Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 25 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violenta GRANDINATA da RECORD si abbatte sulla Libia, DANNI ingenti a Misurata, VIDEO

METEO - Una GRANDINATA da RECORD si è abbattuta nelle scorse ore sulla Libia, portando diversi DANNI ingenti soprattutto nella città di Misurata, ecco il VIDEO dell'accaduto

METEO – Violenta GRANDINATA da RECORD si abbatte sulla Libia, DANNI ingenti a Misurata, VIDEO
Grandine, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Nuvolosità piuttosto presente sull’Italia, ma tempo asciutto

    Nonostante la rimonta anticiclonica di matrice afroazzorriana in arrivo dai quadranti sudoccidentali, le condizioni meteo sulla nostra Penisola appaiono sì stabili, ma anche molto nuvolose in alcune zone, soprattutto meridionali. Sulle regioni centro-settentrionali si verifica il passaggio intenso di velature e/o nuvolosità a base alta, con tempo anche qui semi-cupo, ma in un contesto comunque stabile. Persiste infatti un flusso umido nel bacino del Mediterraneo centrale che è stato responsabile in nottata di qualche residuo piovasco sul meridione e in maniera estremamente localizzata in Toscana. Preoccupa la piena del fiume Adige, con la Protezione Civile che ha emesso un’allerta per oggi.

    L’Anticiclone segue un passaggio perturbato a tratti intenso

    Sebbene gli effetti non siano quindi pienamente apprezzabili, nella giornata di oggi l’Anticiclone afroazzorriano agisce sull’Italia e sul Mediterraneo centrale, dove però persiste ancora una circolazione depressionaria proveniente dall’affondo perturbato che nel corso della settimana aveva comunque interessato la nostra Penisola con fenomeni localmente intensi e che hanno portato anche qualche disagio, specie in Campania. Tuttavia, come vedremo nel prossimo paragrafo, l’aria fredda che ha interessato lo stivale nei passati giorni, ha raggiunto anche i settori più settentrionali dell’Africa, provocando un’ondata di estremo maltempo.

    Grandine da record in Libia

    Dopo aver parlato nel corso della giornata di ieri di violenti acquazzoni e nubifragi che hanno imperversato sulla Giamaica con frane e allagamenti killer, approfittiamo ancora una volta di questo momento di pausa dal maltempo in Italia per approfondire quanto di estremo accade nel mondo dal punto di vista meteorologico. Come accennato in precedenza, nel presente editoriale parleremo di quanto avvenuto in Libia, raggiunta dall’aria fredda che nei passati giorni ha interessato l’Italia. Gli accesi contrasti termici hanno fatto sì di generare una violenta fase di maltempo, con grandine da record, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • VIDEO – Grandine da record in Libia, danni ingenti a Misurata con automobili distrutte

    Stando dunque a ciò che si apprende dal sito “fanpage.it” nelle scorse ore si sarebbe abbattuta una violenta fase di maltempo in Libia, soprattutto sui settori costieri che hanno visto rovesci di grandine piuttosto grandi e dell’ordine di 8-10 centimetri di diametro. La situazione più critica si è verificata a Misurata, dove diverse automobili sono state distrutte. A testimonianza di quanto scritto fin ora, vi riportiamo un video del canale Youtube “START“.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: