Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 6 Aprile
Scarica la nostra app

Corrente di risacca: come riconoscerla ed evitarla

di

centro meteo italiano

La pericolosa corrente di risacca può formarsi anche a pochi metri dalla riva del mare, e rischia di mettere in difficoltà anche nuotatori esperti. Scopriamo come riconoscerla

Corrente di risacca: come riconoscerla ed evitarla – Si può formare anche a pochi metri dalla spiaggia, trascinando al largo tutto ciò che trova, nuotatori compresi. E’ la corrente di risacca, fenomeno da non sottovalutare perchè può essere potenzialmente pericoloso. Si tratta di un tipo di corrente morina che si forma proprio davanti alla spiaggia in seguito ad un accumulo d’acqua lungo la costa che porta ad un conseguente aumento di pressione; questo aumento viene compensato da un flusso di ritorno che partendo dalla riva e raggiungendo anche velocità di 7 miglia orarie, si dirige verso il largo. E’ importante capire come riconoscere questa corrente, che si forma anche sui litorali italiani, per evitarle o mettersi in salvo qualora si venisse investiti dall’onda.>> clicca qui

Corrente di risacca

Corrente di risacca, foto qualecefalu.it

E’ sufficiente guardare la superficie dell’acqua per notare quei punti nei quali la superficie appare liscia ed ondulata; inoltre in presenza di una forte corrente di ritorno le onde appaiono come spezzate. Infine osservando il profilo della spiaggia si potrà notare la formazione di una serie di insenature di diverse dimensioni, a seconda della forza della mareggiata; i confini tra un’insenatura e l’altra sono i più pericolosi e da evitare durante il bagno. Se si finisce nella corrente di risacca non bisogna tentare di nuotare a riva, sprecando energie preziose e rischiando di bere acqua: bisogna lasciarsi trasportare nuotando parallelamente alla costa, in modo da uscire lateralmente, perchè contrastare questo tipo di corrente è molto faticoso e rischioso. Senza dimenticare di osservare i cartelli di pericolo, in quanto i litorali italiani a rischio corrente di risacca sono ben segnalati.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

SEGUICI SU: