Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 15 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

Coronavirus, si può trasmettere tramite imballaggi e quanto tempo rimane sulle superfici ? La risposta degli esperti americani

Coronavirus, ecco alcune delucidazioni che giungono dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle Malattie (CDC)

aggiornamento situazione italiana coronavirus
aggiornamento situazione italiana coronavirus (Foto: youtube)
1 di 2
  • Ecco cosa hanno detto gli esperti americani sui tempi in cui il Coronavirus rimane sulle superifici e sui metodi di trasmissione

    Mentre il Coronavirus si sta diffondendo in modo capillare in tutto il mondo, gli scienziati stanno studiando il comportamento dell’agente patogeno anche valutando l’arco di tempo in cui il virus può sopravvivere sulle superfici per comprendere meglio il rischio di trasmissione. Secondo quanto riporta il sito della ‘Thompson Reuters Foundation‘, gli esperti di malattie infettive hanno ammesso che il nuovo focolaio del virus, chiamato COVID-19, si diffonde principalmente da persona a persona attraverso la tosse o lo starnuto. Anche il contatto con materiale fecale di una persona infetta è sufficiente a trasmettere il virus.

    Può rimanere sulle superfici fino a 9 giorni

    I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno affermato che è possibile che una persona venga infettata toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus se poi la stessa persona mette le mani infettate sulla propria bocca, ma anche sul naso o sugli occhi. Secondo le analisi degli scienziati svolte su 22 studi basati sui coronavirus simili, come la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS) pubblicata online questo mese sul Journal of Hospital Infection, i coronavirus umani possono rimanere infettivi su superfici inanimate fino a nove giorni a temperatura ambiente. Per neutralizzare questo virus sulle superfici occorre utilizzare i comuni disinfettanti.

    Imballaggi e prodotti, il rischio di contagio è molto basso

    Non è stato ancora chiarito se il nuovo coronavirus presenti analogie simili alla SARS o alla MERS, ma le probabilità che sia proprio così sono molto alte. In una intervista rilasciata al sito della ‘Thompson Reuters Foundation‘ il dottor Robert Redfield (dIrettore del CDC) ha ammesso che “sul rame e sull’acciaio” la permanenza del virus è di circa due ore. Su cartone o plastica, i tempi di sopravvivenza si allungano. Secondo la CDC, il rischio di diffusione del Coronavirus è molto basso mediante prodotti o imballaggi che vengono spediti per un periodo di giorni o settimane a temperatura ambiente.

    Coronavirus, come avviene il contagio: sintomi e prevenzione

    Coronavirus, se manca l’Amuchina, le farmacie producono un gel lavamani

  • Coronavirus, non vi sono prove che si trasmetta mediante imballaggi

    Per quanto concerne la permanenza del virus su superfici più comuni e di uso quotidiano, tutto è ancora incerto e si stanno ancora effettuando delle analisi approfondite per avere un quadro molto più chiaro e attendibile. Secondo la Food and Drug Administration, infine, non vi sarebbero certezze circa l’ipotesi che il COVID-19 possa essere stato trasmesso da merci importate ma ha lo stesse ente americano ha promesso che a breve verranno aggiornate le linee guida secondo necessità. Di certo questi tipi di virus tendono a sopravvivere più a lungo in ambienti a bassa temperatura e bassa umidità, ecco perchè durante le stagioni fredde raggiungono il picco di diffusione.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: