Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 18 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – VENTI di BURRASCA sferzano l’ITALIA con raffiche fino a 100 km/h e MAREGGIATE

METEO - VENTI di BURRASCA sferzano l'ITALIA con raffiche fino ad 80 km/h e MAREGGIATE lungo le coste esposte; nelle prossime ore venti fino a 100 km/h e rischio nubifragi su Toscana, Lazio e dalla notte anche su Campania e Sicilia

METEO – VENTI di BURRASCA sferzano l’ITALIA con raffiche fino a 100 km/h e MAREGGIATE
Vortice ciclonico nel Mediterraneo, forti venti e mareggiate.
1 di 3
  • Ciclogenesi in approfondimento sull’Italia

    Meteo – L’Italia sta vivendo una fase di acuto maltempo. La posizione defilata dell’anticiclone delle Azzorre sul vicino Atlantico, ha favorito la discesa di una vasta saccatura sul Mediterraneo centro-occidentale, alimentata da masse d’aria fredde d’estrazione polare-marittima. Sui bacini occidentali italiani va approfondendosi una bassa pressione, attualmente con minimo al suolo di 994 hPa ad ovest della Corsica. Nelle prossime ore la ciclogenesi si porterà sull’alto Tirreno, dove potrebbe toccare valori pressori di 992 hPa, andando ad accentuare il gradiente barico orizzontale con il Mediterraneo meridionale, dove ritroviamo valori pressori fino a 1014 hPa. In tal modo si intensificherà il flusso mite meridionale, con raffiche di burrasca su molte regioni italiane.

    Venti di burrasca sull’Italia, raffiche fino a 100 km/h

    Meteo – Non solo forti piogge e nubifragi, ma su molte regioni italiane già dalla giornata di sabato soffiano tese e miti correnti meridionali. Attualmente le raffiche raggiungono gli 80 km/h lungo le coste di Lazio e Toscana, nonché sui crinali appenninici e sulla Sicilia settentrionale. La ventilazione è attesa in ulteriore accentuazione nel corso del pomeriggio, quando potrà localmente toccare i 90-100 km/h sulla Liguria di Levante, coste della Toscana e del Lazio. Inevitabili le ripercussioni sul moto ondoso,  con i bacini italiani già molto mossi fino ad agitati a largo. Mareggiate saranno possibili nelle prossime ore lungo le coste esposte, quindi tirreniche e dell’alto Adriatico, con onde previste dai modelli matematici fino a 5-6 metri di altezza tra Lazio e Toscana.

    Nubifragi nelle prossime ore su molte regioni

    Meteo – Oltre al forte vento, nelle prossime ore è elevato il rischio nubifragi su molte regioni italiane. In particolare,  nel corso del pomeriggio il fronte freddo raggiungerà le coste tirreniche, con forti temporali e piogge diffuse ad iniziare dalla Toscana, in successiva estensione nel corso della serata anche all’Umbria ed al Lazio. Nottetempo il maltempo è atteso anche sulla Sicilia centro-occidentale e sulla Campania, mentre domani su gran parte del sud, Sicilia e Lazio. Non si escludono nubifragi su queste regioni, con accumuli pluviometrici anche di oltre 50 mm in 6 ore. La fase di maltempo insisterà sull’Italia anche durante il ponte dell’Immacolata, ma vediamo come proseguirà il mese di dicembre 2020.

     

  • Meteo dicembre all’insegna del maltempo prolungato

    Il maltempo non lascerà molto facilmente il nostro Paese. Secondo gli ultimissimi aggiornamenti dei modelli matematici, infatti, giungono ulteriori conferme su un mese di dicembre decisamente dinamico. L’assetto barico attuale potrebbe rimanere invariato a lungo, con l’anticiclone delle Azzorre lontano dall’Italia almeno fino la metà del mese di dicembre; in tal modo l’Italia di ritroverà almeno fino la metà del mese di dicembre in balie delle fresche ed instabili correnti nord atlantiche, con neve abbondante sui settori montuosi e rischio nubifragi in pianura.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Meteo  – Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: