Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 23 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Bonus Diabete, esiste o no? Ecco a chi spetta e come ottenerlo

Bonus diabete, esiste o non esiste? Le cose da sapere e quali sono i sussidi a disposizione di chi soffre di questa patologia

Bonus Diabete, esiste o no? Ecco a chi spetta e come ottenerlo
Bonus Diabete, esiste davvero? Ecco a chi spetta e come ottenerlo - Foto Pixabay
1 di 2
  • Bonus Diabete, esiste davvero? Ecco a chi spetta e come ottenerlo

    Si sente spesso parlare di Bonus Diabete e, molte persone, si stanno chiedendo se esista davvero la possibilità di ottenere un indennizzo se si soffre di questa patologia. In realtà no, o meglio, non esiste un supporto economico specifico per chi soffre di diabete. C’è, però, la possibilità di incassare, se si possiedono i requisiti, un assegno di invalidità: come? Andiamo a scoprirlo di seguito. Leggi anche Diabete, ecco come la psiche può condizionare i valori della glicemia: i risultati di una ricerca di Harvard

    Bonus Diabete: non esiste

    In rete è circolata una notizia non del tutto falsa ma, sicuramente, non corretta. Infatti, l’INPS non ha disposto alcun Bonus Diabete. Tuttavia, chi soffre di questa patologia può beneficiare dell’assegno di invalidità e, qualora sussistessero i requisiti, anche dell’assegno di accompagnamento, come stabilito dalla legge 104/1992. Questo perché il diabete è stato annoverato tra le patologie invalidanti, che non sempre permettono a chi ne è affetto di poter condurre una vita totalmente normale. Spesso, infatti, è necessario assentarsi dal lavoro per sottoporsi a monitoraggi insulinici utili all’aggiustamento della terapia oppure, durante la giornata, si ha necessità di fare diverse pause per potersi alimentare secondo le direttive mediche e per poter assumere l’insulina. Leggi anche La dieta mediterranea può ridurre il rischio di diabete: i risultati di una ricerca

    Cosa spetta, secondo la legge 104, ai malati di diabete

    Per tutti i motivi sovraelencati, quindi, chi soffre di diabete può fare richiesta per ottenere l’assegno di invalidità civile e, se necessario, l’accompagnamento.

    Ecco quali sono i requisiti necessari per poter ottenere l’indennizzo:

    • essere affetti da diabete mellito 1 o 2 con manifestazioni cliniche, certificate da un medico specializzato in diabetologia o patologie metaboliche, di media gravità. In questo caso verrà riconosciuta un’invalidità che va dal 41% al 50%;
    • soffrire di diabete mellito 1 o 2 con annessa insulino-resistenza, con comprovate crisi ipoglicemiche e sintomi correlati come ipercolesterolemia e iperlipidemia. In questo caso l’invalidità riconosciuta sarà compresa tra il 51% e il 60%;>avere il diabete mellito 1 o 2 in fase avanzata o con complicanze certificate come gravi ossia cecità, maculopatia o retinopatia, nefropatia. Questi soggetti sono classificati come non autosufficienti e inabili a diverse tipologie professionali, quindi hanno diritto a un riconoscimento di invalidità compreso tra il 91% e il 100% e, nella quasi totalità dei casi, anche dell’assegno per l’accompagnamento. Leggi anche Diabete, un cerotto sperimentale e indolore potrà aiutarci a testare i livelli della glicemia e a somministrare farmaci

  • Come ottenere l’invalidità per diabete

    Per vedersi riconosciuto l’assegno di invalidità per diabete è necessario aprire una pratica facendo richiesta, tramite il proprio medico di base o specialista, con gli organi competenti. Sarà necessario presentare tutta la documentazione medica e sottoporsi a una visita da parte del medico legale, che confermerà la sintomatologia e autorizzerà l’erogazione degli assegni a cui si ha diritto.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: