Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 28 Giugno
Scarica la nostra app

Forte terremoto M 5.0 avvertito intensamente in Papua Nuova Guinea: tremano decine di migliaia di persone. Dati ufficiali

Forte terremoto in Papua Nuova Guinea: dati ufficiali EMSC del sisma avvenuto nel Pacifico

Forte terremoto nel Mediterraneo
1 di 3
  • Terremoto avvertito in zona sismica del Pacifico

    Tantissime le scosse di terremoto registrate anche oggi, 28 maggio 2020, soprattutto nel Pacifico. Non solo, ci sono anche altre zone del pianeta altamente sismiche  che stanno continuando a tremare senza interruzione, come l’india, dove una forte scossa ha fatto tremare oltre 3 milioni di persone ma anche il Medio Oriente, con sismi che hanno determinato anche alcuni danni. La zona in questione e soprattutto proprio l’Iran, sta tremando senza sosta da settimane e non sono mancate scosse anche più intense e superiori al quinto grado. Inoltre, sempre nella giornata odierna, ore fa, un sisma M 5.0 ha colpito anche Papua Nuova Guinea, avvertito intensamente dalla popolazione. Zona altamente sismica che sta continuando a tremare senza sosta da settimane, vediamo di seguito nel dettaglio la localizzazione del sisma secondo l’EMSC.

    Forte scossa M 5.0 in Papua Nuova Guinea

    Come detto, una forte scossa di terremoto ha colpito il Pacifico nelle scorse ore ed è stata avvertita nettamente dalla popolazione in una zona altamente sismica. A tremare sono stati decine di migliaia di persone, il sisma ha avuto un ipocentro fissato a circa 60 km e si è verificato alle ore 22.20 (locali) della giornata odierna, giovedì 28 maggio 2020. Secondo quanto riportato dall’EMSC, il sisma è stato localizzato a 12 km W of Ambunti, Papua New Guinea / pop: 2,100, 124 km SW of Wewak, Papua New Guinea / pop: 18,300, 757 km NW of Port Moresby, Papua New Guinea / pop: 284,000. Non sono stati segnalati danni dopo la forte scossa ma la terra sta continuando a muoversi intensamente in zona.

    Terremoto colpisce il nord dell’Iran: dati EMSC

    Scosse continuano a ripetersi anche in Medio Oriente, soprattutto in Iran, dove, in particolare ieri, un forte sisma è stato avvertito anche a Tehran e ha fatto tremare milioni di persone. Il terremoto ha avuto una magnitudo del quarto grado e un epicentro che secondo l’EMSC, è stato localizzato a 8 km NW of Damāvand, Iran, Islamic Republic of / pop: 29,200, 56 km E of Tehrān, Iran, Islamic Republic of / pop: 7,154,000. A seguire un’altra scossa leggermente più lieve ha interessato sempre la stessa zona. Non ci sono notizie di danni ma numerose sono state le segnalazioni. Spostiamoci ora dal Medio Oriente al Pacifico, dove la terra sta continuando a muoversi senza interruzione.

  • Serie di scosse continuano nel Mediterraneo

    Moltissime le scosse a Creta, la più forte M 5.0 nella giornata di ieri. Gli epicentri delle scosse sono generalmente sempre gli stessi e localizzati a sud dell’isola.  Secondo quanto riportato dall’EMSC, il sisma ha avuto un epicentro localizzato a 104 km S of Ierápetra, Greece / pop: 12,600, 124 km S of Ágios Nikólaos, Greece / pop: 10,800, 148 km S of Irákleion, Greece / pop: 138,000, 468 km SE of Athens, Greece / pop: 730,000. Non si registrano danni dopo la forte scossa ma la terra in zona sta continuando a muoversi intensamente.

  • Seguiteci sempre sulla nostra pagina

    Come sempre per tutti gli altri dettagli potete seguirci all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, dove è possibile consultare costantemente in diretta l’andamento della sismicità sia nel territorio italiano ma anche in quello mondiale.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: