Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 18 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – WEEKEND PERTURBATO, poi IRRUZIONE POLARE con BUFERE di NEVE anche in pianura, i dettagli

METEO - WEEKEND PERTURBATO alle porte dell'ITALIA, poi subito un'IRRUZIONE POLARE ad INIZIO SETTIMANA porterà la NEVE fino in pianura al nord, ecco tutti i dettagli

METEO – WEEKEND PERTURBATO, poi IRRUZIONE POLARE con BUFERE di NEVE anche in pianura, i dettagli
Maltempo, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Natale in compagnia del maltempo e della neve a bassa quota

    L’Anticiclone che per la prima parte di questa settimana ha caratterizzato in lungo e in largo il clima italiano salvo poche e locali eccezioni di maltempo, sta soccombendo sotto i colpi di una saccatura di origine artico marittima in affondo sul Mediterraneo centrale. Evidente il peggioramento a partire dalle regioni settentrionali, com’era già chiaro nel quadro previsionale di ieri, e nelle prossime ore, come vedremo nel prossimo paragrafo, l’instabilità si estenderà verso sud.

    Neve a quote sempre più basse sulla pedemontana emiliana, maltempo anche in parte del centro e del sud

    L’afflusso di correnti via via più fredde nelle prossime ore causeranno un netto peggioramento delle condizioni meteo anche su parte delle regioni centrali e di quelle meridionali, grazie al passaggio del fronte freddo della perturbazione. La neve continuerà a scendere copiosamente sull’Emilia e in particolare nella pedemontana emiliana, dove la quota si abbasserà progressivamente in serata fino a raggiungere i 300/400 metri grazie al damming appenninico.

    Weekend perturbato, neve a quote basse sul settore adriatico

    Per quanto riguarda l’evoluzione meteo attesa nel prossimo weekend ormai alle porte, si prevede un fine settimana post natalizio particolarmente perturbato, soprattutto nella prima parte. Nella giornata di domani sabato 26 dicembre, nonché festività di Santo Stefano, il peggioramento si sposterà sul settore adriatico dove il continuo afflusso di correnti fredde di matrice artico marittima provenienti dall’Europa balcanica determineranno un progressivo abbassamento della quota neve: si partirà infatti da nevicate dai 1200/1300 nelle prime ore della notte, per arrivare fin sui 200/300 metri in tarda serata, sebbene con fenomeni in attenuazione, stando a ciò che prospettano i principali centri di calcolo.

  • Domenica residua instabilità

    Le correnti artiche risulteranno in rapido allontanamento già dalle prime ore della giornata di domenica 27 dicembre e di conseguenza è atteso un miglioramento delle condizioni meteo sui settori centrali adriatici, a scapito di instabilità residua che riguarderà in particolare il sud Italia. Tuttavia dalla serata un nuovo peggioramento questa volta di stampo polare marittima si appresta a raggiungere l’Italia con le prime piogge e nevicate a partire dai 700/800 metri (in successivo abbassamento) tra Toscana e Liguria.

  • Neve fino in pianura sulle regioni settentrionali lunedì

    Il peggioramento previsto a partire dalla serata di domenica si estenderà fin dalle prime ore della notte di lunedì 28 dicembre sulla gran parte del nord Italia con nevicate intense e fino in pianura. Accumuli ingenti attesi sull’arco alpino, mentre in pianura localmente potrebbero raggiungere i 20/30 centimetri. Tuttavia, sul dettaglio previsionale approfondiremo nei prossimi giorni.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin dall'adolescenza, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 ora studente universitario. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia