Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 19 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – URAGANO SALLY flagella gli Stati Uniti: ci sono almeno 2 morti e gravi INONDAZIONI. Senza luce oltre mezzo milione di persone, i dettagli

METEO - L'URAGANO SALLY fa landfall negli Stati Uniti e provoca gravi INONDAZIONI e BLACK-OUT per oltre MEZZO MILIONE di persone. Ci sono anche almeno 2 morti tra Alabama e Georgia, i dettagli

Ciclone, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Stagione degli Uragani parte a razzo

    Nonostante la stagione autunnale debba fare ancora ufficiale ingresso (astronomicamente parlando inizierà quest’anno infatti il 22 settembre con l’avvento del relativo equinozio), si sono già registrate diverse strutture tropicali negli oceani mondiali, molti dei quali sono ancora attivi: attualmente sono infatti 11 in tutto il globo. Tra queste, è presente l’uragano Sally sul quale ci focalizzeremo in maniera particolare nel presente editoriale. Tale uragano, che si è abbattuto in aree neanche troppo distanti da quelle su cui ha portato i suoi effetti l’uragano Laura qualche settimana fa, ha causato diversi danni e non solo materiali, come vedremo.

    Tra le 11 perturbazioni tropicali non figura “Udine”, il medicane

    E’ inoltre da specificare, il che rende il dato ancora più notevole, che tra le 11 perturbazioni tropicali che si registrano in tutto il mondo, non viene considerato il medicane che ha interessato dapprima la Calabria jonica ieri e successivamente il Peloponneso in Grecia questa notte. Insomma, nonostante l’autunno non sia ancora ufficialmente entrato, i primi segnali del suo ingresso (piuttosto evidenti) li sta già cominciando a dare con una attività uraganica molto vivace e che trova pochi precedenti a memoria d’uomo. Aperta questa breve parentesi, concentriamoci nuovamente sull’uragano Sally.

    Sally ha fatto landfall nel pomeriggio di ieri (ora italiana)

    L’uragano Sally del quale da giorni stiamo parlando e anche nella giornata di ieri, ha fatto landfall sulla costa meridionale degli Stati Uniti poco più di 24 ore fa, nel pomeriggio di ieri (ora italiana). Ha toccato terra più precisamente sulle zone litoranee occidentali dell’Alabama, prima di piegare successivamente il suo tragitto verso i quadranti nordorientali e colpire anche la Georgia come depressione tropicale. Tuttavia, nonostante il progressivo indebolimento dell’uragano, che in poche ore è stato declassato prima in tempesta tropicale e poi, appunto, in depressione tropicale, non ha mancato di portare diversi danni e disagi e purtroppo non solo materiali in questi Stati.

  • Venti fino a 160km/h, black-out per oltre mezzo milione di persone e almeno 2 morti

    Stando a quanto riporta il sito “cbsnews.com” l’uragano Sally avrebbe portato venti fino a 160km/h e causato gravi inondazioni. Si sono segnalati black-out per oltre mezzo milione di utenze e persino la mancanza di acqua potabile. Purtroppo i danni però non sono stati solo materiali poiché tra gli Stati dell’Alabama e quello della Georgia ci sarebbe la presenza di almeno 2 vittime.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: