Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 10 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Il cartone della pizza? Puo causare terribili malattie

di

centro meteo italiano
1 di 3
  • Chi acquista pizza da asporto stia in guardia: il cartone puo addirittura causare il cancro.

    pizza cartone

    Pizza: il pericolo viene dal cartone ? – foto www.toysblog.it

    Il cartone della pizza? Puo causare terribili malattie 12/01/2016 – Emerge una terribile novità: per anni abbiamo liberamente consumato pizza risposta all’interno dei cartoni delle pizzerie d’asporto. Ebbene, il materiale sopra il quale viene riposto l’alimento piu mangiato al mondo, sarebbe addirittura cancerogeno. Dopo i sospetti sui pericoli legati al consumo di pizza cotta nei forni a legna, arriva un’altra minaccia contro uno dei prodotti più tipici del made in Italy nel mondo. L’allerta parte proprio da uno dei paesi dove piu alto è il consumo di pizza tra la popolazione, ovvero gli Stati Uniti d’America. Vediamo si cosa si tratta […]

  • La Food and Drug Administration non ha dubbi: negli USA da oggi è vietato l’uso di tre tipi di perfluoroalchilico utilizzati in genere per le confezioni di cartone delle pizze da asporto. Le sostanze chimiche alla base della composizione della maggior parte delle scatole della pizza non sono sicure: pare che le sostanze della pizza mescolandosi con la cellulosa aumentano i rischi di favorire il cancro al seno e altre forme tumorali. E in Italia? […]

  • Nel nostro paese fino a poco tempo addietro il problema è stato lungamente ignorato. Io ministero dell’Ambiente in un report ha, pero, avvertito che i composti perfluoroalchilici vengono usati nei rivestimenti dei contenitori per il cibo, come ad esempio quelli dei fast food o nei cartoni delle pizze d’asporto, nella produzione di Teflon e del Gore-Tex, materialche che ha trovato applicazione in numerosi campi, possono causare malattie.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

SEGUICI SU: