Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 22 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, Dpcm Natale: spostamenti tra comuni, Conte “servirà molta cautela, il Parlamento dovrà assumersi la responsabilità”. Ecco le importanti dichiarazioni

Coronavirus, nuove importanti dichiarazioni di Conte sullo spostamento tra comuni, ecco cosa è stato affermato dal Premier

Coronavirus, Dpcm Natale: spostamenti tra comuni, Conte “servirà molta cautela, il Parlamento dovrà assumersi la responsabilità”. Ecco le importanti dichiarazioni
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte - Foto Ansa
1 di 3
  • Coronavirus, Italia continua la lotta al COVID-19

    Nuove dichiarazioni sono arrivate quest’oggi dal premier Conte, emergono novità in vista del Natale. Nel frattempo continuano anche le ordinanze e l‘imposizione di nuovi divieti per fronteggiare l’aumento dei contagi in diverse zone italiane. Continua anche a far discutere la questione scuole e in molte zone continua la didattica a distanza. Si susseguono intanto diverse ordinanza a livello comunale sempre per fronteggiare il pericolo del diffondersi dei contagi. Molte le regioni alle prese con divieti e restrizioni emanati attraverso diverse ordinanze. Soffermiamoci e vediamo adesso nel dettaglio le nuove dichiarazioni del Premier Conte. Leggi anche: NUOVO ANNUNCIO DEL PREMIER CONTE

    Coronavirus, nuove dichiarazioni di Conte

    In questo periodo e soprattutto questi giorni c’è molto interesse per il periodo natalizio, quanto meno capire se saranno consentiti alcuni spostamenti tra comuni confinanti. Come riportato da ilmessaggero.it, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa da Bruxelles al termine dei lavori del Consiglio europeo e dell’Eurosummit apre alle deroghe. Importanti le dichiarazioni a riguardo: Gli spostamenti potrebbero creare un problema oggettivo, è chiaro che chi vive in una grande città e ha i congiunti prossimi ha la possibilità di muoversi. Chi è in paesini più piccoli, può avere qualche difficoltà”. Ovviamente per far si che ciò avvenga, il Parlamento dovrà assumersi tutta la responsabilità. Il Parlamento è sovrano. Ma grande cautela in qualsiasi eccezione. Nel prossimo paragrafo torniamo a parlare delle ordinanze, l’ultima sull’uso delle mascherine emanata nel trevigiano. Leggi anche: CORONAVIRUS, TERZA ONDATA, ECCO COME POTREBBE ESSERE

    Mascherine sempre obbligatorie a Montebelluna

    Arrivata una nuova ordinanza a Montebelluna, comune italiano di 31 459 abitanti della provincia di Treviso in Veneto, con la quale è stato introdotto l’obbligo di indossare mascherine sempre da ieri, giovedì 10 dicembre, fino al 15 gennaio 2021, su tutto il territorio comunale. Come si legge su trevisotoday.it, a  dirlo è la nuova ordinanza comunale firmata dal sindaco (e medico) Elzo Severin. Rafforzati anche i controlli per far si che tutti i cittadini rispettano quanto stabilito. Già questa mattina i vigili e i carabinieri sono usciti in strada per i primi controlli. Le multe saranno salate per chi verrà trovato con le mascherine abbassate. Di seguito il bollettino della Protezione Civile. Leggi anche: NUOVE IMPORTANTI DICHIARAZIONI DEL PREMIER

  • Coronavirus in Italia, il bollettino di ieri

    Sulla base dei dati diffusi dalla Protezione Civile nella giornata di giovedì 10 dicembre 2020, in Italia i casi di persone attualmente contagiate da Coronavirus risultano essere 696.527 Le persone decedute dall’inizio dell’epidemia sono 62.626 (+887 rispetto a mercoledì), mentre i guariti/dimessi 1.027.994 (+30.099). Le persone ricoverate in terapia intensiva, invece, risultano essere 3.291 (-29).

  • Coronavirus, resta il coprifuoco alle ore 22

    Approvato il nuovo Dpcm e anche in prossimità delle festività natalizie resta il coprifuoco in tutta Italia dalle 22 alle 5, per il periodo che va dal 4 dicembre al 15 gennaio. Sarà valido anche il 24 e il 31 dicembre, evitando così veglioni e feste. Ulteriori restrizioni per la notte di Capodanno quando il coprifuoco dovrebbe essere esteso fino alle 7 del mattino del primo gennaio. Dopo le 22 si potrà uscire solamente per compravate esigenze, come il lavoro, la salute o urgenze di altro tipo.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. La mia più grande passione resta da sempre la meteorologia, approfondita attraverso la tesi di laurea sperimentale e un master di "Meteorologia Nautica". I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia