Calabria: scossa di terremoto avvertita all’alba in provincia di Reggio. Dati Ingv

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Nuove scosse registrate al meridione. Trema soprattutto il basso Tirreno

Segnala
Terremoto: scosse registrate al sud Italia. Fonte: Cmi
  • Scosse in Calabria

    La terra continua a tremare al sud Italia soprattutto tra la Calabria e la Sicilia, con scosse per lo più deboli ma avvertite distintamente in area epicentrale. Dopo aver parlato a lungo delle scosse tra catanese ed ennese, che continuano a fasi alterne anche in queste ore, questa mattina, alle ore 7.20, una nuova scossa, M 2.3 è stata registrata in Calabria, in provincia di Reggio Calabria.

    Ingv, epicentro scossa

    L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha localizzato l’epicentro a San Pietro di Caridà, in provincia di Reggio Calabria e 10 chilometri di profondità. Evento localizzato a 3 km da San Pietro di Caridà, 4 km da Dinami e Serrata, 5 km da Galatro e Candidoni e 55 km da Lamezia Terme, 60 km da Catanzaro, 62 km da Reggio Calabria, 62 da Messina, 89 da Cosenza.

  • Tirreno meridionale continua a tremare

    Scosse in zona si sono avute anche dalla serata di ieri ma con epicentro in mare, sempre nel basso Tirreno. Alle ore 21:50 di ieri sera scossa di terremoto di magnitudo 2.4 in mare, distretto Tirreno meridionale. Ipocentro a 151 chilometri di profondità. Evento localizzato 32 chilometri a nord di Messina, 43 km a nord ovest di Reggio Calabria, 95 chilometri a sud ovest di Lamezia Terme, 98 chilometri a nord di Acireale.

  • Restate sempre aggiornati

    Ricordiamo che la zona in questione è altamente sismica. Come sempre vi ricordiamo che all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e in quello mondiale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter