Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 30 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, D’Amato furioso: “Pullman esteri aggirano controlli, se necessario mandiamo medici e infermieri alla barriera autostradale di Roma Nord”

Coronavirus, D'Amato (Assessore alla Sanità del Lazio) senza freni: "Da quando abbiamo istituito i controlli sanitari, i pullman dall'estero raramente giungono a Tiburtina. Se necessario gli infermieri li mandiamo alla barriera autostradale di Roma Nord"

Epidemia da Coronavirus. Fonte foto: ansa.it
1 di 3
  • Coronavirus, da oltre un mese è ormai possibile viaggiare in Paesi extra-UE

    Sono ormai trascorsi quasi cinque mesi da quel 10 marzo, data in cui il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte sottoscrisse un DPCM secondo cui era stata posta la quarantena obbligatoria per l’Italia intera. Dopo l’inizio della fase 2, in vigore dal 4 maggio, a partire da lunedì 18 maggio c’è stata la riapertura di alcune attività, mentre dalla giornata di mercoledì 3 giugno è subentrato un nuovo e ulteriore allentamento delle misure restrittive con liberi spostamenti all’interno del Paese e dell’Ue e l’abolizione dell’autocertificazione. Da mercoledì 1° luglio inoltre, l’Ue ha aperto le frontiere a 15 Paesi tra cui ci sarebbe anche la Cina, ma solo nel caso in cui essa garantisse la reciprocità. Iniziativa alla quale non ha aderito pienamente l’Italia che pone l’obbligo di quarantena per chi arriva da questi Paesi extra-Ue.

    Altissima la guardia a Roma e in tutta Italia

    Nonostante la curva epidemiologica nel nostro Paese sia ormai da diverso tempo “sotto controllo” continuano tuttavia a nascere focolai che indicano comunque una circolazione attiva del virus in Italia. Pertanto, le autorità sanitarie continuano a tenere e a far tenere alta la guardia in tutto il Paese e soprattutto a Roma, dove è presente una densità abitativa non indifferente e dove è stata necessaria nelle scorse ore la chiusura di un centro estivo a seguito della positività al test del tampone da covid-19 di due persone. L’occhio di riguardo sulla Capitale è tenuto anche nei casi di importazione.

    D’Amato furioso con i pullman che arrivano dall’estero e che aggirano i controlli

    Nella giornata odierna e attraverso una nota sulla Pagina Facebook di “Salute Lazio” l’Assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato esprime tutta la sua rabbia contro i pullman che arrivano dall’estero e che aggirano i controlli. Secondo l’Assessore infatti, “Da quando si sono istituiti i controlli sanitari i pullman arrivano raramente a Tiburtina” e specifica che “Se necessario siamo pronti con le USCA-R ad andare con medici e infermieri direttamente alla barriera autostradale di Roma Nord per eseguire i test. Tra gli ultimi focolai sorti, c’è quello di Sabaudia, proprio nel Lazio.

  • Situazione epidemiologica della Regione Lazio

    Nonostante il nuovo focolaio di Sabaudia, la situazione epidemiologica della Regione Lazio (numericamente la 7° regione più colpita in Italia dall’epidemia) rimane tutto sommato sotto controllo: sono infatti 17 i nuovi casi quest’oggi che incrementano il totale dei contagiati fin qui accertati a quota 8.682. Tra questi, si trovano 6.855 persone guarite e, purtroppo, 863 decessi. Dei 964 attuali malati, 176 sono in ricovero ordinario, 9 in terapia intensiva e 779 in isolamento domiciliare.

  • Coronavirus, dati aggiornati in Italia al 2 agosto 2020

    Sulla base dei dati diffusi dalla Protezione Civile nella giornata di oggi, domenica 2 agosto 2020, in Italia i casi di persone attualmente contagiate da Coronavirus risultano essere 12.457 (invariati rispetto alla giornata di ieri). Le persone decedute dall’inizio dell’epidemia sono 35.154 (+8 rispetto a ieri), mentre i guariti/dimessi 200.460 (+231). Le persone ricoverate in terapia intensiva, invece, risultano 42 (-1). In generale, il totale dei casi è di 248.070 (+239 rispetto a ieri).

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: