Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, due positivi vicino Catanzaro: scuole chiuse fino a data da destinarsi, ecco cosa sta succedendo

A Taverna, in provincia di Catanzaro, il Sindaco Sebastiano Tarantino ha rinviato la riapertura delle scuole per nuovi casi di coronavirus: cosa succede

coronavirus scuola
Foto Pixabay.com
1 di 2
  • Coronavirus, due positivi vicino Catanzaro: scuole chiuse fino a data da destinarsi, ecco cosa sta succedendo

    Il coronavirus non molla la sua presa sull’Italia (e non solo) e continua a creare scompiglio. Nell’occhio del ciclone, in particolare, c’è la riapertura delle scuole prevista per il 14 settembre, vero bivio per scoprire se il nostro Paese sarà colto da una nuova massiccia ondata di COVID-19 o se la situazione resterà ancora sotto controllo. E ancor prima dell’inizio del nuovo anno scolastico alcuni istituti annunciano il rinvio delle riaperture: è il caso di una scuola media e un istituto alberghiero di Taverna, in provincia di Catanzaro, che sono stati chiusi fino a data da destinarsi dal Sindaco locale Sebastiano Tarantino perché nelle scorse ore nel paesino calabro sono stati trovati due positivi al virus. A riportarlo è Fan Page.it. ECCO LA STRANA SINDROME CHE COLPISCE ALCUNI BAMBINI DOPO AVER CONTRATTO IL CORONAVIRUS

    Cosa succede a Taverna

    Preso atto – recita l’ordinanza appena emessa dal Sindaco di Taverna – dell’avvio in presenza del corpo docente delle attività didattiche dell’istituto comprensivo di Taverna; ritenuto di dover adottare i provvedimenti necessari alla salvaguardia della salute del personale docente e non docente dei plessi scolastici in questione, derivante dai recenti casi di infezione da coronavirus rilevati all’interno del territorio comunale, si ordina la chiusura degli istituti scolastici ricadenti nel territorio comunale di Taverna, a partire da giorno 7 settembre 2020 fino a nuove disposizioni”. Regna dunque l’incertezza su quando le scuole potranno riaprire a Taverna, che non è l’unica località ad aver annunciato il rinvio del ritorno tra i banchi: pochi giorni fa il Presidente della Campania Vincenzo De Luca ha infatti dichiarato che nella “sua” regione le scuole non riapriranno il 14 settembre.

    Il bollettino di lunedì 7 settembre

    In lieve calo i nuovi contagi registrati in 24 ore. Ma sono diminuiti anche i tamponi fatti: sono meno di 53mila. Dodici i morti, 9 i ricoveri in più in terapia intensiva. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute del 7 settembre. I nuovi casi di coronavirus in Italia sono 1.108 (contro i 1.297 di ieri), sparsi in tutte le regioni tranne che in Valle d’Aosta e nella Provincia autonoma di Bolzano: in testa la Campania con 218, poi Lazio con 159, Emilia-Romagna con 132 e Lombardia con 109. I nuovi tamponi sono 52.553, mentre ieri erano stati 76.856. ECCO CHE PREVEDE IL NUOVO DPCM FIRMATO DAL PREMIER CONTE: COSA SI PUÓ FARE E COSA É ANCORA VIETATO

  • Azzolina: “I professori non possono rifiutarsi di lavorare da remoto”

    E ancora a proposito di scuola, come riportato dal sito Orizzontescuola.it, la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha di recente rimproverato gli insegnanti scolastici che avrebbero protestato contro l’eventuale ripresa delle lezioni in modalità home schooling: “i professori – ha tuonato – non possono esimersi dal lavorare da remoto. Le linee guida prevedono infatti che anche in caso di positività di uno studente la classe in quarantena debba comunque proseguire con il programma attraverso la didattica a distanza. Penso ci voglia anche buonsenso, tutti i Paesi europei stanno facendo così”.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto e specializzato in calcio e altri sport ma anche spettacoli tv, attualità, cronaca, salute e alpinismo. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'infanzia. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema.

SEGUICI SU: