Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 1 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violenti TEMPORALI e GRANDINATE in arrivo in ITALIA, la Protezione Civile emana l’ALLERTA, lista città interessate

METEO - AFFONDO PERTURBATO interesserà le aree nord dell'ITALIA per domani con violenti TEMPORALI e GRANDINATE, la Protezione Civile ha diramato l'ALLERTA, ecco la lista delle città interessate

Allerta meteo della Protezione Civile.
1 di 3
  • Giornata di maltempo al nord quella di oggi, picco di caldo al centro-sud

    Continuano ad infiltrarsi sulle regioni settentrionali italiane correnti più fresche e umide di matrice atlantica, che determinano fin dalle prime ore della giornata odierna maltempo anche intenso al nord Italia che si manifesta attraverso l’arrivo di forti temporali e occasionalmente anche a carattere grandinigeno. L’Alta pressione resta momentaneamente invalicabile sulle regioni centro-meridionali, con l’apice del caldo raggiunto proprio oggi, quando le colonnine di mercurio hanno raggiunto diffusamente i +35/+37°C al centro-sud, con picchi locali fino a +40°C nelle zone interne della Calabria.

    Prossime ore nuclei temporaleschi sparsi interesseranno ancora il nord Italia

    Nel corso delle prossime ore della serata odierna le condizioni di maltempo non accenneranno a placarsi al nord Italia, anzi: grazie ad una nuova ondulazione del getto atlantico che, come vedremo nel prossimo paragrafo, domani affonderà sul nostro Paese, nuclei temporaleschi si formeranno e continueranno a colpire a carattere sparso le regioni settentrionali. I fenomeni saranno ancora una volta intensi laddove colpiranno e occasionalmente accompagnati anche da grandinate e da un calo piuttosto sensibile delle temperature. Rimane stabile e piuttosto caldo sulle regioni centro-meridionali. Da domani le condizioni meteo precipiteranno su buona parte della Penisola.

    Domani affondo perturbato

    Nella giornata di domani venerdì 3 luglio l’ondulazione del getto atlantico di cui prima, determinerà un affondo perturbato sulle regioni settentrionali. L’Alta pressione di matrice africana sarà dunque costretta ad arretrare, con le condizioni di spiccato maltempo che interesseranno fin dalle primissime ore della notte di domani dapprima il nord Italia, per poi estendersi nel corso del pomeriggio sul versante adriatico centrale dove non si escludono locali fenomeni intensi soprattutto nelle Marche. Nubifragi e grandinate interesseranno la Pianura Padana, ovviamente accompagnate da un calo sensibile delle temperature. Resta stabile sul resto del centro-sud, al netto di un primo e lieve calo delle temperature causato proprio dal cedimento dell’Anticiclone.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo ora il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e sui settori sud-orientali del Piemonte, con quantitativi cumulati moderati, fino a puntualmente elevati sui settori pianeggianti di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto; sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori del Nord, su Marche, Umbria, Abruzzo e settori orientali del Lazio, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati; isolate, a carattere di rovescio o breve temporale, su Toscana, zone interne del Lazio, Molise, Puglia centro-settentrionale e Basilicata orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: massime in sensibile diminuzione al Nord, localmente marcata sull’Emilia-Romagna e sulle Marche; elevate su Toscana, Lazio e regioni meridionali, fino a molto elevate su Puglia e Sicilia. Venti: localmente forti nord-occidentali sulla Sardegna ed orientali sull’Alto Adriatico. Mari: molto mosso il Mar di Sardegna; tendenti a molto mossi dal pomeriggio il Canale di Sardegna, il Tirreno centrale a partire dal settore ovest ed il Mar Ligure al largo. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta arancione, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino che vi abbiamo riportato, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Venerdì 3 luglio 2020: MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONE: Lombardia: Nodo idraulico di Milano. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA ARANCIONE: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese. Lombardia: Bassa pianura occidentale, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Alto Piave. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA ARANCIONE: Lombardia: Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Pianura e costa romagnola, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese. Lombardia: Pianura centrale, Alta pianura orientale. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Abruzzo: Bacino Basso del Sangro, Bacino del Pescara, Bacino dell’Aterno, Bacini Tordino Vomano, Marsica, Bacino Alto del Sangro. Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola, Bacini romagnoli, Bacini emiliani centrali. Liguria: Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro. Lombardia: Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali. Marche: Marc-3, Marc-2, Marc-1, Marc-6, Marc-5, Marc-4. Piemonte: Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale, Scrivia, Belbo e Bormida, Valle Tanaro. Toscana: Mugello-Val di Sieve, Ombrone Gr-Alto, Ombrone Gr-Medio, Serchio-Garfagnana-Lima, Valdichiana, Fiora e Albegna, Arno-Casentino, Arno-Valdarno Sup., Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Valtiberina. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento. Umbria: Trasimeno – Nestore, Chiani – Paglia, Chiascio – Topino, Nera – Corno, Alto Tevere, Medio Tevere. Veneto: Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola, Bacini romagnoli, Bacini emiliani centrali. Lombardia: Bassa pianura occidentale, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. Toscana: Mugello-Val di Sieve, Ombrone Gr-Alto, Ombrone Gr-Medio, Serchio-Garfagnana-Lima, Valdichiana, Fiora e Albegna, Arno-Casentino, Arno-Valdarno Sup., Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Valtiberina.
    Interessati dunque dall’allerta tutti i capoluoghi di Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria e i seguenti: Torino, Asti, Alessandria, Novara, Vercelli, Cuneo, Varese, Milano, Monza, Lecco, Como, Pavia, Mantova, Cremona, Bergamo, Brescia, Siena, Arezzo.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: