Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 20 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, in Veneto mascherine anche al tavolo del bar e un cliente per volta nei negozi: la nuova ordinanza di Zaia

Il Presidente del Veneto luca Zaia ha firmato un'ordinanza con nuove restrizioni fino al 16 gennaio 2021: ecco di cosa si tratta e cosa non si potrà fare

Coronavirus, in Veneto mascherine anche al tavolo del bar e un cliente per volta nei negozi: la nuova ordinanza di Zaia
Foto PixaBay
1 di 2
  • Coronavirus, in Veneto mascherine anche al tavolo del bar e un cliente per volta nei negozi: la nuova ordinanza di Zaia

    Il coronavirus continua ad affliggere l’Italia e, nonostante i risultati positivi ottenuti dalle ultime misure restrittive, l’imperativo è sempre quello di non abbassare la guardia. Lo sa bene il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia che, come riportato da TrevisoToday.it, ha emanato un’ordinanza con importanti restrizioni valide dal 12 dicembre 2020 al 16 gennaio 2021. Oggett0 di queste misure sono i locali pubblici in cui è maggiore il rischio di diffusione del contagio da COVID-19. SPOSTAMENTI TRA COMUNI POSSIBILI A NATALE? ECCO IL PIANO DEL GOVERNO

    Le restrizioni di Luca Zaia

    La nuova ordinanza firmata dal Presidente del Veneto Luca Zaia prevede l’obbligo di indossare la mascherina anche quando si sta seduti al bar e prima/dopo aver mangiato, la possibilità di ingresso un cliente alla volta nei negozi fino a 40 metri quadrati di superficie, accessi contingentati nei negozi fino a 40 metri quadrati, divieto di consumare in piedi nei bar dalle ore 11 di mattina (per evitare assembramenti), una persona per nucleo familiare potrà entrare nei supermercati (la fascia oraria dedicata agli Over 65 è 10-12) e la perimetrazione, dove possibile, dei mercati settimanali. ECCO LE REGIONE CHE POTREBBERO CAMBIARE COLORE A BREVE

    Le raccomandazioni di Zaia

    Il virus – ha dichiarato Zaia in conferenza stampa – se ne andrà solo con l’arrivo dell’estate. I vaccini ci aiuteranno ma ci vorrà del tempo. Inizieremo con il personale sanitario e gli anziani nelle case di riposo. Entro settembre 2021 contiamo di aver dato inizio alla vaccinazione di tutti i cittadini che lo vorranno”. “Siamo riusciti a rimanere in zona gialla – ha aggiunto il Governatore del Veneto – senza restrizioni estreme ma i cittadini devono metterci più impegno per evitare gli assembramenti, soprattutto in vista del Natale. Se si va a trovare un parente o si ricevono ospiti non conviventi in casa bisogna tenere la mascherina”. IL DOTT. BALZANELLI AVVERTE “LA TERZA ONDATA SARÁ MINACCIOSA”

    CONTINUA A LEGGERE

  • Coronavirus, il bollettino di venerdì 11 dicembre 2020

    Sono 18.727 i nuovi contagi di Covid-19 in Italia (ieri 16.999), a fronte di 190.416 tamponi giornalieri effettuati (ieri 171.586), con la percentuale di positivi al 9,8% (ieri 9,9%). È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute dell’11 dicembre sulla situazione coronavirus in Italia

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia