Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 19 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, ecco le nuove zone gialle, arancioni e rosse in Italia: cosa cambia da domani

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato le nuove ordinanze che cambiano il "colore" di alcune Regioni: ecco tutte le novità

Coronavirus, ecco le nuove zone gialle, arancioni e rosse in Italia: cosa cambia da domani
Coronavirus, dpcm Pasqua e Pasquetta, le nuove regole ANSA/ALESSANDRO DI MEO
1 di 3
  • Coronavirus, ecco le nuove zone gialle, arancioni e rosse in Italia: cosa cambia da domani

    É ufficiale: da domenica 6 dicembre 2020 l’Italia cambierà di nuovo “colori”. Gli ultimi dati sull’emergenza coronavirus, senz’altro incoraggianti rispetto alle scorse settimane ma che non ammettono “cali di attenzione” da parte dei cittadini, hanno indotto il Governo a rivedere le misure varate per ogni singola Regione del Paese. E dunque il Ministro della Salute Roberto Speranza, come riportato da SkyTg24, ha firmato tre ordinanze che rivedono la situazione in Italia. Vediamo dunque cosa cambierà da domani e quali saranno le nuove zone gialle, arancioni e rosse. LA SICILIA TEME L’ESODO DAL NORD: ECCO COSA PUÓ SUCCEDERE

    Ecco le zone gialle

    In zona gialla ci sono Liguria, Sicilia, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Umbria, Marche, Sardegna, Lazio, Puglia, Sicilia, Molise, Veneto e Provincia Autonoma di Trento. Qui i ristoranti e i bar sono aperti fino alle 18 e i negozi restano aperti fino a orario di chiusura. I centri commerciali sono chiusi nei weekend. È possibile spostarsi all’interno della Regione e da una Regione gialla all’altra. Ma attenzione perché Sardegna, Puglia e Calabria sono particolarmente sotto controllo e definite ancora “a rischio alto”. TEST RAPIDO IN FARMACIA INAFFIDABILE UNA VOLTA SU DUE: LO STUDIO

    Zone arancioni

    In zona arancione ci saranno invece Lombardia e Piemonte (che potrebbero diventare “gialle” tra l’8 e il 13 dicembre), Toscana, Campania, Basilicata, Valle d’Aosta, Calabria, Alto Adige e Provincia Autonoma di Bolzano: in questi territori i ristoranti e bar restano chiusi per tutta la giornata ma i negozi restano aperti. Scuole aperte tranne che per gli studenti delle superiori, che si affideranno alla didattica a distanza. É permesso circolare all’interno del proprio Comune di residenza ma non spostarsi oltre i suoi confini. Vietato, inoltre, uscire o entrare in ciascuna di queste Regioni. Al momento resterà rossa soltanto l’Abruzzo. L’ISS AVVERTE: “INDICE RT IN CALO MA ANCORA TROPPA PRESSIONE SUGLI OSPEDALI”

    CONTINUA A LEGGERE

  • Zona rossa

    In zona rossa, invece, figura al momento soltanto l’Abruzzo: qui resta in vigore il lockdown generale e si potrà uscire di casa soltanto per motivi di lavoro, salute o estrema necessità. Chiusi bar, ristoranti, negozi e tutte le attività lavorative considerate “non di prima necessità”. Chiuse anche le scuole con didattica a distanza obbligatoria dalla seconda media in poi. È vietato spostarsi da un Comune all’altro oltre che, ovviamente, uscire o entrare nel territorio abruzzese.

  • Coronavirus, il bollettino di sabato 5 dicembre 2020

    Sono 21.052 i nuovi casi di coronavirus e 662 i morti registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo si apprende dal nuovo bollettino del Ministero della Salute. I guariti/dimessi sono 23.923.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto e specializzato in calcio e altri sport ma anche spettacoli tv, attualità, cronaca e salute.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia