Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 13 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Violento nubifragio causa esondazioni e danni a Sassari: fiumi di fango, evacuazioni e salvataggi

Nubifragio nel sassarese: disagi in città, allagamenti e automobilisti messi in salvo

Forte maltempo in Italia. Foto repertorio, fonte Pixabay
1 di 4
  • Forte maltempo in Italia, colpite tutte le regioni

    Il maltempo sta colpendo tutta l’Italia, non solo il nord-ovest come abbiamo visto negli ultimi giorni e in particolare Genova, Savona e Imperia, oltre che il Piemonte e la Valle d’Aosta. Situazione critica anche in parte del sud e in Sardegna, dove sta continuando a piovere con insistenza. Nemmeno le regioni del medio Adriatico sono state risparmiate e tra il pomeriggio di ieri e la mattinata odierna forti piogge hanno interessato Marche e Abruzzo, soprattutto ascolano e teramano, dove il forte vento di scirocco ha causato anche alcuni danni, specie in Abruzzo. Adesso la situazione va lentamente migliorando anche se il tempo rimarrà instabile per tutta questa settimana, soprattutto al nord e lungo il Tirreno.

    Nubifragio quest’oggi a Sassari

    Poche ore fa, un forte nubifragio ha interessato la zona del sassarese, nel nord della Sardegna, dove la pioggia sta continuando a cadere con insistenza. Le forti piogge che vanno avanti da ieri sera, hanno determinato l’esondazione del Rio Calamasciu, dove, in particolare nella zona di Predda Niedda i Vigili del Fuoco stanno evacuando negozi e strutture commerciali. Il fango ha invaso strade e parte delle abitazioni, soprattutto i piani bassi, numerosi sono stati anche i disagi per gli automobilisti. Inoltre, si stanno riscontrando problemi anche lungo la linea ferroviaria, sospesa infatti nel tratto Porto Torres-Chilivani.

    Evacuate scuole a Caniga

    Le strade sono state invase da fango e detriti e numerosi sono stati gli allagamenti in tutta la provincia, dove continua a piovere. A Caniga, sono stati evacuati i due edifici della scuola d’infanzia e della scuola primaria. Inoltre, in corso Pascoli è saltato un tombino e nel giro di pochi minuti gli allagamenti sono stati diffusi. Un’auto è finita dentro al tombino con una ruota. In via Gramsci allagamenti diffusi davanti al supermercato con problemi sia per gli automobilisti che per i pedoni.

  • Automobilisti tratti in salvo

    La 131 è stata chiusa a causa dell’esondazione del Mascari e fiumi di fango che hanno invaso le carreggiate. Traffico deviato verso Ossi, dove alcuni automobilisti sono rimasti impantanati tra acqua e fango e hanno avuto bisogno di soccorsi immediati. Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco ha permesso loro di mettersi in salvo. La situazione resta instabile in tutta la Sardegna, allagamenti segnalati anche nell’oristanese e cagliaritano. Nel corso delle prossime ore le piogge dovrebbero cessare e quella di domani dovrebbe essere una giornata di tregua.

  • Maltempo Liguria: situazione ancora critica

    Situazione che resta critica in Liguria mentre la pioggia sta finalmente concedendo una tregua. Adesso a preoccupare sono fiumi e soprattutto frane, a causa di terreni ormai zuppi.  Come riportato da “genova.repubblica.it”. E’ stato soprattutto il savonese a risentire delle precipitazioni da record di questi ultimi giorni. Tutta la regione ha accusato i colpi del maltempo, sono circa 150 gli sfollati mentre sono circa 600 le persone considerate isolate perché le loro abitazioni erano irraggiungibili con mezzi a causa di frane e smottamenti.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo tra l’altro anche ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: