Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, Conte su Natale e Capodanno: “Escludo veglioni e abbracci”, le parole del premier

Coronavirus, Conte su Natale e Capodanno: "Escludo veglioni e abbracci", le parole del premier. I dati sul contagio

Coronavirus, Conte su Natale e Capodanno: “Escludo veglioni e abbracci”, le parole del premier
Coronavirus, Conte su Natale e Capodanno: "Escludo veglioni e abbracci", le parole del premier (Foto Youtube)
1 di 3
  • Coronavirus, Conte su Natale e Capodanno: “Escludo veglioni e abbracci”, le parole del premier

    Conte ha firmato il nuovo Dpcm che sarà operativo dal 6 novembre al 3 dicembre in Italia. La situazione è difficile in tutta Europa ed anche in Italia sono state prese misure più restrittive, anche se non ci sarà un lockdown nazionale. In merito alle festività natalizie il premier Giuseppe Conte ha dichiarato: “Non sto pensando a un Natale con veglioni e abbracci, dobbiamo sempre rispettare le regole”, se ci arriviamo “con un po’ di serenità” anche la ripresa dei consumi ne gioverà, come riporta gazzettadelsud.it. Coronavirus Lombardia, con il nuovo Dpcm cosa cambia per i supermercati e le altre attività? Ecco tutti i dettagli

    Il confronto con le Regioni

    Il premier ha spiegato anche che c’è stato ampio confronto con le Regioni. Il sistema è stato elaborato e approvato con i rappresentanti delle stesse.’ È improprio dire confronto con le Regioni, sono parte integrante. Confronto solo con comunità scientifica e cittadini’.  Ha continuato poi dicendo che non è possibile negoziare e contrattare sulla salute dei cittadini.  Le decisioni verranno prese dal ministro sentito il presidente della Regione ma non verrà negoziato, ha concluso. Coronavirus, scoppia la rivolta dei governatori: “In zona rossa a nostra insaputa”

    Ecco quando serve l’autocertificazione

    Con le nuove misure torna anche l’autocertificazione. Vediamo dove serve. L’autocertificazione sarà necessaria in tutte le zone per spostarsi dopo il coprifuoco che scatta in tutta Italia alle 22 a partire da venerdì 6 novembre. Se lo spostamento è legato a un’urgenza non si deve indicare il nominativo della persona da cui ci si reca per motivi di privacy. Il modulo servirà anche per entrare e uscire nelle regioni in zona rossa solo per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute e per altri motivi ammessi dalle vigenti normative. Leggi anche: Covid-19, Azzolina: “Situazione seria ma rivoglio presto tutti in classe”, le dichiarazioni della Ministra dell’Istruzione

    CONTINUA A LEGGERE

  • Coronavirus, il bollettino di mercoledì 4 novembre 2020

    Sono 30.550 i nuovi contagi di coronavirus in Italia (martedì 28.244), a fronte di 211.831 tamponi giornalieri effettuati (martedì 182.287), con la percentuale di positivi che cala al 14,4%. Le vittime sono 352 in 24 ore, mentre le terapie intensive raggiungono quota 2.292 (+67). È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 4 novembre sulla situazione coronavirus in Italia.

  • L’ira dei governatori

    Alcuni governatori però hanno manifestato la propria disapprovazione sulle nuove norme. In particolare, Fontana, si è lamentato per la decisione presa poiché basata su dati vecchi. Protesta anche del governatore siciliano, Musumeci, che ritiene questa una scelta assurda e irragionevole. Protesta anche del presidente Nino Spirlì che ha appreso con rabbia e sgomento solo alle ore 20 che la Regione Calabria sarebbe rientrata nella zona rossa, con disastrose conseguenze sull’economia.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: