Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 25 Novembre
Scarica la nostra app

WhatsApp, attenti alla nuova truffa da 500 euro: ecco tutti i dettagli

Il supermercato Esselunga "coinvolto" da una truffa che circola su WhtsApp e promette 500 euro in buoni spesa: ecco cosa sta succedendo

WhatsApp, attenti alla nuova truffa da 500 euro: ecco tutti i dettagli
Foto PixaBay
1 di 3
  • WhatsApp, attenti alla nuova truffa da 500 euro: ecco tutti i dettagli

    WhatsApp è purtroppo soggetto a numerosissime truffe: centinaia di hacker gettano ogni giorno “in pasto” agli utenti della nota chat presunti sconti o regali (spesso in denaro) con l’obiettivo di rubare dati sensibili o, nel peggiore dei casi, denaro scalandolo dal credito telefonico o addirittura dagli account bancari delle malcapitate vittime. Una delle ultime truffe che circola su WhatsApp riguarda Esselunga, tra i più importanti supermercati d’Italia: come riportato da TecnoAndroid.it, in base alle segnalazioni di molte persone, sta circolando una catena che parla di un buono Esselunga da 500 € a disposizione degli utenti per la spesa nei supermarket con questo nome. Ovviamente si tratta di una truffa: il consiglio è di ignorare il messaggio, nel caso in cui lo si riceva, e segnalare il mittente agli sviluppatori WhatsApp. APPARE UNA STRANA ICONA DI UN “OROLOGIO” NELLE CHAT: ECCO COS’É

    Il comunicato Esselunga

    Segnaliamo – recita il comunicato ufficiale di Esselunga – che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda”. MILIONI DI SMARTPHONE NON NAVIGHERANNO PIÚ IN INTERNET NEL 2021: ECCO QUALI E PERCHÉ

    In arrivo su WhatsApp la nuova funzione “leggi i messaggi più tardi”: ecco come funziona

    Novità in arrivo che riguardano WhatsApp, una delle instant chat più utilizzate al mondo: come riportato da WABetaInfo.com, gli sviluppatori del social di proprietà di Mark Zuckerberg avrebbero ideato un sistema che permetterebbe agli utenti di “leggere più tardi” i messaggi ricevuti che sono ritenuti non così importanti. A differenza delle normali chat che oggi vengono archiviate, infatti, questo sistema darebbe l’opportunità di creare una cartella in cui decidere di aggiungere conversazioni “superflue”, o comunque non urgenti durante la giornata o una parte di essa. Inserire una chat in questa cartella significherebbe non ricevere alcuna notifica (proprio come per le chat silenziate) e leggere il contenuto solo andando direttamente in quella conversazione. Il tutto sarebbe reso più semplice da un pulsante apposito visibile all’interno delle chat di WhatsApp, anche se non è ancora chiaro quando questo servizio sarà ufficialmente attivo. ECCO COSA NON DOVETE FARE SE VOLETE PRESERVARE LA BATTERIA DEL VOSTRO SMARTPHONE

    CONTINUA A LEGGERE

  • WhatsApp, ecco la nuova truffa per rubare il profilo a qualcuno: come funziona

    Ogni giorno migliaia di hacker operano nell’ombra per creare sempre nuove truffe tramite cui raggirare gli utenti del web: tra i portali coinvolti da questa “pratica” figura anche WhatsApp, una delle instant chat più utilizzate al mondo e, proprio per questo, soggetta a situazioni del genere. Una delle ultime truffe WA, come riportato da Consumatore.com, è quella che vede i malintenzionati rubare il profilo delle loro vittime. In cosa consiste? La vittima della truffa riceve un sms in cui si richiede l’invio di un codice per poter attivare WhatsApp su un altro dispositivo (identico al messaggio classico che si riceve quando si sta per aprire un classico account WA). Se l’utente completa questo passaggio, l’hacker acquisirà i suoi dati personali e la proprietà dell’account. Cosa fare per proteggersi?

  • I consigli anti truffa

    La Polizia Postale ha suggerito alcuni consigli per evitare di rimanere coinvolti in queste truffe. Innanzitutto evitare di condividere con chiunque il codice di attivazione WhatsApp, ma non solo: È consigliabile inoltre, per aumentare il grado di sicurezza dell’app, attivare lo strumento “Verifica a due fattori” che consente agli utenti di inserire un codice a sei cifre ogni volta che si utilizza qualcosa di nuovo su WhatsApp.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: