Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 11 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

Dieta dell’orologio: come dimagrire mangiando negli orari giusti

di

centro meteo italiano
1 di 3
  • Perdere peso non è solo una questione di quantità e tipologia di cibo consumata, ma anche di orari. La dieta dell’orologio facilita il dimagrimento assecondando i bioritmi

    Dieta dell'orologio

    Dieta dell’orologio: a che ora mangiare per perdere peso

    Dieta dell’orologio: a che ora mangiare per perdere peso

    La dieta del’orologio è un sistema alimentare decisamente particolare, in quanto permette di perdere peso facendo attenzione, non tanto a cosa e a quanto si mangi, bensì a quando. Proprio così: si tratta di un metodo che consente di accumulare meno calorie grazie a una strategia alimentare ben definita e basata sul consumo degli alimenti più adatti ad ogni orario della giornata.

    Lo studio dell’Università del Surrey

    Non si tratta di una soluzione strampalata e dagli esiti dubbi, ma di un regime teorizzato a livello accademico. A elaborare lo studio è stata l’Università del Surrey, in Inghilterra, la quale avrebbe dimostrato che è possibile dimagrire secondo una “alimentazione limitata nel tempo“. Tale sistema, secondo lo studio, permetterebbe di regolarizzare il peso-forma, evitando il frequente effetto saliscendi sulla bilancia.

  • Gestire due ormoni dell’appetito

    Lo studio parte dalle funzioni svolte da due specifici ormoni che regolano l’appetito, la grelina, che induce lo stimolo della fame, e la leptina, che invece trasmette all’organismo la sensazione di sazietà. Un ritmo quotidiano irregolare, alterato ad esempi da impegni di lavoro o dal fuso orario in caso di viaggi, genera una destabilizzazione nel funzionamento dei due ormoni, con conseguenze per gli stimoli di fame e sazietà. In tal modo, in pratica, rischiamo di nutrirci troppo o, al contrario, troppo poco.

    Come gestire l’alimentazione

    La dieta, come riportato dal sito SI24, si basa sulla cronobiologia alimentare, la quale consiglia di ingerire gli alimenti più ricchi di calorie e proprietà energetiche nelle prime ore del giorno, selezionando alimenti che favoriscono il relax nelle ore serali. A colazione, la dieta invita a preferire cibi nutrienti, ricchi anche di lipidi e zuccheri, utili a dare forza nel corso della giornata e da bruciare nelle ore di veglia. A pranzo, meglio orientarsi su alimenti ricchi di proteine quali carne, pesce, legumi e uova. La sera, per cena, spazio a cereali, latticini e carboidrati, ideali per rilassare il corpo e predisporlo al sonno.

  • Gli orologi ‘periferici’ del corpo umano

    Vanity Fair, a proposito della innovativa dieta dell’orologio, spiega che, così come il ciclo sonno-veglia è gestito dall’orologio biologico che possiamo definire ‘centrale’ e collocato nell’ipotalamo, anche la fame è regolata da un funzionamento simile, un orologio che il sito definisce “periferico“. La crononutrizione è un regime alimentare con profonde basi scientifiche “avvalorate dall’assegnazione del Premio Nobel 2017 per la Fisiologia e la Medicina ai tre scienziati statunitensi Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young“.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia