Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 26 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Influenza 2020-21, ecco quando si raggiungerà il picco: quando e dove vaccinarsi

Antonino Bella, epidemiologo dell'Istituto Superiore di Sanità, ha spiegato perché l'influenza 2020-21 può essere più blanda del solito ma confondersi con il coronavirus

Influenza 2020-21, ecco quando si raggiungerà il picco: quando e dove vaccinarsi
Foto pixaBay
1 di 2
  • Influenza 2020-21, ecco quando si raggiungerà il picco: quando e dove vaccinarsi

    Gli esperti prevedono che l’influenza stagionale 2020-2021 sarà molto più complessa e impegnativa rispetto a quelle degli anni passati. Questo perché, in concomitanza con la nuova stagione influenzale, si preavvisa un possibile, se non probabile, aumento di casi del COVID-19. La presenza contemporanea di questi due virus, infatti, potrebbe rendere difficile una diagnosi differenziale, dato che entrambi hanno sintomi che possono coincidere e questo metterebbe in difficoltà il sistema sanitario, che già si trova a dover affrontare l’aumento di casi di coronavirus. Ecco perché gli esperti consigliano di vaccinarsi per la stagione influenzale 2020-2021 già dai primi di ottobre e soprattutto suggeriscono a tutti di vaccinarsi, per agevolare il sistema sanitario a individuare precocemente i casi di coronavirus e isolare i positivi. L’APPELLO DI SOLERI: “GLI ITALIANI FACCIANO I TEST PER SCOPRIRE SE SONO POSITIVI O MENO AL CORONAVIRUS”

    Un’influenza non ancora iniziata

    Antonino Bella, epidemiologo dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), ha affermato durante un’intervista che ancora non sono stati segnalati importanti casi di influenza stagionale, ma solo casi sporadici e facili da gestire. L’epidemiologo afferma che generalmente la stagione influenzale ha inizio nella metà del mese di ottobre, con casi sporadici nel primo mese autunnale (settembre), ma quest’anno ancora non sono stati segnalati casi importanti. Dichiara, però, che il picco di influenza stagionale potrebbe avvenire tra la fine del mese di gennaio e gli inizi di febbraio, alla stregua di come è avvenuto negli ultimi anni. L’ALLARME DEL DOTTOR RICCIARDI: “LAZIO E CAMPANIA STANNO PERDENDO IL CONTROLLO DELLA SITUAZIONE COVID”

    Un’influenza più blanda del solito?

    Alla domanda su come andrà la stagione influenzale 2020-21, Antonio Bella afferma che solitamente per fare delle previsioni di questo tipo ci si ispira a ciò che accade nell’emisfero Sud, che affronta la stagione fredda quando da noi è estate. In Australia la stagione influenzale è stata più blanda del solito. La ragione di ciò potrebbe essere spiegata con una semplice fluttuazione ciclica o per la presenza del Sars-CoV-2 che ha creato una sorta di competizione virale. VACCINO ANTI-INFLUENZALE 2020.21: ECCO DOVE E COME FARLO

  • L’importanza del vaccino

    Se dai noi si conferma l’andamento ravvisato nell’emisfero Sud potremo avere una stagione influenzale blanda, ma è comunque importante vaccinarsi. La vaccinazione non protegge al 100%, ma diminuisce o rende più leggeri i sintomi.
    Anziani, bambini, personale sanitario e donne sanitario dovrebbero vaccinarsi e in questi casi la vaccinazione è sollecitata dal medico di famiglia o dal pediatra e viene effettuata negli stessi studi medici. Le altre categorie possono acquistare il vaccino presso le farmacie o effettuare la vaccinazione presso gli studi medici.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: