Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 10 Maggio
Scarica la nostra app

DIRETTA / Terremoto Amatrice 26 agosto 2016: nuove scosse nella notte, M 3.7 la più intensa. Bilancio aggiornato

centro meteo italiano
1 di 27
  • Terremoto Amatrice: ieri mattina nuovo forte sisma di magnitudo 4.8 provoca altri crolli. In serata sisma M 3.2 a Norcia. Bilancio delle vittime sale a 281 unità. Domani i funerali di stato ad Ascoli. Nottata di sismi tra Umbria e Marche

    DIRETTA / Terremoto oggi Amatrice 26-25 agosto 2016: nuova forte scossa M 4.8, sale bilancio vittime. Ultime news

    DIRETTA / Terremoto Amatrice 26 agosto 2016: nuove scosse nella notte, M 3.7 la più intensa. Bilancio aggiornato 

    +++Ore 6:32 – E’ stata creata la pagina per poter seguire la nuova DIRETTA NO STOP h24. CLICCA PER SEGUIRLA+++

    Ore 4:23 – Continua una lunga serie di scosse nell’area orientale di Norcia, a confine tra Umbria e Marche. La più intensa, di magnitudo 3.7

    Ore 0:30 – La sequenza sismica in atto si sta concentrando principalmente su due punti. Il primo, poco a est di Norcia, area in cui si è verificato il sisma di 5.3 (replica più intensa). Il secondo a sud Est di Amatrice, con intensità massima raggiunta ieri mattina di Ml 4.8

  • Ore 0:07 – E’ iniziata un’altra lunga notte all’interno delle tendopoli dei Paesi più colpiti dal sisma. Secondo alcuni funzionari, si tratta di una delle più difficili, in quanto precede il giorno in cui avverranno i funerali delle vittime.

    Ore 23:26 – Dopo che è stato battuto da diverse agenzie di stampa italiane, anche la Protezione Civile rende noto che il numero delle vittime è salito a 281 nel corso della serata. 221 solo nel comune di Amatrice.

    Ore 23:08 – L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia comunica che il sisma precedentemente segnalato ha avuto un’intensità pari a 3.2 (Ml) e si è verificato ad una profondità di 10.1 chilometri. Le coordinate epicentrali riportano qualche chilometro a sud di Norcia.

    Ore 22:53 – Una nuova scossa è stata avvertita nettamente tra Norcia e Amatrice e nel territorio colpito dal sisma. Ingv a lavoro per determinare intensità ed epicentro.

    Ore 22:37 – Luca Cari, portavoce dei Vigili del Fuoco, parla al Tg2 Dossier ”Ieri abbiamo individuato altri 3 corpi. Scosse? Non aiutano certamente il nostro lavoro. Abbiamo necessità di procedere con i soccorsi per cercare altre persone tra le macerie”.

  • Ore 22:21 – Sale a 1160 il numero dei sismi registrati a partire dalle ore 3:36 della notte del 24 agosto. L’ultimo evento udibile risale a circa mezzora fa, con intensità pari a 2.6 ed una profondità ipocentrale di 11 chilometri.

    Ore 21:55 – In merito al continuo dibattito sulla magnitudo del sisma che specialmente sui social network continua a mantenersi vivo, l‘Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha diramato un ulteriore comunicato chiarificatore sulle modalità con cui viene certificata l’intensità di un sisma. 

    Ore 21:28 – Anche la torre di Arquata del Tronto, simbolo del paese devastato dal sisma, risulta fortemente in bilico. Le scosse di terremoto registrate nelle ultime ore, specie le più intense, l’hanno ulteriormente destabilizzata. La paura è che ulteriori movimenti tellurici di una certa entità possano andare a danneggiare ulteriormente la struttura pericolante.

  • Ore 21:00 – Sale a 388 il numero dei feriti ospedalizzati. A riferirlo è direttamente uno dei portavoce della Protezione Civile durante la conferenza stampa di rito tenutasi a Roma meno di un’ora fa.

    Ore 20:53 – ‘‘Ciao, mamma ti ama”. Queste le parole dette dalla mamma davanti alla salma della piccola Giulia.

    Ore 20:10 – Secondo quanto riportato dall’inviato da Amatrice di Sky Tg 24,  sarebbero altre 15 le persone disperse. Proseguono così le ricerche da parte della macchina dei soccorsi, impegnata senza sosta alla disperata ricerca di persone ancora in vita tra le macerie.

  • Ore 19:55 – E’ terminata la riunione straordinaria tra i vertici governativi e i capi delle Regioni pesantemente colpite dal terremoto. Il capo della Protezione Civile ,Fabrizio Curcio, in merito al suo intervento specifica che ”Faremo in modo di dare risposte precise sui contributi economici in arrivo per l’emergenza”. Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti aggiunge inoltre che ”Abbiamo terminato la prima riunione operativa con il governo. E’ emersa una piena condivisione sulle strategia. Si basa sulla priorità di ricostruire e ridare un futuro alle comunità colpite. C’è stata una fase di emergenza gestita al meglio dagli operatori. Siamo ora in una fase di consolidamento e di apertura per il futuro. I paesi saranno ricostruiti, vogliamo mantenere le loro identità. La scelta di riaprire le scuole è il primo atto per ricostruire il futuro delle comunità colpite’‘.

    Ore 19:42 – Sale a 1120 il numero dei sismi registrati nelle ultime 72 ore, in merito alla sequenza attivatasi dopo il forte sisma della notte del 24 agosto. L’ultimo evento udibile segnalato dall’Ingv risulta di magnitudo 2.8

    Ore 19:10 – Dalle immagini provenienti da Pescara del Tronto e trasmesse in diretta da Sky Tg 24, alcuni ragazzi per stemperare la tensione hanno improvvisato una partita di calcetto all’interno di un campo sportivo. E’ molto difficile, ma almeno i più giovani cercano di distogliere per qualche minuto le attenzioni dalla tragedia che si è consumata nemmeno 72 ore fa.

  • Ore 18:50 – ”Nel quadro delle prime azioni necessarie a supporto dei territori del centro Italia drammaticamente colpiti del terremoto abbiamo disposto oggi, tramite Agea, che entro il 15 settembre siano erogati i 5 milioni di euro di contributi europei Pac richiesti dalle 958 domande presentate dalle imprese agricole operanti nei 16 comuni dell’emergenza individuati dalla Protezione civile”. A parlare ai microfoni di un giornalista dell’Ansa è il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina.

    Ore 18:26 – La Protezione Civile, durante la conferenza stampa di Roma, comunica il nuovo bilancio provvisorio delle vittime, che è salito a 278 unità.

    Ore 18:24 – Secondo quanto riferito dall’Ingv, il sisma precedente ha avuto un’intensità pari a 3.8 e si è verificato ad una profondità di 9.9 chilometri. L’epicentro è stato posizionato nell’area di Accumoli.

    Ore 18:11 – Nuovo sisma avvertito nell’area epicentrale. Seguono aggiornamenti.

  • Ore 17:57 – Sale a circa 1100 il numero dei sismi registrato dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia a partire dalla notte del 24 agosto, momento in cui si è verificata la forte scossa di magnitudo 6.0. L’ultimo evento udibile risale a meno di 50 minuti fa, con intensità pari a 3.0 ed epicentro nei pressi del comune di Amatrice.

    Ore 17:28 – A seguito del forte sisma di M 6,0 di oltre 48 ore fa, il terreno nei pressi di Accumoli si è ribassato fino a 20 centimetri. Approfondimento

    Ore 17:05 – Si continua a lavorare per riaprire i collegamenti tra Amatrice e le strade circostanti. La SS20 è infatti chiusa a seguito di nuovi danni arrecati dalla forte scossa di  M4.8 avvenuta questa mattina. Nel frattempo, l’Ingv comunica che il sisma di circa mezzora fa ha avuto un’intensità pari a 2,8 Ml.

    Ore 16:34 – Una scossa di moderata intensità è stata appena avvertita nel territorio colpito dal sisma. Sono in corso le verifiche dell’Ingv per determinarne intensità ed epicentro. Seguono aggiornamenti a breve.

  • Ore 16:25 – Il capo del dipartimento dei Vigili del Fuoco, Paolo Frattasi, parla ai microfoni di Sky Tg 24 da Roma, dopo aver visitato questa mattina il territorio colpito dal sisma: ”Che situazione ho trovato? Dal punto di vista dell’operatività, ci sono 1000 e passa unità ben determinate che all’alba durante la forte scossa erano a scavare tra le macerie. Nessuno in queste condizioni può fermarsi. Speriamo di recuperare tutti i corpi. Nelle Marche la situazione si è stabilizzata, mentre nel reatino possono esserci ancora delle evoluzioni. La situazione è controllata minuto per minuto, su strade, ponti ed edifici civili, anche tramite l’utilizzo di droni.

    Ore 16:10 – ”L’area è molto circoscritta rispetto all’Aquila, anche perchè le vie di trasporto erano più agevoli. Dobbiamo permettere ai mezzi di intervenire regolarmente. La Protezione Civile deve assistere la popolazione, noi dopo 2-3 ore dall’evento abbiamo installato oltre 15 campi tra ascolano e reatino. Di cosa c’è bisogno? Serve costanza negli aiuti dei beni di prima necessità, chi vuole aiutare è benvenuto. Bisogna pensare però anche alla fase post emergenza quando le persone serviranno. Ci vuole costanza nelle opere di volontariato e non si possono concentrare solo i primi giorni dopo il sisma”. A parlare ai microfoni di Rai News 24 in diretta da Amatrice è Antonio Colombi, funzionario della Protezione Civile del Lazio.

    Ore 15:46 – Nelle prossime ore presso Palazzo Chigi Matteo Renzi ed il sottosegretario alla presidenza del consiglio Claudio De Vincenti, incontreranno i Presidenti delle regioni colpite dal sisma per fare il punto della situazione.

  • Ore 15:28 – E’ salito a 387 il numero dei feriti ‘ospedalizzati’. A renderlo noto è il Dipartimento della Protezione Civile.

    Ore 15:11 – Gianluca Ferrini, sismologo e docente di geologia all’Università dell’Aquila, parla ai microfoni di Sky Tg 24 ”La prima causa dei crolli è il tetto, che va a schiacciare la struttura delle abitazioni. Questo schiacciamento provoca un maggior pericolo per le persone che vi abitano all’interno. Scuola Amatrice? E’ stata ristrutturata secondo la prassi, con utilizzo di reti al carbonio posizionate sotto l’intonaco per legare bene la muratura e si sono staccate dopo il sisma. Ma evidentemente l’intervento ha avuto l’esito sperato”.

    Ore 14:49 – Ugo Bonessio, comandante regionale dei Vigili del Fuoco, ha dichiarato che non risultano più persone disperse nel territorio delle Marche, direttamente dal campo di Arquata del Tronto

    Ore 14:40 – Sono circa 1050 le scosse registrate a partire dall’attivazione della lunga sequenza sismica nelle aree comprese tra reatino e Norcia. Nelle ultime ore prosegue fitta l’attività sismica specie a sud di Amatrice e sui settori occidentali dei Monti Sibillini. L’ultimo evento udibile risale a circa 40 minuti fa, con un’intensità pari a 2.8

  • Ore 14:22 – La Protezione Civile ha espressamente richiesto uno stop totale all’invio degli aiuti da ogni parte d’Italia, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito ad inviare beni di prima necessità verso le aree terremotate. La situazione nelle tendopoli è ora sotto controllo.

    Ore 14:00 – ”Pronto a fare la guerra contro tutti nel momento in cui non si dovesse ripartire nel modo giusto. Ho chiesto a Matteo (Renzi, ndr) di mandare subito un segnale importante di ripartenza”. Così il Sindaco di Amatrice pochi secondi fa, concludendo il suo discorso alla stampa nazionale.

    Ore 13:50 – Torna a parlare il sindaco di Amatrice ai microfoni delle principali televisioni italiane: ”Serve un senso di appartenenza. Ho fatto un’ordinanza di interdizione alla zona rossa del centro storico, perchè dovranno partire entro le prossime 24 ore verifiche tecniche per decretare l’agibilità delle abitazioni. Ho chiesto il modello Val Nerina e Friuli. Ricostruire il centro storico. Vi chiedo positività e speranza a questa gente che ha perso tutto”.

  • Ore 13:19 – Serie di 3 sismi in sequenza sono stati registrati e avvertiti nell’area di Amatrice. La più intensa di magnitudo 3, avvenuta ad una profondità di 10.5 chilometri. A riferirlo è l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia attraverso il suo portale online.

    Ore 13:14 – Anche Piero Fassino, attuale presidente dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), sta facendo visita nei territori più colpiti dal sisma.

    Ore 13:05 – La Polizia Scientifica riporta che all’interno dell’obitorio sono 234 i corpi recuperati dalle macerie e depositati all’interno delle salme. Le stesse, verranno trasferite nella giornata di domani ad Ascoli, dove si terranno i funerali di Stato presidiati dal capo dello stato Sergio Mattarella e Laura Boldrini, presidente della Camera.

    Ore 12:44 – Secondo quanto riferito dalle autorità locali, il genio civile è a lavoro per rendere nuovamente accessibile la strada statale numero 20, il tratto maggiormente utilizzato dalla macchina dei soccorsi per operare al meglio sul territorio di Amatrice. In particolar modo, si sta cercando di costruire un bypass per aggirare il ponte dei Tre Occhi, da questa mattina pericolante dopo il forte sisma di magnitudo 4.8

  • Ore 12:23 – Attraverso il proprio sito web, l’OMS fa sapere che il rischio di malattie o epidemie post-sisma è piuttosto elevato e invita la popolazione colpita a seguire le linee guida salutari da intraprendere dopo un forte sisma.

    Ore 12:03 – La sequenza di scosse continua. Da più di 48 ore a questa parte sono oltre 1.000 i sismi registrati dalla rete nazionale di sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Nelle ultime ore, la maggior parte degli eventi si concentra sul settore orientale di Norcia, a confine tra Umbria, Lazio e Marche.

    Ore 11:50 – Leonardo Nuccetelli, sovrintendente di stato della divisione che si occupa dell’identificazione delle vittime di Amatrice, comunica in diretta a Sky Tg 24 che le salme sono 230 comprendenti persone identificate, presunte ed ignote. Pertanto sale ulteriormente il bilancio delle vittime in uno dei comuni più colpiti dal forte sisma

  • Ore 11:30 – Alfano rilascia le prime dichiarazioni ai microfoni Sky Tg 24: ”Orgoglio e gratitudine per la filiera dei soccorsi. La scuola di Amatrice? E’ crollato di tutto, ci saranno accertamenti per verificare le responsabilità. Ora concentriamoci sui soccorsi, 215 persone vive sottratte dalle macerie ha ben pochi precedenti. Prevenzione? Siamo un paese sismico, la gara tra uomo e la natura vede sempre vincere la natura. Non facciamo ulteriori sforzi per aggravare la tragedia. Noi siamo qui ad abbracciare le famiglie delle vittime del sisma”.

    Ore 11:26 – Il ministro dell’interno Angelino Alfano è appena atterrato ad Arquata del Tronto. La prima richiesta è stata quella di voler incontrare il cane Leo che ha estratto viva dalle macerie la piccola Giorgia.

    Ore 11:24 – La Protezione Civile ha chiesto da questa mattina lo stop alla donazione degli alimenti. La comunicazione arriva dopo che è in tutte le tendopoli è stata accertata la massiccia presenza di beni alimentari.

  • Ore 11:05 – Simboli e monumenti delle principali Capitali europee e mondiali si sono illuminati con i colori della bandiera italiana. Uno dei tanti gesti di solidarietà provenienti da ogni parte del Mondo.

    Ore 10:50 – Secondo quanto riferiscono fonti governative, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella giornata di domani si recherà personalmente tra le aree colpite.

    Ore 10:42 – E’ originario di Napoli lo sciacallo arrestato ieri ad Amatrice mentre tentava di accedere in un’abitazione parzialmente distrutta dal sisma.

    Ore 10:18 – Ad essere interrotta a seguito della forte scossa di questa mattina è la strada Provinciale 20. Il crollo di un edificio pericolante avrebbe reso impossibile gli spostamenti lungo questa via. Tecnici e soccorritori sono a lavoro per liberare il passaggio e favorire il transito dei mezzi operativi.

  • Ore 10:00 – Si svolgeranno domani ad Ascoli Piceno i funerali di stato delle vittime del sisma. A riportarlo è direttamente la presidente della camera Laura Boldrini. Alle esequie sarà presenta anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

    Ore 9:37 – ‘Dopo la scossa di questa mattina sposteremo le macerie su un tratto di strada reso inagibile per i nuovi crolli. Sarà necessario l’utilizzo di un mezzo meccanico per la rimozione del materiale’. A riferirlo ai microfoni di Rai News 24 è un funzionario dell’esercito a lavoro da questa mattina in una frazione di Amatrice.

    Ore 9:23 – E’ disponibile il nuovo aggiornamento meteo per le aree colpite dal violento sisma della notte del 24 agosto.

    Ore 9:04 – Anche Sky Tg 24 conferma i nuovi crolli ad Amatrice dopo il forte sisma di 4.8 di questa mattina. Altri due cadaveri sono stati recuperati tra le macerie di uno dei comuni più colpiti meno di 48 ore fa.

  • Ore 8:50 – I feriti ospedalizzati sono più di 380. A riferirlo è sempre la Protezione Civile durante la conferenza stampa di rito a Roma.

    Ore 8:41 – Sono all’incirca 950 le scosse di terremoto registrata dalla notte del 24 agosto, la sequenza si è attivata a seguito del violento sisma di magnitudo 6.0

    Ore 8:25 – Ancora la portavoce della Protezione Civile, che riferisce di nuovi danni registrati ”Nella serata e notte di ieri, abbiamo registrato un danno sul ponte ‘Tre Occhi’ che si è acutizzato dopo la scossa di questa mattina. Sul posto ci sono le autorità locali che hanno totalmente isolato la struttura”.

    Ore 8:18 – Titti Postiglione, portavoce della Protezione Civile, comunica il nuovo bilancio provvisorio delle vittime che sale a 267.

    Ore 8:13 – Secondo quanto riportato dall’inviata di Sky Tg 24 direttamente da Arquata, sono cessate le ricerche tra le macerie.

  • Ore 8:02 – Ancora due scosse, rispettivamente di magnitudo 2.8 e 3.1 sono state avvertite distintamente ad Amatrice, a seguito dell’evento principale di questa mattina di M. 4,8 che ha provocato nuovi crolli tra gli edifici.

    Ore 7:43 – Pochi minuti fa, con epicentro a Est di Norcia, una nuova scossa di magnitudo 3.5 è stata registrata dall’Ingv e avvertita dalla popolazione colpita.

    Ore 7:36 – Ad Amatrice si sta cercando ancora di estrarre dalle macerie il corpo senza vita di una persona rimasta intrappolata la scorsa notte. A riferirlo è un inviato di Sky Tg 24 direttamente sul posto.

    Ore 7:32 – Anche la scossa più intensa di questa mattina è avvenuta nel settore meridionale della sequenza. Come vi abbiamo già riferito ieri, da meno di 24 ore una fitta serie di scosse continua ad essere registrato nel reatino meridionale, quasi a confine con l’Abruzzo.

  • Ore 7:21 – Anche Rai News 24 conferma la notizia dei nuovi crolli a seguito del forte sisma avvenuto meno di un’ora fa ad Amatrice. Tuttavia i soccorritori sarebbero fortunatamente rimasti illesi.

    Ore 7:10 – Sono oltre 15 le scosse di terremoto registrate dall’Ingv a seguito del forte sisma di questa mattina, che secondo quanto riportato da numerose testimonianze, sarebbe stato avvertito fino a Roma.

    Ore 6:47 – L’Ingv fa sapere tramite il proprio sito che il sisma ha avuto un’intensità pari a 4.8 Ml 

    Ore 6:43 – Una nuova intensa scossa viene avvertita in tutto il Centro Italia. Dati prossimi all’uscita

    Ore 4:12 – Non accenna a smettere, nemmeno questa notte, la lunga serie di scosse che continua a manifestarsi a ridosso delle aree più colpite dal sisma. Esattamente alle ore 1:49 e 2:04, altri due sismi rispettivamente di 3.6 e 3.8 sono stati registrati dall’Ingv. Il primo, con ipocentro a 8km, avvenuto nell’area di Norcia, il secondo con ipocentro di 10 chilometri nell’area di Amatrice.

  • Ore 0:47 – Già da questa sera è operativa la nuova tendopoli di Arquata del Tronto, che ospita più di 100 persone al suo interno. Non si registrano particolari disagi della popolazione sfollata che ha deciso di accogliere l’invito della Protezione Civile a trascorrere la notte in tenda, contrariamente a quanto avvenuto ieri sera quando alcuni abitanti dei paesi più colpiti preferivano dormire all’interno della propria macchina.

    Ore 0:22 – Le autorità locali, anche questa notte a lavoro per garantire la sicurezza contro gli sciacalli nei territori più colpiti, confermano l’arresto di una persona ad Amatrice, sorpresa mentre tentava di portare via beni di prima necessità da un’abitazione parzialmente distrutta dal sisma.

    Ore 0:03 – Sale a 800 il numero delle scosse registrate a partire dalle ore 3:36 di ieri notte, a seguito della sequenza attivatasi dopo il forte evento di magnitudo 6.0

    Ore 23:37 – Tra le macerie del noto Hotel Roma di Amatrice, è stato estratto l’ultimo corpo senza vita presente all’interno della struttura. Come aveva precedentemente confermato il sindaco del Paese, vi erano possibilità che un’ultima vittima fosse presente al suo interno. Ricoverato in gravi condizioni uno dei proprietari dell’albergo.

    Ore 23:07 – Durante i titoli di apertura di Sky Tg 24, è stato specificato che il bilancio delle vittime nelle prossime ore potrebbe nuovamente aggravarsi. Nel frattempo, un’altra scossa di terremoto è stata avvertita pochi secondi fa nei pressi del comune di Amatrice.

  • Ore 22:55 Dal punto di vista sismico, ci sono aggiornamenti circa la differente distribuzione delle scosse a seguito del sisma principale. Nella giornata di ieri infatti le repliche si sono principalmente susseguite poco a Est del comune di Norcia. Da questo pomeriggio invece gli epicentri si stanno concentrando tutti a sud di Amatrice, non lontano dal confine con l’Abruzzo, in un’area precedentemente non interessata dallo sciame sismico.

    Ore 22:32 – Sotto le macerie dell’Hotel Roma non ci sono più persone o corpi da estrarre. A confermarlo è direttamente il sindaco di Amatrice pochi minuti fa. I Vigili del Fuoco stanno tuttavia proseguendo ulteriori ricerche in quanto vi sono dubbi sulla presenza di ancora una persona all’interno della nota struttura.

    Ore 22:18 – Appena intervenuto a Porta a Porta il capo della comunicazione dei Vigili del Fuoco ha ribadito la volontà di proseguire le ricerche: “Le macerie da rimuovere sono ancora parecchie. Stiamo ancora cercando sopravvissuti, quindi la rimozione delle macerie viene fatta con cautela e con lentezza. Quando si opera con le macchine lo si fa nei luoghi in cui si ha la certezza che ci sia più nessuno”.

    Ore 21:58 – Attraverso il proprio portale, l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia fa sapere che il nuovo sisma ha avuto un’intensità pari a 3.3 e si è verificato ad una profondità di 10 chilometri, poco a sud di Amatrice e non lontano dal confine tra Lazio e Abruzzo.

  • Ore 21:49 – Altre due scosse di terremoto vengono avvertite intorno ai territori colpiti dal sisma. L’Ingv è a lavoro per verificare l’entità del sisma.

    Ore 21:35 – Rispetto a ieri sera, abbiamo notato un aumento graduale di sfollati che hanno deciso di stabilirsi all’interno delle tendopoli. A parlare è un funzionario della Protezione Civile intervistato da Sky Tg 24, all’esterno del campo di Pescara del Tronto(AP).

    Ore 21:28 – Una rapida sequenza di 6 di sismi udibili dalla popolazione viene segnalata dall’Ingv, la più intensa di magnitudo 2.8 avvenuta circa un’ora fa.

    Ore 21:05 – ‘Dobbiamo essere capaci a fare il salto di qualità. Bisogna mettere cuore ed energie per il progetto di ricostruzione ”Casa Italia”. In queste giornate il paese è triste, per giornate prive di colore. Ciò che abbiamo visto in queste ore, oltre alla calamità naturale di cui ancora paghiamo un conto umano impressionante, è l’Italia che non si arrende e che mostra i suoi volti più straordinari.

    Ore 21:00 – Sta parlando da Palazzo Chigi in diretta il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, queste le sue prime parole <<E’ cruciale che quelle comunità rimangano tali. Devono avere un bel futuro e non un bel ricordo. E’ la nostra priorità, per governo e Paese. Nessuno si asciugherà le lacrime, ma quando il ricordo della vicenda tenderà a sbiadirsi, dovremo essere in prima fila a sottolineare che la ricostruzione dei borghi è un dovere per l’Italia. E’ difficile immaginare che ciò che è avvenuto non possa essere considerato come una gigantesca calamità naturale>>.

    Ore 20:30 – Un’altra scossa di terremoto è stata udita chiaramente tra i paesi più colpiti dal sisma. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è a lavoro per verificare i dati di intensità ed epicentro dell’evento.

    Ore 20:29 – A partire dalla mezzanotte di oggi, oltre 370 terremoti sono stati segnalati dalla rete sismica mobile dell’Ingv e dalla rete Nazionale. L’ultimo evento udibile risale invece a qualche minuto fa, con intensità pari a 2.5

  • Ore 20:01 – Il Sindaco di Amatrice è tornato a parlare alle principali televisioni italiane facendo il punto dei dispersi: ”15 persone mancano ancora all’appello”. Continuano le operazioni di ricerca dalla macchina dei soccorsi messi messa in azione da Protezione Civile e Vigili del Fuoco. Lo stesso Sindaco ha inoltre aggiornato il bilancio delle vittime solo nel Paese, salito a 204 unità nel corso del tardo pomeriggio.

    Ore 19:41 – Sono stati estratti dalle macerie altri due corpi senza vita a Pescara del Tronto, in Provincia di Ascoli Piceno, uno dei paesi più colpiti dal sisma della scorsa notte.

    Ore 19:15 – Torna a calare il sole sulle aree colpite dalle forti scosse degli ultimi due giorni. All’interno delle tendopoli volontari e funzionari della Protezione Civile hanno già iniziato a distribuire pasti caldi e bevande per gli sfollati.

    Ore 18:54 – Tra le vittime di Illica, figura anche una cittadina spagnola 27 enne. La notizia è stata diffusa a seguito del riconoscimento del corpo. La donna si trovava nella frazione con il marito italiano ed era originaria di Granada.

  • Ore 18:30 – Sale a ben 676 il numero delle scosse registrate dall’Ingv a partire dalla notte di ieri. E’ quanto riportato sul database sismico dell’ente. I dati sono anche ottenuti dalla rete mobile di sismografi installata nella serata di ieri, con il fine di avere il maggior dettaglio possibile nella localizzazione degli epicentri.

    Ore 18:01 – Uno dei soccorritori a lavoro nei pressi di Pescara del Tronto, ha perso la vita durante l’intenso sisma di magnitudo 4.3 avvenuto poco dopo 14

    Ore 17:46 – Esperti e geologi dell’Ispra stanno già effettuando i rilievi specifici per determinare gli effetti del forte sisma di magnitudo 6.0, a riferirlo è direttamente la Protezione Civile durante la conferenza stampa in diretta da Roma.

    Ore 17:37 – Torna a parlare Titti Postiglione, portavoce ufficiale della Protezione Civile: ”Il bilancio ufficiale delle vittime è salito a 250. Sono 365 invece i feriti ospedalizzati. Nell’area marchigiana il soccorso alpino ha recuperato 23 persone vive dalle macerie. Smentiamo l’imminente pericolo derivante dalle dighe più vicine all’epicentro del sisma”.

    Ore 17:35 – Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, è intervenuto ai microfoni di Sky Tg 24 durante il suo secondo sopralluogo nelle aree colpite dal sisma ”Disastro di Amatrice? E’ un dramma oggettivo, però la speranza è tenuta alta da tutti i volontari e chi collabora giorno e notte. Bisogna reagire e mantenere questo clima di solidarietà. Oggi nuove scosse hanno lesionato elementi di viabilità. Se ci sono stati errori sarà accertato da autorità competenti, ora la prima preoccupazione è ridare le salme alle famiglie e stare vicino a chi non ha più una casa. Bisogna vigilare anche sulla paura provocata dalle continue scosse”.

  • Ore 17:22 – ”Governo ha risposto positivamente alle nostre istanze”. A parlare è il capo dei Vigili del Fuoco, presente ad Amatrice e intervistato da Rai News 24

    Ore 17:03 – Secondo quanto riferito dalla edizione online di Repubblica, i soccorritori dei vigli del fuoco sono a lavoro a Pescara del Tronto nella ricerca di una persona dispersa e sembrerebbe volerci più di un’ora per l’estrazione dalle macerie. Non è ancora noto se il corpo sia ancora in vita o meno.

    Ore 16:55 – Sale a oltre 643 il numero delle scosse totali registrate dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a partire dalle 3:36 di ieri notte, momento in cui si è verificato il sisma più forte di magnitudo 6.0

    Ore 16:42 – ”Mia moglie vive in una tenda messa a disposizione dalla Protezione Civile. Il terremoto è la natura, non non possiamo farci nulla”. Questa una delle tante testimonianze raccolte da Rai News 24 da un signore di Amatrice.

  • Ore 16:35 – I presidenti regionali della Avis (Lazio e Marche), Fulvio Vicere’, e Marche, Massimo Lauri, specificano che ”L’emergenza sangue nelle zone maggiormente colpite dal sisma di ieri e’ rientrata”, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito

    Ore 16:19 – Paolo Chiariello, inviato di Sky Tg 24 in diretta dal lago di Campotosto, specifica che sono state messe in sicurezza le tre dighe di sbarramento che producono continuamente energia elettrica. E’ necessario ricordare che l’area a nord dell’Aquilano è bordata da una serie di faglie normali in grado di generare terremoti di una certa intensità.

    Ore 16:11 – A seguito dell’intensa replica di Mw 4.4,una lunga serie di sismi con intensità compresa tra 1.6 e 2.8 viene registrata dall’Ingv. Sono circa 35.

    Ore 16:03 – Sono decine, se non centinaia, le iniziative di tutte le città italiane, da Nord a Sud, per la distribuzione dei beni di prima necessità alla popolazione colpita dal sisma. Nelle prossime ore camion e jeep raggiungeranno le località più colpite per la distribuzione.

    Ore 15:57 – Il palazzetto dello sport ad Amatrice è stato evacuato in via precauzionale a causa delle frequenti e intense scosse di assestamento che continuano a manifestarsi sull’area.

    Alle ore 3:36 di ieri, 24 agosto 2016, una violenta scossa di terremoto è stata registrata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia con epicentro fissato nei pressi di Accumoli, in Provincia di Rieti. Secondo quanto riferito dall’ente, inoltre, il sisma si è verificato ad una profondità di 4 chilometri. Da quel momento sull’area colpita dal sisma, comprendente soprattutto i paesi di Arquata, Amatrice e Pescara del Tronto, si è attivata una lunga sequenza di scosse. Allo stato attuale sono più di 580 i sismi registrati. Tra le repliche più intense, una di magnitudo 5.3 avvenuta ieri dopo un’ora dal sisma. Poco dopo l’evento principale, un’altra serie di scosse di terremoto si è manifestata a Est di Norcia. Sull’area colpita dal sisma proseguono ininterrottamente le operazioni di soccorso, mentre il bilancio delle vittime, provvisorio, è salito a 241 unità. Sono invece 270 (almeno quelle ospedalizzate) le persone rimaste ferite. La Protezione Civile, insieme alle unità dei Vigili del Fuoco e le autorità locali, continua a fornire assistenza alla popolazione colpita.

  • A seguito del protrarsi delle numerose scosse di assestamento, sono sempre più pericolanti gli edifici profondamente colpiti dal terremoto della scorsa notte. Pienamente simbolico in tal senso il campanile nel centro storico di Amatrice, che risulta pericolante sulla facciata rivolta a Sud Ovest. Gli occhi della popolazione e degli sfollati sono tutti rivolti verso l’alto e con grande apprensione. Si continua a scavare anche a Pescara del Tronto, altro paese quasi completamente distrutto dal sisma. I vigili del fuoco fanno sapere attraverso il proprio portavoce che le operazioni continueranno ad oltranza, fino a quando non si avrà la certezza assoluta che i corpi siano stati tutti rimossi dalle macerie. Con o senza vita.

  • La Protezione Civile ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi informativi: contact center della Protezione civile nazionale: 800840840; sala operativa della protezione civile Lazio: 803 555; numero verde della Protezione Civile delle Marche 840001111. Per la raccolta di offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, la Regione Lazio e la Regione Marche hanno attivato due caselle di posta dedicate: per il Lazio le offerte possono essere inviate a sismarieti@regione.lazio.it. Per le Marche il riferimento e’ prot.civ@regione.marche.it. È  infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa.

1 di 27

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia