Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 17 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Tumore al cervello, nuova tecnica che rappresenta la svolta: ecco cosa accade in soli tre minuti

Tumore al cervello, nuova tecnica che rappresenta la svolta: ecco cosa accade in soli tre minuti. Fonte foto: theworldnews.net
1 di 3
  • La nuova tecnica radioterapica Hi-Tech aggredisce “in una unica seduta di tre minuti fino a dieci metastasi intracraniche contemporaneamente

    Tumore al cervello, nuova tecnica che rappresenta la svolta: ecco cosa accade in soli tre minuti. Fonte foto: theworldnews.net

    Tumori, la nuova tecnica italiana si sta dimostrando un successo

    Una nuova tecnologia italiana per la cura contro il cancro al cervello che sfrutta l’utilizzo di onde radio ad alta frequenza sta facendo registrare eccellenti risultati. La tecnica, definita da TgCom24 ‘radioterapia supermirata’ fa parte di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Cancer research and Clinical oncology ed è stato condotto dallʼIrcss di Negrar, a Verona, coordinata dal Professor Filippo Alongi.

    La nuova tecnica per la cura del tumore al cervello

    La radiochirurgia non invasiva ha progressivamente sostituito, nella medicina moderna, le più obsolete tecnologie di radioterapia classica per combattere alcune tipologie di metastasi. Limite della nuova metodica, da diversi anni impiegata anche nella lotta al cancro al cervello, sta nell’impossibilità di aggredire più cellule tumorali nello stesso tempo: fino ad oggi, infatti, è sempre stata trattata una metastasi alla volta, costringendo il paziente a sottoporsi a diverse sedute. La nuova tecnologia sviluppata dal team italiano, però, si basa su un altissimo livello di sofisticazione Hi-Tech e, grazie ad un moderno software integrato ad altri macchinari, permette di colpire fino a dieci cellule differenti.

    Lo studio

    Lo studio dell’Ircss (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, a Verona, è stato avviato già nel 2017 e ora ha trovato la sua prima legittimazione da parte della comunità scientifica. Il nuovo metodo è stato testato su 64 pazienti, sottoposti alle radiazioni per diminuire la massa di 281 metastasi encefaliche. Il risultato è stato eccellente: nel 99% de casi, la visita di controllo effettuata a distanza di due mesi dalla seduta, ha evidenziato un arresto nella progressione della malattia e persino la regressione parziale o totale della crescita metastatica.

  • Le parole del Dottor Alongi: “In una seduta di tre minuti si colpiscono dieci metastasi”

    Il dottor Filippo Alongi, direttore dell’Unità operativa complessa di radioterapia oncologica e professore associato all’Università di Brescia, è a capo dello studio che ha permesso all’Italia di confermarsi Paese all’avanguardia nel campo degli studi radioterapici, ha spiegato così lo studio condotto dalla propria equipe: “Questa metodica permette di colpire in una unica seduta di tre minuti fino a dieci metastasi intracraniche contemporaneamente, in modo non invasivo, senza anestesia o bisturi“.

    Da valutare effetti sul lungo periodo

    Come spiegato da Alongi, lo studio versa ancora in una fase iniziale. Ora sarà importante valutare gli effetti a medio-lungo termine della terapia: “Stiamo continuando il follow-up dei pazienti – riporta TGCom24 – per capire quanto a lungo nel tempo questo risultato positivo possa essere garantito rispetto alle tecniche convenzionali“.

  • La portata scientifica

    Lo studio italiano pone un nuovo approccio nella cura dei tumori cerebrali. La possibilità di attaccare più metastasi contemporaneamente rende le sedute di radioterapia più efficaci e meno invasive per il paziente, che può così minimizzare le tempistiche massimizzando gli effetti di contrasto sulla progressione della malattia. Lo studio è ancora in una prima fase e, in un futuro prossimo, potrebbe apportare significativi miglioramenti nella lotta contro il tumore al cervello.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Danilo De Luca

Web editor dal 2013, scrittore per passione dacché mi ricordi. Innamorato delle parole e del loro potere intrinseco, mi piace sperimentare, giocare con i significati e con le molteplici forme del linguaggio verbale. Coltivo con distrazione ed enfasi intermittente interessi vari e incostanti, che spaziano dallo sport all’attualità, dalla politica alla letteratura. Divoro film e serie tv quando ne ho voglia, per puro diletto, amore per la scoperta, desiderio di confronto o noia. La tecnologia, in tutte le sue evoluzioni, applicazioni e conseguenze sociali, non cessa mai di affascinarmi e sorprendermi.