Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

PREVISIONI METEO – Il FLUSSO ATLANTICO sfida l’ANTICICLONE MOSTRUOSO: sarà MALTEMPO, ecco dove e quando

PREVISIONI METEO - Il FLUSSO ATLANTICO sfida l'ANTICICLONE: accusa il colpo e arriva il MALTEMPO, ma non ovunque. Ecco allora quali saranno le zone colpite

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Generica stabilità in Italia, salvo qualche eccezione al nordest

    Nella giornata odierna così come da qualche giorno a questa parte e precisamente da inizio settimana, sono ancora evidenti sulla maggior parte della nostra Penisola gli effetti della rimonta di un robusto campo di Alta pressione. Da lunedì infatti, l’Anticiclone ha definitivamente allontanato le correnti più instabili e fresche provenienti dal Mediterraneo orientale, in favore di un netto e nitido miglioramento delle condizioni meteo su tutta Italia. Cieli infatti in prevalenza soleggiati o poco nuvolosi caratterizzano quasi tutte le aree del nostro Paese, eccezion fatta localmente per il reatino dove è presente qualche pioggia e delle Alpi nordorientali.

    Goccia fredda in avvicinamento da nordest oggi

    Dal punto di vista sinottico nella giornata di oggi troviamo movimenti che interessano in maniera diretta la nostra Penisola: in particolare, una goccia fredda proveniente dai Paesi europei più orientali che ha già causato diverse alluvioni con danni e disagi ingenti in alcuni Paesi balcanici quali la Serbia e la Bosnia ed Erzegovina, si sta avvicinando minacciosamente verso la nostra Penisola dai quadranti nordorientali. L’Alta pressione tenderà generalmente a resistere, ma non senza qualche visibile cedimento in grado di portare un peggioramento delle condizioni meteo in Italia che riguarderà nelle prossime ore alcuni settori, vediamo quali.

    Prossime ore con il maltempo intenso in Italia

    Nelle prossime ore dunque la progressione della goccia fredda di cui sopra determinerà un peggioramento delle condizioni meteo sulla nostra Penisola grazie ad un lieve cedimento dell’Alta pressione e che interesserà esclusivamente alcuni settori delle regioni settentrionali, in particolare quelli in prossimità dell’arco alpino. Tuttavia, maltempo anche intenso potrebbe raggiungere anche città quali Torino e Milano portando temporali e anche possibili grandinate, il tutto con un calo sensibile delle temperature al passaggio dei fenomeni. Sul dettaglio previsionale abbiamo tuttavia approfondito all’interno di un apposito editoriale. Questa evoluzione sinottica garantirà qualche disturbo anche per domani venerdì 26 giugno, come vedremo.

  • Domani goccia fredda viene assorbita da una saccatura atlantica in scorrimento verso nordest dalla Penisola iberica

    Nella giornata di domani venerdì 26 giugno il campo sinottico europeo vedrà ancora delle significative variazioni, con una saccatura di origine atlantica che in queste ore sta colpendo la Penisola iberica e che appunto per domani, con la sua traslazione verso nordest, assorbirà quella che è la goccia fredda che causerà nelle prossime ore maltempo intenso al nord Italia. Ciò favorirà un flusso atlantico più sbilanciato verso il continente europeo.

  • Temporali su arco alpino e zone limitrofe

    La situazione sinottica prevista per domani venerdì 26 giugno porterà ancora alla formazione di temporali all’interno della nostra Penisola che nella fattispecie interesseranno ancora una volta l’arco alpino e le zone limitrofe. I fenomeni distribuiti in maniera sparsa colpiranno localmente anche in maniera intensa. Il centro-sud rimane invece avvolto dalle grinfie dell’Alta pressione, con generale bel tempo e clima tipicamente estivo.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: