Martedì 20 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

Cancro, infarto e diabete: cosa mangiare per eliminare i rischi

Cancro, infarto e diabete
Cancro, infarto e diabete, fibre e cereali per ridurre il rischio
1 di 3
  • Uno studio della Nuova Zelanda rivela quali cibi sono consigliati per ridurre al minimo il pericolo. La dieta “aiuterebbe a salvare migliaia di vite

    Cancro, infarto e diabete

    Cancro, infarto e diabete, fibre e cereali per ridurre il rischio

    Cancro, infarto e diabete, fibre e cereali per ridurre il rischio

    Una dieta sana aiuta a prevenire il rischio di contrarre alcune tra le malattie più mortali al mondo. Tra di esse, cancro, infarto e diabete sono tra le più letali e, come riferisce un nuovo studio che giunge dalla Nuova Zelanda, esistono degli alimenti che, se integrati al proprio regime alimentare in modo pedissequo e nelle giuste proporzioni, possono ridurre – e di molto – il rischio di mortalità.

    Fibre e cereali per il proprio benessere

    La ricerca è stata condotto da Andrew Reynolds, ricercatore presso l’Università di Otago, in Nuova Zelanda, ed è stata pubblicata sulla rivista Lancet. Secondo lo studio, il consumo di fibre alimentari e di cereali integrali permetterebbe di abbattere in modo sostanziale l’esposizione al pericolo di contrarre cancro e diabete e sarebbe un ottimo sistema per prevenire infarti e ictus.

    Lo studio

    Lo studio, come riferisce AffariItaliani.it è stato commissionato al Professor Reynolds dalla OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e ha visto la collaborazione del ricercatore Jim Mann nelle vesti di coordinatore del progetto. L’analisi condotta dal team oceanico ha preso in considerazione 58 studi clinici e 185 ricerche sul campo in un arco temporale di circa 40 anni, rilevando come, nei soggetti soliti consumare una vasta quantità di fibre, fosse presente una minor quantità di colesterolo cattivo e di zuccheri nel sangue, tra le prime cause di infarti e ictus.

  • I benefici delle fibre

    Le fibre impiegano più tempo per essere assimilate dal’organismo, prolungando il senso di sazietà e inducendo dunque a mangiare di meno, con esiti positivi anche per ciò che concerne la flora batterica e, in ultima analisi, riducendo il rischio di contrarre un tumore al’intestino.

    Gli alimenti consigliati

    I ricercatori del campo indicano in 25-30g al giorno la quantità ideale di fibre da consumare per prevenire tumori, diabete, infarti e altre patologie legate al sistema cardiaco. Tra gli alimenti a maggior apporto fibroso, riporta sempre Affari Italiani, il professor Elaine Rush dell’Università della Tecnologia di Auckland ha indicato: fiocchi d’avena, pane integrale, lenticchie cotte, patate con la pelle, carote e mele. Consigliati anche i legumi in genere, piselli e fagioli in particolare, e poi prugne, lamponi e banane.

  • Raggiungere questi livelli è impegnativo”

    Un regime alimentare così delineato non è semplice da seguire, come ha spiegato John Cummings, docente presso la Dundee University: “Raggiungere questi livelli è impegnativo, ma realizzabile. Più persone devono prendere sul serio questo consiglio e aumentare l’assunzione di fibre, passando al pane integrale e mangiando più noci e fagioli. Aiuterebbe a salvare migliaia di vite.“.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Danilo De Luca

Web editor dal 2013, scrittore per passione dacché mi ricordi. Innamorato delle parole e del loro potere intrinseco, mi piace sperimentare, giocare con i significati e con le molteplici forme del linguaggio verbale. Coltivo con distrazione ed enfasi intermittente interessi vari e incostanti, che spaziano dallo sport all’attualità, dalla politica alla letteratura. Divoro film e serie tv quando ne ho voglia, per puro diletto, amore per la scoperta, desiderio di confronto o noia. La tecnologia, in tutte le sue evoluzioni, applicazioni e conseguenze sociali, non cessa mai di affascinarmi e sorprendermi.