Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 7 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO: via l’inverno dall’ITALIA con un sensibile aumento delle temperature proprio prima di Natale

METEO ITALIA: mite respiro africano verso il Mediterraneo e l'inverno torna in pausa, quale tendenza fino a Natale?

Temperature ben superiori alle medie del periodo.
Temperature ben superiori alle medie del periodo.
1 di 4
  • Inverno alla ribalta con freddo e neve fino in pianura, ma presto sarà un ricordo

    Giornata di oggi con condizioni meteo instabili o perturbate in Italia a causa di una perturbazione proveniente dal nord Atlantico che porterà l’approfondimento di un vortice depressionario sul Mediterraneo con valori al suolo fino a 980 hPa. In queste ore si segnalano fiocchi di neve sulle regioni del Nord localmente fino in pianura specie su Piemonte e Lombardia. Durante la giornata avremo ancora neve localmente fino al piano soprattutto sull’Emilia Romagna dove inizialmente non sono esclusi anche fenomeni di gelicidio. Acquazzoni e temporali interesseranno invece i settori tirrenici dalla Toscana alla Liguria con le raffiche di vento che potrebbero toccare anche punte di 70-90 km/h. Neve abbondante sull’Appennino specie centro-settentrionale anche se in giornata è previsto un temporaneo rialzo fin verso i 1500-1600 metri.

    Situazione sinottica attuale ed evoluzione sul medio-lungo periodo

    Al momento troviamo un vortice polare troposferico piuttosto compatto che porta una vastissima area depressionaria posizionata alle latitudini più alte. Al suo interno diversi minimi di bassa pressione con valori al suolo fino a 960 hPa tra Groenlandia, Islanda e Scandinavia. Da qui una serie di impulsi freddi e perturbati sono riusciti a raggiungere l’Europa e anche il Mediterraneo portando condizioni meteo invernali anche in Italia. L’anticiclone delle Azzorre resta invece posizionato nella sua sede naturale con valori di pressione al suolo fino a 1030 hPa sulle omonime Isole. Nei prossimi giorni la situazione potrebbe cambiare a causa di un affondo perturbato verso il nord Africa con conseguente risalita di aria molto mite verso l’Italia.

    Inverno solo un ricordo con l'aria mite dal nord Africa

    Inverno solo un ricordo con l’aria mite dal nord Africa

    Respiro mite dall’Africa e inverno messo in pausa non solo in Italia

    Dopo i sussulti invernali di questa settimana, il weekend in arrivo riproporrà condizioni meteo poco invernali con aria molto mite in arrivo sull’Italia. Modelli piuttosto allineanti già da qualche giorno con l’espansione di un promontorio di alta pressione sul Mediterraneo centrale nella giornata di Sabato 14 dicembre. Il modello europeo ECMWF mostra senza se e senza ma condizioni meteo stabili su tutta la Penisola con la possibilità però di nebbie e nubi basse in formazione specie al Centro-Nord. Condizioni meteo stabili in Italia anche per il modello GFS specie al Centro-Sud, correnti più umide occidentali porterebbero invece nuvole e isolate piogge sulle regioni settentrionali. Temperature in netto aumento con valori che Domenica, e poi soprattutto all’inizio della prossima settimana, potrebbero risultare anche di +6/8 gradi sopra le medie del periodo.

  • Possibile sblocco nella seconda parte della settimana con ritorno di piogge e neve ma solo in montagna

    Nella seconda parte della settimana gli ultimi aggiornamenti del modello GFS confermano la possibilità di un nuovo peggioramento meteo con la risalita sul Mediterraneo di una piccola goccia fredda. In questo caso potrebbe avere piogge e temporali soprattutto sulle regioni del Centro-Sud ma sempre in un contesto termico abbastanza mite. Nel weekend che precede la settimana di Natale potrebbe invece tornare in scena l’atlantico con una perturbazione pronta ad entrare sul Mediterraneo. Scenario questo condiviso anche dall’ultimo aggiornamento del modello europeo ECMWF. Le piogge tornerebbero sull’Italia ma con la neve che cadrebbe solo in montagna e a quote medie.

  • Cambio di circolazione per Natale o ancora aria mite?

    Mancano poco meno di 15 giorni al Natale 2019 e sicuramente in molti si staranno domandano quali saranno le condizioni meteo per l’ultima decade di dicembre. Ricordiamo e precisiamo che ad una distanza temporale così elevata non è ancora possibile fare una previsione meteo in senso stretto, vediamo però se qualche indizio ci permette già di fare una prima tendenza. La seconda decade del mese di dicembre dovrebbe vedere un rafforzamento del vortice polare troposferico con l’anticiclone delle Azzorre che in più occasioni cercherà di espandersi verso l’Europa. Potremmo dunque avere rapidi passaggi instabili provenienti dal Nord Atlantico alternati a momenti più asciutto grazie all’alta pressione. Clima non particolarmente freddo ma a tratti piovoso e con neve in montagna. Questa evoluzione meteo potrebbe proseguire anche nell’ultima decade del mese dove occorrerà però capire l’andamento del vortice polare. Il modello GFS propone però uno sblocco proprio durante le festività con anticicloni sbilanciati verso le alte latitudini, sarà davvero così?

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: