Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 22 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

PREVISIONI METEO – Nuovo STOP all’ANTICICLONE, arriva il MALTEMPO con TEMPORALI e NUBIFRAGI? I dettagli

PREVISIONI METEO - Nuovo immediato STOP all'ANTICICLONE a partire già da domani: rischio NUBIFRAGI e GRANDINATE al nord ITALIA, ecco i dettagli

Rischio nubifragi tra sabato sera e la notte.
1 di 3
  • Finita la fase di maltempo, non senza qualche disagio e danno

    E’ definitivamente tramontata nella giornata di oggi venerdì 22 maggio la fase di maltempo che ha interessato l’Italia nei passati giorni a causa del transito di una goccia fredda di origine atlantica sul Mediterraneo centrale. L’ondata di instabilità non è passata liscio sulla nostra Penisola, infatti non ha mancato di portare qualche danno e disagio in giro per lo stivale: ricordiamo tra gli episodi, il violento sistema temporalesco sulla Sardegna sudoccidentale e sul cagliaritano che ha portato qualche allagamento e le violenti grandinate che si sono abbattute dapprima in Umbria e successivamente anche nelle Marche, soprattutto nel maceratese.

    Anticiclone al via, temperature in aumento

    L’Alta pressione di matrice questa volta azzorriana che ha tra l’altro spinto la goccia fredda verso la Penisola balcanica dove è stata riassorbita da una saccatura di aria più fredda proveniente dal nord Europa, ha interessato e sta tutt’ora interessando in maniera evidente lo stivale in due differenti step: le regioni settentrionali sono alle prese con tali effetti già da un paio di giorni, quelle centrali da ieri e quelle del sud Italia da oggi. Le temperature appaiono generalmente gradevoli seppur in progressivo aumento, anche se non manca qualche picco che raggiunge i +30°C, soprattutto al centro-nord.

    Nuovo e immediato stop all’Anticiclone

    Tuttavia l’Anticiclone di matrice azzorriana si mostra piuttosto esteso, ma non così robusto: esso potrebbe infatti ricevere nel giro di brevissimo tempo un nuovo stop. Da parte di chi? Da parte di un cavo atlantico che per la serata di domani sabato 23 maggio è previsto affondare verso la nostra Penisola e lambire le regioni settentrionali. Ciò ovviamente, quando siamo ormai alle porte della stagione estiva, non mancherà di portare effetti proprio su alcune regioni del nord Italia, con le piogge e i temporali che potrebbero risultare anche particolarmente intensi come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Cavo atlantico, piogge temporali e grandinate al nord Italia per domani sera

    Il blando cavo atlantico in passaggio sulle regioni settentrionali dunque porterà a condizioni di maltempo solo su alcune regioni del nord Italia, quali Lombardia, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. I fenomeni potranno risultare anche piuttosto intensi e a tratti a carattere di nubifragio soprattutto sulle aree settentrionali della Lombardia, in Trentino, sul Veneto settentrionale e sul Friuli Venezia Giulia.

  • Altrove il tempo rimarrà stabile ma col clima gradevole

    Sulle restanti regioni italiane in particolare del centro-sud, a prevalere sarà ancora l’Anticiclone delle Azzorre dove saranno piuttosto evidenti i suoi effetti: oltre alla stabilità infatti i cieli rimarranno anche sereni, eccezion fatta per qualche addensamento nuvoloso lungo la dorsale appenninica che potrebbe generare anche qualche locale temporale per domenica 24. In ogni caso altrove il clima rimane gradevole e anche piuttosto ventilato, soprattutto lungo la fascia costiera.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: