Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 18 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, Ricciardi: “Non riusciamo a curare i pazienti, l’esercito di operatori sanitari è in decimazione”

Coronavirus, il consulente del ministero della Sanità Walter Ricciardi: "Esercito di operatori sanitari in progressiva decimazione, 27mila contagiati in un mese. Non riusciamo a curare i pazienti"

Coronavirus, Ricciardi: “Non riusciamo a curare i pazienti, l’esercito di operatori sanitari è in decimazione”
Coronavirus, Ricciardi: "Non riusciamo a curare i pazienti, l'esercito di operatori sanitari è in decimazione" - Foto YouTube
1 di 3
  • Coronavirus, lento miglioramento ma preoccupa ancora la pressione sugli ospedali

    Anche se la situazione è in lento miglioramento, lo stato di allerta per l’emergenza Coronavirus in Italia è ancora alto e preoccupa la pressione sul sistema sanitario. È questa la fotografia della situazione ribadita anche da Walter Ricciardi, professore di Igiene e Sanità Pubblica all’Università Cattolica e consulente del ministro della Salute, intervenuto all’evento online Next generation health. Leggi anche Coronavirus, nuova ordinanza a Martina Franca con misure più stringenti. Ecco cosa cambierà da domani

    Coronavirus, Ricciardi: “Esercito di operatori sanitari in progressiva decimazione”

    Queste le dichiarazioni di Walter Ricciardi: “In questo momento, nel nostro Paese, non riusciamo a curare i pazienti Covid e nemmeno gli altri affetti da altre patologie perché stiamo conducendo una guerra in cui il nostro esercito di operatori sanitari è in progressiva decimazione”. Decimazione dovuta non solo alla situazione precedente l’emergenza ma anche ai numerosi contagi tra medici e infermieri. Leggi anche Coronavirus, Sileri: “Natale in emergenza, è pericoloso che gli studenti fuori città tornino a casa”. Le sue dichiarazioni

    Coronavirus, 27mila tra medici e operatori sanitari infettati nell’ultimo mese

    “Nell’ultimo mese, per dare un’idea, si sono infettati 27mila tra medici e operatori sanitari e già mancavano 53mila infermieri. È di ieri la notizia che una importante struttura oncologica italiana ha dovuto sospendere le chemioterapie perché l’unico infermiere che era di servizio si è infettato e quindi, in questo momento, abbiamo dei pazienti che hanno patologie oncologiche e non possono accedere alla chemioterapia”, ha dichiarato Ricciardi. Leggi anche Coronavirus, Umbria verso la parziale riapertura delle scuole. Ecco cosa cambierà da lunedì

  • Coronavirus in Italia, il bollettino odierno

    Nella giornata di oggi, in Italia, sono stati registrati 29.003 nuovi casi di Coronavirus su 232.711 tamponi effettuati. Risale il rapporto tra positivi e tamponi, che passa dall’11,2% di ieri al 12,4% di oggi. 795.845 le persone attualmente positive: +4.148 rispetto a ieri; 24.031 le persone guarite.

  • Coronavirus, la situazione negli ospedali

    Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, si segnala un calo sia di ricoverati che di pazienti in terapia intensiva: -275 pazienti in ospedale, ora 34.038; calano – per la prima volta – di due unità, le terapie intensive, ora 3.846. Lombardia, Veneto e Campania le Regioni con i maggiori incrementi quotidiani.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascina il mondo dell'informazione e quello della comunicazione. Tra gli argomenti che seguo con maggiore interesse: tutto ciò che riguardala tv. Reality show, talent show senza tralasciare gossip e altri programmi vari. Seguo molto anche tutto ciò che riguarda la tecnologia e mi occupo di natura e scienza

SEGUICI SU: