Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violento temporale provoca FIUMI DI ACQUA E FANGO nel cagliaritano: danni ingenti. Ecco quanto accaduto in Sardegna

METEO - Forte maltempo colpisce l'Italia: temporale provoca allagamenti e fiumi di fango in Sardegna, ecco le zone colpite

Immagine repertorio, fonte Ansa
1 di 2
  • Maltempo in atto su gran parte d’Italia

    Piogge, temporali e forti venti hanno colpito varie regioni del settentrione ma nelle prossime ore anche il centro-sud ne verrà interessato. Nelle prossime 48 ore non saranno da escludere forti temporali su parte d’Italia, soprattutto al centro, a causa del passaggio di una goccia fredda nel Mediterraneo centrale. Tempo molto instabile nelle prossime 24 ore quando saranno da mettere in conto veri e propri nubifragi e grandinate su gran parte del territorio. Fenomeni intensi non sono mancati nel corso delle ultime ore tra centro e nord della penisola ma anche ieri nella serata temporali hanno colpito soprattutto il territorio sangiustinese, come abbiamo visto ieri in apposito editoriale. 

    Maltempo in Sardegna, nubifragio nel cagliaritano

    Il maltempo sta colpendo duramente nelle ultime ore anche la Sardegna, da nord a sud, con nubifragi e forti raffiche di vento. Come riportato da cagliaripad.it, un violento temporale si è abbattuto dalle prime ore del mattino sul Sulcis. Colpita anche la città di Cagliari dove non sono mancati allagamenti, strade trasformate in fiumi di fango e alberi caduti. Pioggia, vento e fulmini hanno tenuto compagnia a buona parte dei cittadini del sud della Sardegna come ampiamente previsto. Si sono registrate anche frane e strade interrotte a causa di smottamenti e fango. Nel corso delle prossime ore continuerà a piovere intensamente in Sardegna con altri temporali particolarmente intensi anche nel cagliaritano. Non solo Sardegna, anche altre regioni del centro e del sud saranno bersagliate dal maltempo.

    Maltempo, prossime ore centro-sud nel mirino

    Tra la serata odierna e la giornata di domani si vivrà la fase più intensa del peggioramento, con lo spostamento della goccia fredda verso sud-est,. In questo modo anche l’estremo sud (finora escluso) vedrà rovesci e temporali, localmente intensi. Sarà nella giornata di domani che il maltempo picchierà duro in alcune regioni italiane, soprattutto su Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio, Molise, Campania e Puglia. Fenomeni residui saranno da mettere in conto anche al nord-est tra Lombardia, Veneto e Friuli anche se in via di miglioramento. Situazione decisamente migliore invece al nord-ovest dove si avranno ampie schiarite. Giovedì ultimi fenomeni al meridione poi spazio all’anticiclone per il resto della settimana ma con qualche insidia domenica.

  • Nubifragi su parte del centro

    Nella serata di ieri abbiamo riportato di un altro nubifragio che ha colpito la zona tra Selci e Lama. Come riportato da teveretv.it, sono stati molti gli allagamenti e le strade che sono state invase da fiumi in piena di acqua e fango.  Disagi maggiori si sono registrati in Località San Paolo-Paltelli a Lama e Via della Peschiera a Selci. Tanti gli allagamenti e le chiamate giunte al comando di Polizia Municipale di San Giustino da parte di cittadini preoccupati per l’abbondante fango che si è riversato anche lungo le arterie principali. Le strade sono state trasformate in fiumi in piena di acqua e fango. Nella zona anche nelle prossime ore sono da attendersi piogge e temporali localmente intensi. Nel frattempo vi ricordiamo che per tutti gli ulteriori dettagli è possibile come sempre consultare sia il nostro sito e sia il nostro canale Youtube.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: