Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 21 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – WEEKEND all’insegna dei TEMPORALI e dei NUBIFRAGI: arriva la GOCCIA FREDDA, ecco i dettagli

METEO - La SACCATURA POLARE che affonderà domani sul Mediterraneo centrale si isolerà a GOCCIA FREDDA nel prossimo WEEKEND: arrivano NUBIFRAGI e TEMPORALI, ecco le ZONE COLPITE

Arriva la tempesta del weekend.
1 di 3
  • Flusso atlantico in discesa, Mediterraneo nel mirino

    E’ subentrato l’autunno e si vede: da qualche giorno che si assiste nella nostra Penisola ad un peggioramento delle condizioni meteo piuttosto intenso dovuto ad un abbassamento del flusso atlantico verso il Mediterraneo centrale. Tale affondo delle correnti atlantiche (anche denominate polari marittime) giocoforza ha costretto l’Alta pressione ad arretrare e, nonostante manchi un vero e proprio minimo depressionario, il maltempo ha colpito e sta duramente colpendo anche abbastanza diffusamente soprattutto le regioni centro-settentrionali dello stivale. In queste ore una nuova ondata di intensi temporali e nubifragi sta colpendo l’Italia, come annunciato nel pomeriggio.

    Un affondo polare mette la freccia sull’Italia

    Un nuovo impulso del flusso atlantico richiamerà aria più fredda dai quadranti polari e in distacco direttamente dalla Groenlandia: tali correnti inizieranno ad affondare in maniera più decisa dalla seconda parte della giornata di domani venerdì 25 settembre, portando un ulteriore calo delle temperature oltre che a rinnovate condizioni di maltempo soprattutto al centro-nord. Conseguentemente ad un ulteriore calo termico, anche la quota neve si abbasserà su altitudini relativamente basse (intorno ai 1400/1500 metri) tornando ad imbiancare le cime alpine, come avevamo annunciato anche nella passata settimana.

    Nel weekend isolamento a goccia fredda della saccatura polare

    Stando alle attuali proiezioni modellistiche dei principali centri di calcolo sembrerebbe che nel prossimo fine settimana, la saccatura di origine polare marittima alla quale abbiamo accennato in precedenza si isolerebbe a goccia fredda. Lo scorrimento persistente di correnti più fresche ed umide ad alta quota innescherebbe una ciclogenesi tutta tirrenica (almeno inizialmente) con la formazione di forti temporali e possibili nubifragi che avvolgerebbero soprattutto il medio-basso versante tirrenico, non risparmiando però anche parte del settore adriatico. Il tutto verrebbe accompagnato da un ulteriore calo termico che interessa soprattutto il centro-sud.

  • Campania e Calabria a rischio maggiori nubifragi

    Tra le regioni che verranno maggiormente colpite dal maltempo, sono soprattutto la Campania e la Calabria quelle a maggior rischio dell’arrivo di temporali e nubifragi. Il nord, eccezion fatta per le regioni nordorientali, potrebbe essere saltato dall’instabilità, seppur le correnti più fresche saranno responsabili anche qui di un ulteriore abbassamento sensibile delle temperature.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: