Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 10 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

Colesterolo: durante le feste, +20% per 9 persone su 10. A dirlo è una ricerca danese

di

centro meteo italiano
1 di 3
  • Secondo uno studio dell’Università di Copenaghen, durante le feste natalizie il colesterolo aumenta vertiginosamente: “è molto sorprendente“. I risultati della ricerca

    feste di Natale

    Durante le feste di Natale, +20% di colesterolo rispetto all’estate

    Durante le feste di Natale, +20% di colesterolo rispetto all’estate

    Le feste di Natale sono un vero e proprio attentato alla forma fisica di ognuno di noi. Il cenone della vigilia, il pranzo di Natale, poi ancora Capodanno e l’Epifania rendono impossibile passare indenni le feste senza mettere su un po’ di chili. Il problema estetico, però, non è l’unico, né forse il più importante, lasciato in dote dalle abbuffate del periodo: uno studio danese, infatti, ha riscontrato un preoccupante aumento del colesterolo nella stragrande maggioranza della popolazione, durante le feste di Natale e fine anno.

    +20% nei valori di colesterolo

    La ricerca è stata condotto da un team del Dipartimento di Biochimica Clinica presso l’Ospedale di Herlev e Gentofte e dell’Ospedale universitario di Copenaghen e, come riferisce Fanpage.it, si è avvalsa di un campione di 25 mila dati riferiti ad altri e tanti cittadini dello stato scandinavo. L’analisi ha fatto emergere come, in 9 soggetti su 10, i valori di colesterolo presenti nell’organismo si attestavano su valori superiori in media del 20% rispetto a quelli dell’estate.

    Il campione

    Per rendere il test attendibile su ampia scala, è stato selezionato un campione molto eterogeneo, composto dalle cartelle cliniche di uomini e donne di età compresa tra i 25 e i 100 anni. Sono stati utilizzati gli esami del sangue effettuati dai soggetti nel periodo di dicembre-gennaio, quello critico a causa dei bagordi natalizi, e nel periodo di maggio-giugno: circa il 90% degli esami ha fatto emergere un aumento del colesterolo LDL, detto ‘colesterolo cattivo’, di almeno il 15%.

  • Il commento dell’autrice

    La professoressa Langsted, tra i ricercatori di punta dell’equipe che ha curato lo studio, ha così commentato i risultati ottenuti: “Il nostro studio mostra che i livelli di colesterolo sono influenzati dai cibi grassi che consumiamo quando festeggiamo il Natale. Il fatto che così tante persone abbiano valori alti di colesterolo subito dopo le vacanze di Natale è molto sorprendente“.

    Effettuare altre analisi

    Chiaramente, sottolinea la studiosa, le analisi effettuate nei periodi immediatamente successivi a quelli delle feste evidenziano una situazione che può essere difforme da quella reale, stimata nel corso di altri momenti dell’anno. Per tale ragione, è bene, prima di affrontare una terapia specifica, eseguire nuovamente il test in un altro periodo dell’anno.

  • I rischi del colesterolo

    Alti livelli di colesterolo LDL rappresentano una minaccia da non sottovalutare per la salute. Valori sopra la media di LDL sono tra i principali fattori di rischio per l’insorgere di ictus, infarti e altre patologie inerenti al sistema cardiovascolare. La prevenzione, che parte da una frequente attività di monitoraggio delle proprie condizioni di salute, è imprescindibile soprattutto per le perdone dai 50 anni in su.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia