Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 6 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – WEEKEND, ANTICICLONE sì, ma occhio ai TEMPORALI sempre in agguato, i dettagli

METEO - Nel WEEKEND ITALIA nel limbo tra l'ALTA PRESSIONE e una blanda circolazione INSTABILE: prevalente STABILITA', ma ATTENZIONE ai TEMPORALI, ecco i dettagli

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Disturbi temporaleschi al meridione

    Persiste anche nella giornata odierna una blanda circolazione instabile sul sud Italia a causa dell’affluire di correnti più umide e fresche di matrice atlantica in arrivo dai quadranti nordorientali. Tale ingresso di queste correnti è determinato dalla presenza di una goccia fredda (la stessa che ha investito in maniera diretta l’Italia nei passati giorni) che ora è andata posizionandosi tra la Penisola balcanica e quella turca. Ne deriva che l’instabilità continua oggi a caratterizzare il meridione, anche se nelle prossime ore è atteso un miglioramento graduale (salvo alcune zone) come abbiamo approfondito maggiormente all’interno di un apposito editoriale.

    Danni a Taranto e provincia ieri

    Sebbene la circolazione depressionaria che sta interessando l’Italia nelle ultime ore sia pressoché blanda (il cuore del maltempo è situato, come scritto in precedenza, tra la Grecia e la Turchia) i temporali che ne scaturiscono però non sempre appaiono gestibili, anzi: tra il tardo pomeriggio e la prima serata di ieri infatti, un violento sistema temporalesco ha colpito in pieno la città di Taranto e alcune aree della sua provincia (soprattutto orientali) dove diversi sono stati i disagi e i danni segnalati a causa di diversi allagamenti. Sull’argomento abbiamo tuttavia dibattuto in un apposito editoriale.

    L’Anticiclone continuerà a spingere da sudovest per tutto il weekend

    Andiamo dunque ad illustrare quella che sarà l’evoluzione meteo attesa per il prossimo fine settimana: stando ai principali centri di calcolo infatti, l’Anticiclone (i cui effetti sono pressoché già noti sulle regioni centro-settentrionali con ampi sprazzi di cielo sereno accompagnati anche da un rialzo delle temperature) di matrice afroazzorriana continuerà a spingere dai quadranti sudoccidentali, cercando di scalfire la goccia fredda presente ad oriente e per quanto possibile allontanarla. A poco a poco, come vedremo, riuscirà nel suo intento, ma nel mentre continueranno a persistere alcuni disturbi di maltempo, come vedremo.

  • Instabilità persistente al sud

    La giornata più instabile sarà senz’altro quella di domani sabato 8 agosto, ma il maltempo caratterizzerà in maniera isolata alcune zone del meridione anche nella giornata di domenica 9. Anzi, a quel punto, un nuovo sbilanciamento del flusso atlantico verso il continente europeo, potrebbe portare un nuovo peggioramento sulle regioni settentrionali, che si presenterebbe però anche in quel caso a carattere pressoché isolato. Vediamo nel dettaglio le zone colpite tra sabato e domenica.

  • Calabria e Sicilia tirrenica nel mirino di acquazzoni intermittenti, possibili fenomeni al nord Italia per domenica

    Per la giornata di sabato 8 e domenica 9 agosto il sud Italia dunque verrà ancora interessato dallo sviluppo localizzato di temporali che questa volta colpiranno principalmente i settori interni, con difficili sconfinamenti verso le coste, dove comunque saranno possibili acquazzoni tra la serata e la nottata ventura (interessate Calabria e Sicilia tirrenica). Domenica pomeriggio il maltempo potrebbe tornare a coinvolgere localmente alcuni settori del settentrione, in particolare quelli montuosi, in miglioramento comunque in serata.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: