Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, il Lazio di nuovo a rischio lockdown: ecco cosa potrebbe succedere

Il Lazio rischia un altro lockdown se i nuovi positivi continuano ad aumentare: ecco cosa sta succedendo e da dove provengono i casi di COVID-19

Coronavirus
Foto Pixabay
1 di 2
  • Coronavirus, il Lazio di nuovo a rischio lockdown: ecco cosa potrebbe succedere

    Il Lazio è nuovamente a rischio lockdown: nonostante la curva dei contagi da coronavirus sia momentaneamente sotto controllo (con una media di 200 nuovi positivi al giorno nell’intera nazione) i recenti arrivi dall’estero nel territorio laziale hanno contribuito ad aumentare i casi di COVID-19. I rientri di persone da Bangladesh, Iraq, Iran e India positive al virus hanno riportato l’indice Rt (il coefficiente di contagio ndr) oltre il valore 1, il che ha indotto l’Assessore alla Sanità del Lazio Michele D’Amato a fare delle riflessioni. Una di queste, come riportato da iNews24.it, potrebbe essere un nuovo lockdown di tipo regionale o che potrebbe riguardare solo alcuni di questi territori. Nelle ultime 24 ore nel Lazio si sono registrati 17 nuovi casi di coronavirus tra Roma e Rieti (di cui 10 di rientro dal Medio Oriente). ECCO LA SITUAZIONE DEL FOCOLAIO DI OSTIA

    L’appello dell’Assessore D’Amato

    Rivolgo un appello – ha dichiarato sui suoi canali social Michele D’Amato – all’utilizzo della mascherina o si dovrà richiudere. Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui. Dobbiamo usare la mascherina o rischiamo nuovi casi come in Catalogna”. “Si invitano i cittadini – ha proseguito l’Assessore Regionale – a usare la mascherina e rispettare le regole anti-Covid in maniera rigorosa, altrimenti il rischio di una nuova chiusura si fa sempre più probabile”. Il Lazio non risulta tra i territori più flagellati dal coronavirus, sebbene i primi casi gravi siano apparsi proprio in ospedali di questa regione, dunque una nuova ondata di COVID-19 in questo “periodo storico” sarebbe una vera beffa per i cittadini e per le amministrazioni locali.

    Nuovo focolaio vicino Catania: 7 positivi a Misterbianco, cosa sta succedendo

    Nuovo focolaio di coronavirus nato nelle scorse ore anche in Sicilia, nei pressi di Catania: come riportato da CataniaNews.it, sette persone sono risultate positive al COVID-19 a Misterbianco, comune della città metropolitana catanese. Si tratterebbe di un’intera famiglia di cinque persone e di una coppia di amici, di cui però solo uno sarebbe ricoverato in un ospedale locale con sintomi; tutti gli altri, totalmente asintomatici, sarebbero in isolamento domiciliare. Sono scattati subito i controlli delle autorità sanitarie per contattare tutti coloro che sono entrati in contatto con i nuovi positivi e che, di conseguenza, rischierebbero di aver contratto il virus. Al momento a Catania e provincia i positivi al COVID-19 sono 18, cinque dei quali ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Marco”. NUOVO FOCOLAIO AL NORD: ECCO DOVE E QUANTI NUOVI POSITIVI

  • Coronavirus, il bollettino di lunedì 20 luglio 2020

    Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute registrati 190 nuovi casi di positività e 13 decessi nelle ultime 24 ore in Italia. I casi attualmente attivi sono 12.404. In Lombardia 56 contagi e 8 morti.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: