Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 21 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – WEEKEND di TEMPESTA in arrivo, con violenti TEMPORALI e GRANDINATE. Torna la NEVE anche in Appennino, i dettagli

METEO - Un WEEKEND di TEMPESTA attende la nostra Penisola grazie ad un ATTACCO POLARE: TRACOLLO TERMICO, TEMPORALI e GRANDINATE. E torna la NEVE anche in Appennino, ecco tutti i dettagli

Weekend tempestoso alle porte dell'Italia.
1 di 3
  • Fase perturbata in Italia

    Assistiamo da qualche giorno a questa parte ad una fase perturbata che coinvolge più o meno tutti i settori della nostra Penisola, con i fenomeni più intensi che fino a questo momento si sono concentrati sulle regioni centro-settentrionali, non risparmiando comunque anche alcune zone del meridione come ad esempio Napoli in mattinata, dove il maltempo ha causato diversi danni e disagi e persino un ferito. Fin qui la parentesi instabile è stata determinata da un corridoio di aria atlantica perennemente aperto con il Mediterraneo centrale, ma nel weekend si prepara un nuovo affondo perturbato, questa volta più freddo.

    Saccatura polare in affondo e successivo isolamento a goccia fredda, ecco l’evoluzione sinottica del weekend

    Già questa sera sono piuttosto evidenti sulle regioni settentrionali gli effetti di un affondo perturbato di origine polare marittima che ha portato e sta tutt’ora portando oltre che maltempo anche un tracollo delle temperature. Stando ai principali centri di calcolo, tale saccatura affonderà in maniera più decisa sul Mediterraneo centrale nelle prossime ore e porterà aria decisamente più fredda rispetto a quella che sta interessando in queste ore l’Italia. Successivamente ed entro domenica 27 settembre la saccatura dovrebbe isolarsi a goccia fredda e gettare le basi per una ciclogenesi tutta tirrenica. Quali effetti porterà nel nostro Paese tutto ciò?

    Spiccato maltempo soprattutto al centro-sud

    Questa volta l’ondata di maltempo potrebbe interessare principalmente il centro-sud: dopo infatti che il fronte freddo sta transitando proprio sul settentrione in queste ore, portando temporali, crollo termico e conseguentemente dunque anche il ritorno della neve sulle Alpi al di sopra dei 1400/1500 metri (localmente anche più in basso), esso raggiungerà il centro-sud entro la giornata di domani sabato 26 settembre. Determinerà lo sviluppo sporadico di temporali talvolta anche accompagnati da grandinate che colpiranno principalmente i settori tirrenici e in successivo sconfinamento sul versante adriatico.

  • Torna la neve sull’Appennino a partire già da questa notte

    Tornerà la neve sull’Appennino a partire già da questa notte, con i primi fiocchi che raggiungeranno quota 1700/1800 metri sull’Appennino centrale. Ma il momento migliore per forti nevicate sulla dorsale appenninica si presenterà senz’altro nella mattinata di domenica 27 settembre, quando la quota neve raggiungerà i 1600/1800 metri sul settore centrale e solo localmente più in basso. Previsti cumulati anche generalmente moderati.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: