Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 21 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

E’ allarme negli aeroporti per la diffusione di un virus: i casi aumentano in modo esponenziale

La rapida diffusione di un virus che colpisce i polmoni proveniente dalla Cina sta scatenando il panico negli aeroporti

epidemia
Coronavirus (Foto: youtube)
1 di 2
  • E’ allarme internazionale dopo le notizie giunte dalla Cina sulla rapida diffusione di virus molto simile alla SARS

    Cresce di ora in ora il numero di persone infette da un misterioso virus simile alla SARS che ha fatto già due vittime in Cina anche se secondo alcune indiscrezioni che girano sul web, il numero dei decessi potrebbe essere ben più elevato. La notizia è arrivata quando sabato le autorità sanitarie cinesi hanno dichiarato di aver scoperto altri quattro casi di polmonite a seguito di un focolaio di quello che si ritiene essere un nuovo ceppo di Coronavirus. Alle quattro persone è stata diagnosticata la polmonite nella giornata di giovedì, stando a quanto comunicato dalla Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan in una dichiarazione pubblicata poche ore fa.

    Come si manifestano i Coronavirus

    Si tratta della prima conferma di nuovi casi da parte dei funzionari in quasi una settimana, ed è arrivata un giorno dopo che la commissione ha confermato la morte di un secondo paziente. I Coronavirus di solito causano malattie del tratto respiratorio superiore da lievi a moderate, come il comune raffreddore, ma possono anche colpire il tratto respiratorio inferiore, causando polmonite o bronchite. Le autorità cinesi hanno riferito che 45 persone nel paese hanno già contratto il virus. La maggiore concentrazione di casi si è avuta in un mercato del pesce nella città centrale di Wuhan, che ospita 11 milioni di persone.

    Si sospetta che i casi siano molto più numerosi

    Le persone colpite dal contagio, secondo i dati rivelati dal governo cinese, sarebbero in tutto 45, anche se le persone tenute sotto osservazione sono un centinaio come ha riportato il sito Al Jazeera. Un articolo pubblicato venerdì dagli scienziati del Centro MRC per l’analisi globale delle malattie infettive dell’Imperial College di Londra ha affermato che il numero di persone colpite nella città cinese sarebbe probabilmente molto più di mille. Insomma, dati contrastanti che non fanno altro che alimentare ancora di più timori e sospetti.

    Cistite, se stai avendo questi sintomi, meglio consultare un medico

    Influenza, più di 2 milioni di italiani a letto: sintomi e cure

  • Nessuna misura attuata in Cina, ma Hong Kong e Usa hanno intensificato i controlli negli aeroporti

    La Cina ha affermato che finora tutti i casi sono stati limitati a Wuhan ma intanto le autorità di Hong Kong hanno intensificato le misure di rilevamento, tra cui rigorosi controlli di temperatura per i viaggiatori in arrivo dalla Cina continentale. Gli Stati Uniti hanno dichiarato che venerdì inizierà lo screening dei voli in arrivo da Wuhan all’aeroporto di San Francisco e all’aeroporto JFK di New York, mentre secondo quanto riportato da Al Jazeera “nessuna misura simile è stata formalmente attuata” in Cina, dove il governo sta esortando i cittadini a mantenere la calma e a non farsi prendere da psicosi. Per fortuna questa forma di coronavirus, pur essendo della stessa famiglia della Sars, non dovrebbe avere lo stesso grado di pericolosità. Si manifesterebbe solo con sintomi parainfluenzali e forti mal di testa ma non dovrebbe trasmettersi da uomo a uomo.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: