Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violenti TEMPORALI e NUBIFRAGI mettono nel mirino l’ITALIA, ecco quando e dove colpiranno

METEO - Inizio di ESTATE SHOCK in ITALIA, continua ad essere bersagliata dal forte MALTEMPO: violenti TEMPORALI e NUBIFRAGI sferzeranno ancora sulla Penisola, ecco quando e dove

Shelf cloud, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Inizio di giugno e di estate shock in Italia

    L’inizio del mese di giugno e conseguentemente anche dell’estate meteorologica la cui data di inizio è attribuita ogni anno in maniera convenzionale al 1° di giugno, è risultato shock in Italia: raramente infatti negli ultimi anni si assiste ad un inizio di giugno così frequentemente perturbato dalle correnti più fresche e instabili dalle latitudini più settentrionali. La fase di maltempo risulta infatti piuttosto prolungata e sta interessando in maniera più dura soprattutto le regioni settentrionali, anche se disagi e danni a causa dell’instabilità spiccata si sono segnalati anche in alcuni settori centrali come ad esempio il frusinate.

    Piogge e temporali hanno sferzato soprattutto al centro-nord

    Come scritto anche in precedenza, le condizioni di maltempo hanno però sempre maggiormente interessato le regioni centro-settentrionali, nonché le regioni maggiormente esposte alle perturbazioni in arrivo dai quadranti nord. Affondi perturbati dalle più alte latitudini sono infatti state il leitmotiv di questo inizio di giugno e di estate meteorologica, con le piogge che non hanno comunque risparmiato le regioni meridionali, dove i fenomeni si sono comunque manifestati in forma isolata o sparsa, seppur localmente anche intensa. Temperature spesso decisamente fresche al nord, gradevoli al centro-sud.

    Violenti temporali in atto nel Veneto meridionale, più sparsi sul resto del centro-nord

    Momentaneamente un violento sistema temporalesco sta colpendo in maniera piuttosto intensa con autentici nubifragi il basso Veneto e in particolare il veronese sudorientale. La violenta cellula temporalesca viene accompagnata da una frequente attività elettrica e da intense raffiche di vento, talvolta con qualche grandinata. Sul resto delle regioni centro-settentrionali il maltempo assume invece un carattere più sparso, oltre che meno intenso. Il sud rimane invece ancora una volta maggiormente al riparo dalle correnti più fresche e instabili, nonostante qualche addensamento talvolta anche minaccioso.

  • In arrivo forti temporali e nubifragi domani, soprattutto sulla Toscana centrale

    Nella giornata di domani giovedì 11 giugno l’azione della saccatura di maltempo che sta già interessando in maniera evidente la nostra Penisola, provocherà un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo che questa volta riguarderà principalmente le regioni centrali, più specificamente la Toscana: nel corso della mattina infatti, un violento sistema temporalesco semi-stazionario potrebbe interessare le aree costiere centrali della regione con accumuli anche elevati.

  • Coinvolta tutta la fascia occidentale italiana e il nord

    Le regioni settentrionali comunque continueranno ad osservare la presenza di piogge e temporali che a carattere sparso interesseranno diversi settori, mentre il maltempo arriverà probabilmente ad interessare tutta la fascia tirrenica centro-meridionale, ad esclusione delle zone tirreniche della Sicilia. Tra queste aree, la più colpita oltre ai settori costieri centrali della Toscana come scritto in precedenza, potrebbe essere il basso Lazio.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: