Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 22 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, il Cts chiede nuove misure più rigide per Natale: ecco tutti i dettagli

Quest'oggi il Comitato tecnico scientifico avrebbe espresso la necessità di una nuova stretta in vista del periodo natalizio. Ecco perché

Coronavirus, il Cts chiede nuove misure più rigide per Natale: ecco tutti i dettagli
Coronavirus, il Cts chiede nuove misure più rigide per Natale: ecco tutti i dettagli. Fonte foto: ansa.it
1 di 3
  • Covid-19, l’Italia continua la sua battaglia contro il virus

    In queste settimane l’Italia sta continuando la sua battaglia contro il Covid-19 e dovrà continuare a combatterla anche durante le festività natalizie. In tal senso, in queste ore il Governo Conte sta pensando di apportare delle modifiche al Dpcm entrato in vigore lo scorso 4 dicembre 2020, introducendo nuove restrizioni al fine di evitare una terza ondata di contagi. Al di là delle singole regole, però, per impedire un nuovo rialzo della curva dei contagi gli italiani saranno chiamati a continuare a rispettare tutte le norme anti-covid, con l’obiettivo di scongiurare un nuovo lockdown generalizzato. COVID-19, NATALE E CAPODANNO CON L’ITALIA IN ZONA ROSSA: ECCO TUTTI I DETTAGLI

    Coronavirus, il Cts chiede nuove misure più rigide per Natale: ecco tutti i dettagli

    In queste ore, dunque, il Governo sta valutando l’introduzione di misure più restrittive per scongiurare il rischio di una terza ondata. I numeri dei contagi giornalieri, infatti, stanno riprendendo ad aumentare e questo ha fatto suonare un campanello d’allarme tra i membri del Comitato tecnico scientifico. In tal senso – come riportato da “Tgcom24.mediaset.it” – gli esperti del Comitato tecnico scientifico nel corso della riunione tenuta quest’oggi con il Premier ed i capi delegazione, avrebbe proposto al Governo l’attuazione di nuove misure, eventualmente da rafforzare con una sorta di lockdown, valide per l’intero periodo natalizio. BOCCIA: “FOLLE INGIUSTIFICABILI, MEGLIO UN LOCKDOWN ALLA TEDESCA”

    Coronavirus, perché il Cts chiede misure più restrittive?

    Dunque, il Governo presieduto dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte starebbe valutando la possibilità di mettere in atto misure più restrittive in vista del periodo natalizio, con l’obiettivo di evitare una terza ondata di contagi. Tale decisione è avallata dallo stesso Comitato tecnico scientifico che nel corso dell’incontro tenutosi quest’oggi con il Governo avrebbe proposto l’attuazione di nuovi provvedimenti più restrittivi per il periodo natalizio. Secondo quanto riportato da “Tgcom24.mediaset.it”, la necessità di una nuova stretta sarebbe legata all’impossibilità di un controllo capillare del territorio, oltre che dai dati ancora “preoccupanti” registrati negli ultimi giorni”. Nella pagina successiva potrete leggere delle importanti dichiarazioni rilasciate dal Premier Giuseppe Conte. CORONAVIRUS, ECCO QUANDO RIAPRIRANNO LE SCUOLE: TUTTI I DETTAGLI

    CONTINA A LEGGERE

  • Covid-19 e Recovery Fund, Conte: “Massima coesione per battersi in Europa”

    Oltre all’emergenza di natura sanitaria, l’Italia e l’Europa si trovano a dover affrontare anche quella di natura economica. Per questo motivo il progetto relativo al Recovery Fund del quale si continua a discutere in Europa, in attesa dell’approvazione definitiva, può rappresentare una svolta importante per il nostro Paese. In tal senso – come riportato da “LaStampa.it” – il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte – nel corso delle Comunicazioni alla Camera in vista del prossimo Consiglio Europeo – ha usato parole molto chiare, invitando la maggioranza all’unità: “Il Governo ha bisogno della massima coesione delle forze della maggioranza per continuare a battersi in Europa e a svolgere il proprio lavoro“.

  • Coronavirus, dati aggiornati in Italia al 13 dicembre 2020

    Sulla base dei dati diffusi dalla Protezione Civile nella giornata di ieri, domenica 13 dicembre 2020, in Italia i casi di persone attualmente contagiate da Coronavirus risultano essere 686.031. Le persone decedute dall’inizio dell’epidemia sono 64.520 (+484 rispetto a sabato), mentre i guariti/dimessi 1.093.161 (+16.270). Le persone ricoverate in terapia intensiva, invece, risultano essere 3.158 (-41). In generale, il totale dei casi è di 1.843.712 (+17.938 rispetto a sabato).

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia