NanoPress

Coleotteri danneggiati dal surriscaldamento globale: uno studio rivela il perché

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
  • Le alte temperature incidono negativamente sulla riproduzione dei coleotteri

    Coleotteri sempre più in pericolo a causa di un clima sempre più caldo

    Il caldo eccessivo minaccia la fertilità dei coleotteri

    Il surriscaldamento globale, causato tra le tante dal riscaldamento dei mari l’inquinamento in continua espansione, incide negativamente non solo sull’ambiente ma anche sulla vita di molti  animali e insetti. Le temperature via via sempre più alte mettono spesso in difficoltà la riproduzione e l’accoppiamento di numerose specie, in modo particolare, secondo un recente studio, la fertilità maschile dei coleotteri.

     

    Il caldo eccessivo danneggia i coleotteri: lo studio non ha dubbi

    Uno studio dell’Università dell’East Anglia, pubblicato su Nature Communications, ha messo proprio in evidenza come giornate troppo calde o prolungate ondate di caldo, vadano ad incidere negativamente sugli spermatozoi dei coleotteri, causandone infertilità o stordimento e incapacità di accoppiamento. Il fenomeno si rivela dunque più accentuato nelle regioni climatiche particolarmente esposte al caldo e alle alte temperature, spesso perduranti e letali per alcuni tipi di insetti.

    Biodiversità in netto calo

    E’ stato dimostrato che con periodi prolungati di temperature oltre la media stagionale, di 5-6 °C, la riproduzione scende anche di oltre il 50%. E’ un dato davvero allarmante in quanto le specie “più deboli” rischiano di restare danneggiate o improduttive.  Si stima che i coleotteri costituiscano un quarto della biodiversità mondiale e ogni anno risultano sempre più minacciati.

  • Coleotteri: rappresentano un quarto della biodiversità mondiale

    I coleotteri secondo recenti studi sembra che costituiscano un quarto della biodiversità mondiale e con il passare degli anni risultano sempre più a rischio a causa dei cambiamenti climatici e soprattutto in seguito all’aumento generalizzato delle temperature.

    Il clima non è l’unica minaccia

    Non solo cambiamenti climatici e caldo sempre più “estremo”ma anche la mano dell’uomo incide notevolmente sulla situazione dei coleotteri. Questi sono strettamente legati a legno morto e la mancanza sempre maggiore di alberi adulti, un abbattimento degli alberi sempre più devastante stanno contribuendo alla perdita e alla degradazione dell’habitat di alcuni tipi di coleotteri.

  • Previsioni meteo Italia Giovedì 15 novembre 2018: nord, centro e sud

    Al Sud e sulle Isole: Al mattino tempo stabile con cieli sereni o poco nuvolosi salvo qualche addensamento maggiore in Sardegna e tra Molise e Puglia. Al pomeriggio condizioni di tempo stabile e generalmente soleggiato sia sulle coste che sulle zone interne, qualche nube più compatta in Sardegna ma senza fenomeni. In serata nuvolosità alta in transito ma ancora con tempo asciutto. Temperature minime e massime stazionarie o in calo. Venti deboli o moderati dai quadranti nord-orientali. Mari da poco mossi a mossi.

    Aggiornato da Danilo De Luca

    Previsioni meteo della tua località

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Da sempre grande appassionato di meteorologia, approfondita anche attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia ed un breve master. Scrivo sul web da circa un anno ma ho avuto anche in passato qualche esperienza. Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter