Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 21 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, Conte annuncia: “Ci stiamo preparando alla campagna di vaccinazione. Mostriamo responsabilità durante le feste!”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte invita gli italiani ad essere responsabili prima, durante e dopo le festività natalizie per evitare ricadute pericolose

Coronavirus, Conte annuncia: “Ci stiamo preparando alla campagna di vaccinazione. Mostriamo responsabilità durante le feste!”
"Come presidente del G20 e partner della Gran Bretagna per la Cop26, l'Italia è impegnata a dare un contributo importante allo sforzo comune" di sviluppare "accordi ambiziosi e lungimiranti" nel quadro delle conferenze di Rio su clima, biodiversità e desertificazione. "L'impatto della pandemia sui nostri sistemi economici e sociali non dovrebbe diminuire la nostra determinazione". Lo dice il premier Giuseppe Conte al Climate Ambition Summit 2020. ANSA/FERMO IMMAGINE +++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++
1 di 3
  • Coronavirus, Conte annuncia: “Ci stiamo preparando alla campagna di vaccinazione. Mostriamo responsabilità durante le feste!”

    Il coronavirus continua ad affliggere l’Italia e, nonostante i continui inviti ad evitare gli assembramenti e rispettare sempre le norme anti COVID-19, negli ultimi giorni si sono viste scene incommentabili che lascerebbero pensare ad un arrivo anticipato della terza ondata (oltre che di misure ancor più stringenti per le festività natalizie). Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dunque, ha invitato tutti gli italiani a non ripetere quanto accaduto la scorsa estate, quando la superficialità di buona parte dei cittadini ha portato a un nuovo aumento dei casi e ad un’emergenza sanitaria che è stata contenuta solo dopo settimane di lockdiwn. “La nostra comunità nazionale – ha dichiarato il premier sul suo profilo ufficiale Facebook – pur tra mille difficoltà è riuscita a mostrare un forte spirito di coesione e un grande senso di responsabilità. Sono convinto che continueremo a mostrare questa saldezza anche nelle prossime settimane, in occasione delle festività natalizie”. IL CTS CHIEDE MISURE PIÚ RIGIDE PER NATALE: ECCO LO SCENARIO

    Le parole di Conte

    Dobbiamo continuare a impegnarci – ha aggiunto Conte sui social – e a mantenerci vigili per contrastare il contagio e dobbiamo predisporci ad aderire coralmente alla campagna di vaccinazione. Sarà una mobilitazione che coinvolgerà tante piazze italiane e che sarà identificata con il simbolo della primula. Il fiore, primo a sbocciare dopo il lungo inverno, accompagnerà simbolicamente tutte le fasi della campagna verso un ideale, graduale risveglio, della nostra vita sociale. Questa volta, la sua rinascita sarà anche la nostra“. C’è però da fare i conti con la testardaggine di parte della cittadinanza, particolarmente incurante delle regole e per la quale, forse, servirebbero pene più rigide. Il rischio di tornare in lockdown, infatti, non è così basso e le festività natalizie sono ormai alle porte…

    Si decide sugli spostamenti tra Comuni nelle festività

    Quando mancano poco più di dieci giorni al Natale, si continua a discutere sulla possibilità di consentire gli spostamenti tra Comuni nei giorni delle festività. Il decreto in vigore, lo ricordiamo, vieta gli spostamenti tra i Comuni nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio a prescindere dalla zona di appartenenza della propria Regione. Dopo le proteste arrivate da diversi fronti, però, si è fatta larga l’ipotesi riguardante l’allentamento del divieto in questione.

    CONTINUA A LEGGERE

  • Boccia e Speranza contrari all’allentamento del divieto

    L’intenzione del Governo, in tal senso, appare chiara. Secondo Speranza e Boccia, come riporta Il Messaggero, non dovrebbe esserci un allentamento del divieto ma anzi le misure dovrebbero essere rese più dure. Nella realtà dei fatti, però, qualcosa potrebbe succedere: a decidere sarà il Parlamento e cosa succederà lo sapremo prima di mercoledì, quando in Senato saranno votate le mozioni di maggioranza e opposizioni.

  • Coronavirus, il bollettino di lunedì 14 dicembre 2020

    Nelle ultime 24 ore sono stati 12.030 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia, mentre ieri erano stati 17.938. Diminuiscono i tamponi effettuati: 103.584, contro i 152.697 di ieri. La percentuale di positivi è all’11,6% (ieri 11,7%). Sono 491 i morti, 63 i pazienti in meno in terapia intensiva. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute del 14 dicembre.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: