Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 3 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violenta SFURIATA di GRANDINE e TEMPORALI sta per colpire tutte queste città italiane, LISTA COMPLETA

METEO - Una violenta SFURIATA di GRANDINE e TEMPORALI mette l'ITALIA nel mirino, ecco la lista completa di tutte le zone che verranno colpite

Nubifragi in arrivo sull'Italia.
1 di 3
  • Tempo in peggioramento in queste ore

    Nel corso delle ore di questo pomeriggio la progressione di una saccatura di origine nordatlantica verso il Mediterraneo centrale porterà i primi effetti anche sulla nostra Penisola, attraverso l’ingresso delle prime piogge e temporali che colpiranno in maniera particolare le regioni settentrionali. Nella prima metà di oggi infatti, nonostante la stabilità era comunque evidente un aumento della copertura nuvolosa su tali settori, che altro non era che il preludio dell’arrivo del maltempo, così come era previsto dal quadro previsionale disponibile già ieri, tanto che il Dipartimento della Protezione Civile si era visto costretto ad emettere un’allerta.

    Rimane stabile al centro-sud

    Le correnti più fresche e instabili sono però fin troppo lontane per interessare già da oggi le regioni centro-meridionali, che dunque ne rimangono al riparo ed assisteranno all’ennesima giornata stabile con tempo asciutto. Non solo, anche i cieli appaiono soleggiati in prevalenza o al più poco nuvolosi. Sono infatti maggiormente evidenti in queste zone gli effetti portati da una rimonta anticiclonica di matrice azzorriana, che risulta comunque disturbata sul bordo orientale dallo scorrimento di correnti più fresche e instabili che da svariati giorni stanno colpendo principalmente la Penisola balcanica.

    Maltempo oggi al nord

    Il nord si mostra dunque maggiormente esposto alle correnti instabili provenienti dai quadranti settentrionali, ma questa non è una novità. Infatti durante la stagione estiva capita molto frequentemente che cavi d’onda piuttosto rapidi interessino le sole zone più settentrionali del Paese. Questa volta però, come vedremo nei prossimi paragrafi, non sarà un semplice cavo d’onda ad interessare l’Italia, ma una vera e propria perturbazione che si manifesterà in maniera più evidente soprattutto domani giovedì 4 giugno. Nella fattispecie di oggi piogge e temporali solo localmente intensi interesseranno buona parte del nord.

  • Violenti temporali e grandine in arrivo al nord per domani

    Nella giornata di domani giovedì 4 giugno l’affondo perturbato di matrice atlantica verso il Mediterraneo centrale determinerà un netto peggioramento delle condizioni meteo sulle regioni settentrionali, in particolare sul confine alto tra Piemonte e Lombardia dove sono attesi i fenomeni più violenti e talvolta accompagnati da grandine. In serata i nubifragi potranno colpire invece le zone di confine tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, ma temporali inizieranno a formarsi e colpire anche il versante tirrenico centrale entro la tarda serata (con la Toscana parzialmente coinvolta già dal mattino).

  • Il sud ancora al riparo dalle correnti atlantiche

    Le regioni meridionali nella giornata di domani giovedì 4 giugno rimarranno ancora al riparo dalle correnti di maltempo che nel frattempo scateneranno la furia dei temporali su molte aree del centro-nord del Paese. Nonostante questo sarà comunque particolarmente tangibile un progressivo annuvolamento in un contesto di tempo che rimarrà tuttavia ancora stabile e asciutto. Temperature in crollo al centro-nord, soprattutto durante i fenomeni, mentre al sud tenderanno a stabilizzarsi pressapoco sui valori odierni.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: