Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 18 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, firmata la nuova ordinanza dal sindaco Farnetani: stop fino al 6 gennaio a petardi e fuochi d’artificio a Castiglione della Pescaia

Coronavirus, firmata la nuova ordinanza dal sindaco Farnetani: stop fino al 6 gennaio a petardi e fuochi d'artificio a Castiglione della Pescaia. Da oggi Italia in zona rossa

Coronavirus, firmata la nuova ordinanza dal sindaco Farnetani: stop fino al 6 gennaio a petardi e fuochi d’artificio a Castiglione della Pescaia
Coronavirus, firmata la nuova ordinanza dal sindaco Farnetani: stop fino al 6 gennaio a petardi e fuochi d'artificio a Castiglione della Pescaia (Foto Pixabay)
1 di 3
  • Coronavirus, firmata la nuova ordinanza dal sindaco Farnetani: stop fino al 6 gennaio a petardi e fuochi d’artificio a Castiglione della Pescaia

    Il sindaco di Castiglione della Pescaia Giancarlo Farnetani ha firmato un’ordinanza con cui vieta da oggi, giovedì 24 dicembre, fino al 6 gennaio 2021, su tutto il territorio comunale, petardi e fuochi d’artificio. Nello stesso periodo, nelle fasce orarie comprese dalle ore 5:00 alle 22:00, e per il primo giorno dell’anno dalle ore 07:00 alle 22:00 è fatto divieto di creare raggruppamenti per brindare, consumare cibi e bevande nelle piazze e strade del paese, come riporta ilgiunco.net. L’invito del sindaco è quello a rispettare le regole. Leggi anche: Coronavirus, Conte annuncia: “Con terza ondata o variante inglese Italia sarà ancora zona rossa”. Le parole del Premier

    Da oggi l’Italia diventa zona rossa

    Da oggi l’Italia è zona rossa fino al 27 dicembre. Saranno quattro giorni di zona rossa, come prevede il Decreto Natale. L’obiettivo è quello di contenere i contagi del Coronavirus. Chiusi bar, ristoranti mentre è consentito l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. Saranno chiusi anche i negozi, ad eccezione di supermercati e generi alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole, tabacchi e librerie. Si potrà uscire per fare una passeggiata vicino casa con la mascherina e fare attività sportiva da soli. Sarà necessaria l’autocertificazione per gli unici spostamenti consentiti, ovvero quelli per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità o per tornare alla propria residenza o domicilio, come riporta Repubblica.it. Leggi anche: Coronavirus e scuola, arriva l’annuncio del Premier Conte: “Ecco quando si tornerà in classe. Sulla didattica a distanza vi dico che…”

    Si pò andare a trovare un parente in questi giorni?

    Da oggi fino al 6 gennaio sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, solo all’interno della stessa Regione, dalle 5 alle 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti con le quali convivono. Spostamento consentito anche per dare assistenza a persone non autosufficienti, anche tra comuni/regioni in aree diverse, ove non sia possibile assicurare loro la necessaria assistenza tramite altri soggetti presenti nello stesso comune/regione. COVID-19, AUTOCERTIFICAZIONE DAL 24 DICEMBRE AL 6 GENNAIO: QUANDO SERVE E COME VA COMPILATA

    CONTINUA A LEGGERE

  • Autocertificazione, quando è necessaria?

    Sono vietati tutti gli spostamenti anche all’interno del proprio comune salvo motivi di lavoro, necessità o urgenza e per far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione. Chi dovrà uscire per andare nei negozi o a Messa o per fare attività motoria dovrà sempre portare con se l’autocertificazione. Sarà consentito anche raggiungere le seconde case, purché si trovino all’interno della propria Regione, ma sempre con l’autocertificazione.

  • Le deroghe

    Una delle deroga riguarda i piccoli Comuni sotto i 5mila abitanti nei giorni indicati con l’arancione durante le feste di Natale (28-29-30 dicembre e 4 gennaio). Per chi risiede in un piccolo Comune sotto i 5 mila abitanti sarà possibile sconfinare in un’altra Regione, sempre però entro i 30 chilometri dalla propria residenza e senza andare verso i capoluoghi di provincia.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia