Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 24 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Tra NATALE e CAPODANNO sarà INVERNO SHOCK con AFFONDI FREDDI e NEVE a BASSA QUOTA

METEO - Tra NATALE e CAPODANNO si apre una fase INVERNALE con frequenti AFFONDI FREDDI e NEVE a quote anche BASSE, ecco tutti i dettagli

METEO – Tra NATALE e CAPODANNO sarà INVERNO SHOCK con AFFONDI FREDDI e NEVE a BASSA QUOTA
Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Torna la stabilità in Italia dopo il blando peggioramento di ieri al nordovest

    Nella giornata odierna abbiamo assistito a condizioni meteo di generale stabilità sullo stivale, condite da cieli visibilmente più aperti rispetto a ieri, quando il passaggio di un rapido cavo perturbato di matrice atlantica ha causato non solo un considerevole aumento della nuvolosità, soprattutto sul versante occidentale italiano, ma anche qualche piovasco sui settori nordoccidentali. Gli accumuli sono stati comunque generalmente deboli e localmente trascurabili.

    Torna il maltempo nel weekend, ma non ovunque

    Le condizioni meteo di ritrovata stabilità sull’Italia sono garantite dalla presenza di un robusto campo di Alta pressione di matrice azzorriana, che tuttavia nei prossimi giorni verrà messa a dura prova dall’arrivo di correnti più umide e instabili provenienti dai settori occidentali. Tali correnti saranno infatti responsabili del ritorno del maltempo sulla nostra Penisola entro il prossimo fine settimana, ma piogge e acquazzoni riguarderanno settori specifici.

    Modelli tendenti ad una fase pienamente invernale tra Natale e Capodanno

    Nonostante trascorreremo probabilmente delle festività “anomale” la domanda che più aleggia in questi ultimi giorni è la tendenza meteo riguardante Natale e Capodanno, ma anche cosa avverrà nella settimana che divide le due festività: stando ai principali centri di calcolo, dopo un Natale piuttosto mite, ma perturbato in particolare al nord, un affondo freddo di matrice artica potrebbe interessare rapidamente il nostro Paese nella giornata di S. Stefano e portare neve a bassa quota soprattutto sul versante adriatico. A seguire, un altro impulso freddo terrebbe nel mirino l’Italia, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Impulso polare tra il 28 e il 30 dicembre

    Stando a quanto prospetta soprattutto il modello fisico-matematico americano GFS una massa d’aria fredda groenlandese si distaccherebbe e, aiutato da un Anticiclone azzorriano particolarmente in forma, andrebbe ad interessare la nostra Penisola post S.Stefano ed entro Capodanno. Un ondata fredda di stampo polare che sarebbe in grado di portare forti nevicate soprattutto in montagna, mentre sarebbe da valutare un nuovo interessamento della collina. Seguiranno aggiornamenti in tal senso nei prossimi giorni che vi invitiamo a seguire sul nostro sito.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: