’indice di qualità dell’aria: sulla Lombardia, tale indice (già oggi 22 Febbraio che indica una qualità scarsa), si andrà ad aggravare tra domani e dopodomani, raggiungendo il livello di insalubrità massimo nella giornata di Mercoledì 24 Febbraio su Milano, Pavia, Crema, Lodi, Cremona e Mantova. Domani anche in Veneto i valori di PM10 sono attesi in incremento tra il Trevigiano, Mestre e Vicenza. In Emilia Romagna la situazione sarà omologa, con valori “pessimi” di qualità dell’aria tra Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza nella giornata di Mercoledì. Questa situazione potrà prolungarsi fino all’inizio di Marzo, che per ora non sembra presentare grossi cambiamenti. Vediamo insieme come potrà evolvere il primo mese della Primavera meteorologica.

  • Cosa succederà nel lungo termine? Ecco le visioni per l’avvio di Marzo

    Sebbene per il mese di Marzo di solito ci si aspetti una dinamicità piuttosto marcata (non a caso questo periodo viene definito “pazzerello” nell’accezione popolare), al suo esordio non dovrebbero presentarsi grosse variazioni. Infatti l’inizio di Marzo potrebbe ricalcare le orme dell’ultima decade di Febbraio con tempo stabile e anticiclone prevalente. Per il seguito ancora non ci sono elementi sufficienti per poter ipotizzare eventuali colpi di coda invernali, tuttavia non è da escludersi che il freddo possa far ritorno sul continente Europeo. Per saperne di più non perdetevi le nostre prossime pubblicazioni meteo!

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Tecnico Meteorologo certificato secondo lo schema WMO ed iscritto all'Associazione Meteo Professionisti (AMPRO); fondatore di Meteo Lazio nel 2014, realtà che vanta una rete di stazioni meteo private. Fornisce dati meteo e bollettini per svariate sedi di Protezione Civile nel Lazio.

SEGUICI SU:

Ultima Ora