NEVE: paesaggi invernali in Italia sia sulle Alpi che in Appennino

Pubblicato da Roberto Schiaroli

Neve fino a 800 metri di quota in Appennino settentrionale, fiocchi anche al centro oltre i 1000 metri.

Segnala
Neve in Appennino in queste ore, Sestola. Fonte meteosestola.it
  • Neve nelle ultime ore sulle Alpi fino a 600 metri di quota

    Nevicate nelle ultime 24 ore hanno interessato i settori alpini Lombardi e del Triveneto al di sopra degli 600 metri con apporti al suolo da moderati ad abbondanti specie sul Veneto, Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Tuttavia nella giornata di oggi il tempo al nord Italia è in miglioramento con il sole tornato a prevalere un pò su tutte le regioni mentre al centro e al sud Italia avremo la possibilità di precipitazioni sparse, anche nevose in Appennino. Il tutto viene ampiamente anticipato anche nei precedenti editoriali con le ultimissime proiezioni dei modelli meteo elaborati dal nostro centro di calcolo.

    Appennino bianco in queste ore grazie al ritorno della neve fino a 800 metri di quota

    Sull’ Italia è in transito una perturbazione di matrice nord-Atlantica e con essa correnti più fredde in quota. Sulla foto accanto siamo sull’ Appennino settentrionale alle pendici del monte Cimone dove nelle ultime ore è tornata a cadere la neve con i fiocchi scesi fino a quota 800 metri. In queste ore le precipitazioni insistono tra Romagna, Emilia, Marche e Toscana, così come ampiamente dal nostro meteorologo Roberto Schiaroli nel precedente editoriale. Tuttavia se consultate le ultimissime carte dei modelli elaborati dal nostro centro di calcolo, potete vedere che il maltempo si sposterà ben preso sulle regioni meridionali d’ Italia.

  • A metà settimana torna il bel tempo in gran parte della penisola

    Stando alle ultime uscite dei modelli meteo il maltempo insisterà ancora sull’ Italia centro-meridionale. Oggi piogge, temporali e nevicate interesseranno gran parte delle regioni centro-meridionali mentre nella giornata di domani le precipitazioni si concentreranno al sud, specie tra la Sicilia occidentale e la Sardegna orientale con fenomeni temporaleschi localmente intensi. Dalla giornata di Giovedì poi l’ Anticiclone dominerà lo scenario meteo in gran parte dell’ Italia con sole prevalente e clima di nuovo primaverile da nord a sud eccetto in Sicilia e in Sardegna dove si potranno sentire ancora gli effetti della depressione sul nord-Africa. Nel frattempo, per ulteriori dettagli, come sempre vi ricordiamo che potete rimanere costantemente aggiornati sul nostro sito meteo e potete anche seguirci ed ovviamente iscrivervi sul nostro canale youtube.

Iscriviti alla nostra newsletter

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter