Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 18 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, l’annuncio di Conte sul vaccino: “Prime dosi possibili a inizio dicembre”. Cosa sta succedendo

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte annuncia importanti novità riguardo il vaccino anti coronavirus: ecco da quando potrebbe essere pronto

Coronavirus, l’annuncio di Conte sul vaccino: “Prime dosi possibili a inizio dicembre”. Cosa sta succedendo
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la videoconferenza tra il il governo, sindacati e industriali, Roma, 13 marzo 2020. Fonte foto: ansa.it
1 di 2
  • Coronavirus, l’annuncio di Conte sul vaccino: “Prime dosi possibili a inizio dicembre”

    In Italia la situazione coronavirus è tornata ad essere preoccupante e da circa una settimana si registrano non meno di ottomila nuovi positivi al giorno, il che ha indotto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la sua squadra di ministri a prendere ulteriori provvedimenti per arginare la diffusione del contagio. L’unico modo per dare una svolta alla guerra contro il COVID-19 sembra essere il vaccino, lo strumento che ridurrebbe l’aggressività del “nemico invisibile” (soprattutto per gli anziani e tutti i soggetti più a rischio) trasformandolo in un virus meno pericoloso. E in merito a questo proprio il premier Conte ha parlato di importanti novità riguardo “l’antidoto” del coronavirus più ostico degli ultimi anni: “se le ultime fasi di preparazione – ha detto durante la trasmissione tv ‘Porta a Porta’ condotta da Bruno Vespa – del vaccino Oxford-Irbm Pomezia-Astrazeneca saranno completate nelle prossime settimane, le prime dosi saranno disponibili all’inizio di dicembre”. Questa dichiarazione si aggiunge a quella degli scienziati che hanno previsto una vaccinazione completa per le popolazioni più sviluppate non prima del 2022 (con precedenza a forze dell’ordine e operatori sanitari). LE NUOVE NORME SULLA SCUOLA IN VIGORE DAL 21 OTTOBRE: ECCO DI CHE SI TRATTA

    Nuovo Dpcm, le misure in vigore proprio da oggi

    Due giorni fa è stato firmato il nuovo Dpcm, le cui disposizioni sono valide da oggi fino al 13 novembre 2020. Tra le novità troviamo l’apertura di ristoranti dalle 5 alle 24 con numero massimo di 6 persone a tavolo; i ristoratori dovranno affiggere il numero massimo di persone ammesse nel locale; bar dalle 18 aperti solo con servizio al tavolo, asporto vietato dopo la mezzanotte. I sindaci potranno disporre la chiusura al pubblico, dopo le 21, di vie o piazze dove si possono creare situazioni di assembramento. LA LOMBARDIA VERSO IL COPRIFUOCO: ECCO COSA SUCCEDE

    Le altre misure del Dpcm

    Ammesse attività sportiva e motoria all’aperto, vietati del tutto gli sport di contatto a livello amatoriale e le gare dilettantistiche in ambito provinciale; ammesso l’allenamento a livello individuale. Rimangono aperte palestre e piscine: la situazione sarà valutata tra una settimana. Per quanto riguarda la scuola, alle superiori sì alla didattica a distanza alternata a quella in presenza, va aumentata la diversificazione degli orari in entrata e in uscita. Le università dovranno disporre piani di organizzazione in presenza e a distanza. CInema e teatri aperti con un massimo di 1.000 spettatori all’aperto e 200 in luoghi chiusi; sale giochi, sale scommesse e sale bingo aperte dalle 8 alle 21. Vietate sagre e fiere di comunità, sospese le attività convegnistiche o congressuali. IL MINISTRO BOCCIA AL FIANCO DEI SINDACI: “SE DECIDONO DI CHIUDERE LE PIAZZE SAREMO AL LORO FIANCO”

    CONTINUA A LEGGERE

  • Coronavirus, il bollettino di ieri lunedì 19 ottobre 2020

    In data lunedì 19 ottobre 2020, come riportato dal Ministero della Salute, i nuovi contagi da coronavirus sono 9.338, contro gli 11.705 di ieri, ma diminuiscono i test effettuati (oltre 98mila contro gli oltre 146mila del 18 ottobre). Sono 73 i morti, con i decessi totali che arrivano a 36.616. Il numero dei positivi dall’inizio della pandemia, compresi morti e guariti, sale a 423.578. I guariti sono 252.959. Le persone in terapia intensiva sono 797 (+47 rispetto a ieri)

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: