Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – VORTICE CICLONICO sull’ITALIA, la Protezione Civile dirama l’ALLERTA, lista città colpite

METEO - VORTICE CICLONICO si avvicina all'ITALIA e porta nuovi violenti TEMPORALI e possibili GRANDINATE: scatta l'ALLERTA della Protezione Civile, ecco la lista delle città coinvolte

Allerta meteo della Protezione Civile.
1 di 3
  • Goccia fredda in avvicinamento verso la nostra Penisola

    Abbiamo già parlato negli scorsi giorni di come un’ondata di violento maltempo potesse interessare l’Italia a partire da oggi, a causa del transito di una goccia fredda di origine atlantica che, dopo essere stazionata per un paio di giornate sul Mediterraneo occidentale e rinvigorita dall’inserimento di nuove correnti più fresche e instabili in arrivo dai quadranti settentrionali, sta ora transitando lentamente verso oriente. Ciò porta più di qualche grattacapo alla campana anticiclonica che fino a ieri avvolgeva interamente lo stivale portando clima anche tipico della piena estate, soprattutto al centro-sud.

    Nelle prossime ore peggiora al nordovest

    Nel pomeriggio l’instabilità oltre a colpire duramente la Sardegna si è estesa anche su alcuni settori delle regioni nordoccidentali in particolare quelli relativi alle Alpi marittime e zone limitrofe. Tuttavia, il progressivo avvicinamento del vortice ciclonico portato dalla goccia fredda precedentemente menzionata, sta estendendo le condizioni di maltempo ad alcune zone del Piemonte. Nelle prossime ore gli acquazzoni occasionalmente accompagnati anche da attività elettrica risulteranno ancora più diffusi.

    Maltempo sulle Isole Maggiori e sulle regioni nordoccidentali

    Il vortice ciclonico portato da una goccia fredda di origine atlantica si aziona nel Mediterraneo centro-meridionale e continuerà a portare maltempo con temporali a tratti anche intensi sulla Sardegna. Nella giornata di domani venerdì 11 settembre le zone regionali più colpite potrebbero essere quelle orientali, contrariamente a quanto avvenuto oggi. Forte maltempo con temporali intensi sulle aree tirreniche della Sicilia. Temporali in formazione nel pomeriggio anche sull’Appennino centrale, con sconfinamenti plausibili fino alle porte della Capitale. Acquazzoni sparsi sulle regioni nordoccidentali in particolare in quelle piemontesi. Maggiormente stabile e asciutto altrove, malgrado un aumento della nuvolosità soprattutto sul medio-basso versante tirrenico. PER I DETTAGLI SULLE PREVISIONI METEO DELLA VOSTRA CITTA’ CONSULTATE IL NOSTRO SITO.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna, con quantitativi cumulati moderati; sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte centro-meridionale e sulla Sicilia centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, resto del Piemonte, Liguria, Lombardia occidentale e settentrionale, Appennino emiliano, Trentino Alto Adige, Toscana, Umbria, Lazio, settori occidentali di Abruzzo e Basilicata e sui settori meridionali di Campania, Sicilia e Calabria, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: massime in locale sensibile diminuzione su Sardegna, Sicilia, Piemonte e Lazio; valori massimi localmente elevati sulle restanti zone pianeggianti del Sud. Venti: localmente forti settentrionali sulla Liguria. Mari: molto mosso il Mar Ligure al largo. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta gialla, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino che vi abbiamo riportato, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Venerdì 11 settembre 2020: ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Lombardia: Bassa pianura occidentale, Laghi e Prealpi Varesine, Nodo idraulico di Milano, Appennino pavese. Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale, Valle Tanaro. Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Bacino del Fiume Simeto, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline. Sardegna: Bacini Flumendosa – Flumineddu, Iglesiente, Campidano, Bacini Montevecchio – Pischilappiu, Gallura, Bacino del Tirso, Logudoro. Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Bacino del Fiume Simeto, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie.
    Interessati dunque dall’allerta tutti i capoluoghi della Sardegna e i seguenti: Catania, Agrigento, Trapani, Messina, Palermo, Torino, Cuneo, Novara, Vercelli, Milano, Pavia, Monza, Varese.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: