Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 30 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Violento TIFONE GONI verso le FILIPPINE con venti ad oltre 260 km/h, evacuate oltre 200 mila persone

METEO - Violento TIFONE GONI verso le FILIPPINE con venti ad oltre 260 km/h, evacuate oltre 200 mila persone per l'arrivo della super tempesta

METEO – Violento TIFONE GONI verso le FILIPPINE con venti ad oltre 260 km/h, evacuate oltre 200 mila persone
Ciclone, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Meteo estremo nel mondo, tra tifoni e grandine record

    Meteo – Proseguiamo la nostra consueta rubrica riguardante gli eventi meteo estremi nel mondo. Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato del tifone Molave che ha colpito il Vietnam nei giorni scorsi, provocando almeno 21 vittime e decine di dispersi; rimanendo sempre in tema di eventi estremi, una grandinata eccezionale ha colpito ad inizio settimana la Libia, con grandine misurata fino a 10 cm di diametro ed ingenti danni. In questo articolo, invece, vi parleremo del super tifone Goni, attualmente di categoria 5, diretto nelle prossime ore verso le Filippine, dove è stato dichiarato la stato di allerta.

    Tifone Goni verso le Filippine, evacuate oltre 200 mila persone

    Tifone Goni – Dopo il passaggio con ingenti danni del tifone Molave sul Vietnam, un’altra parte del mondo è in massima allerta per l’arrivo di un super tifone; si tratta delle Filippine in apprensione per l’arrivo di Goni, attualmente a largo del Mare delle Filippine con venti ad oltre 260 km/h. Nelle prossime ore il tifone, di categoria 5, raggiungerà le Isole con venti attesi fino a 250 km/h. Le autorità locali hanno diramato uno stato di allerta, provvedendo all’evacuazione di oltre 200 mila persone. Gori, dopo il tifone Haiyan che ha procurato la morte di oltre 6000 persone, potrebbe essere il tifone più forte in transito sulle Filippine dal 2013.

    Meteo Italia con l’anticiclone

    Mentre alcune parti del mondo stanno facendo i conti con condizioni di forte maltempo, sull’Italia il quadro meteorologico appare decisamente più tranquillo. Il tempo risulta mediamente stabile su tutte le regioni, grazie all’espansione di un vasto campo anticiclonico sul Mediterraneo centro-occidentale. Tuttavia, l’anticiclone non sempre è sintomo di cieli sereni; l’elevato tasso d’umidità nei bassi strati e condizioni di subsidenza in accentuazione, sono alla base della presenza di nebbie e nubi basse sulla Pianura Padana e parte del centro. Ma quanto durerà l’anticiclone? Tornerà ben presto il maltempo anche sull’Italia? Vediamolo insieme nella prossima pagina.

     

  • Assenza di pioggia prolungata, maltempo lontano dall’Italia

    Il vasto campo anticiclonico che ci sta accompagnando in questo fine ottobre, potrebbe caratterizzare anche l’avvio dell’ultimo mese autunnale. La prima parte del mese di novembre, infatti, vedrà un’assenza prolungata di precipitazioni su gran parte dell’Italia, salvo qualche disturbo. Mentre al centro-sud ed Isole l’anticiclone garantirà tempo stabile per gran parte della prima decade del mese, una debole perturbazione potrebbe transitare sul nord Italia nella giornata di mercoledì, con il ritorno momentaneo delle piogge. Il bel tempo, tuttavia, potrebbe tornare protagonista già da giovedì 5 novembre, con un nuovo deciso rinforzo dell’anticiclone. Il maltempo, quindi, potrebbe rimanere lontano del nostro Paese a lungo.

  • Tifone Goni verso le Filippine, ma in Italia prevale l’anticiclone. Rimani sempre aggiornato con il Centro Meteo Italiano.

    Meteo – Anticiclone in rinforzo sull’Italia con tempo stabile, ma con nebbie e nubi basse al nord e parte del centro. Assenza di piogge prolungata? Per rimanere sempre aggiornato vi consigliamo di consultare il nostro sito ed il nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi!

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: